Case minimaliste in 3 semplici ed eleganti idee

· 2 ottobre 2018
L'eleganza e le sfumature di un ambiente ordinato nelle case minimaliste.

Se siete tipi che amano le cose semplici e senza esagerazione, lo stile delle case minimaliste è fatto per voi. Il motto di questo stile è meno è meglio. Quello che importa è mettere ogni cosa al suo posto, che compie una determinata funzione.

Senza dubbio, l’estetica minimalista rappresenta funzionalità, organizzazione e ordine. Il fascino risiede nella semplicità dell’arredo. Senza esagerazioni, né abbondanza. L’eleganza è in cima a tutto e si ottiene con ambienti, generalmente, bianchi, in cui predomina la luce naturale.

Nel post di oggi, vi indichiamo 3 idee per case minimaliste. La bellezza sta nella semplicità!

1. Camere da letto semplici

La decorazione delle camere da letto minimaliste sta conquistando sempre più adepti. L’estetica, che ha come motto la semplicità delle formeconferisce eleganza agli spazi, senza necessità di caricare l’ambiente. Per questo, è tanto accattivante per la gente, ed è diventato una delle tendenze preferite.

Inoltre, essendoci appartamenti sempre più piccoli e camere con dimensioni ridotte, questo stile si rivela la migliore opzione. La filosofia dell’open concept si integra perfettamente nelle camere da letto nelle case minimaliste. Amplia lo spazio con la linearità e la semplicità. Perché vivere in un appartamento piccolo non deve limitarci al momento di arredarlo.

case minimaliste

Mobili lineari

Gli interni minimalisti di queste camere devono mantenere l’armonia e l’equilibrio necessari per poter dormire bene ogni giorno. I mobili con curve delicate e linee rette sono la migliore opzione in questo tipo di ambiente, dato che, tra le altre cose, trasmettono sobrietà. Rispettare questo sarà di grande importanza, in quanto è ciò che realmente darà risalto alla camera da letto. Ogni mobile deve stare in armonia con tutti gli altri.

La zona del letto è uno dei punti che gode di maggior protagonismo nella stanza. Per questo, non è consigliabile riempirla di cuscini e coperte. L’unica cosa che otterremo, sarà di sovraccaricare l’ambiente. È meglio optare per un paio di cuscini senza molti fronzoli, che si integrino bene con il resto del mobilio.

case minimaliste

Colori delicati

Quanto ai colori che più si usano nelle camere da letto in questo stile, possiamo notare due tendenze. Una che incorpora il bianco in modo predominante in tutte le stanze. Le tonalità bianche, come già sappiamo, conferiscono profondità e ampiezza alle stanze. Cosa che risulta vantaggiosa, quando tentiamo di sfruttare al massimo uno spazio non molto grande.

Allo stesso modo, bisogna fare attenzione agli spazi che sono eccessivamente grandi, perché li ingrandiscono ancora di più e li rendono più freddi.

L’altra tendenza è quella che combina i colori scuri con colori più neutri. La cosa più frequente è incorporare il bianco, il nero e i toni grigi. Questo dà luogo ad ambienti pieni di eleganza e distinzione.

Le piante aiutano a donare un’aria naturale alla stanza. I toni verdi e terra sono altri colori che calzano perfettamente con questo stile.

2. Bagni funzionali

La premessa fondamentale che deve seguire ogni bagno è la funzionalità. Normalmente, questi spazi sono piccoli e pieni di mobiletti contenitori. Lo stile minimalista sfida la struttura dei bagni più tradizionali, proponendo il minimo indispensabile. Deve trasmettere sempre serenità e pace.

Proprio come nel resto delle stanze, punta su pezzi con linee rette e tonalità delicate. In questo modo, ampliamo lo spazio, allargando il campo visivo. Per ottenere questo, è necessario anche che sia ben illuminato. Ciò farà sì che la stanza appaia più pulita e grande, dando maggiore sensazione di comfort e calore.

È importante che il bagno sia sgombro di accessori non necessari alla vista. Se vogliamo mobili contenitori, possiamo mettere dei cesti nei cassetti, per organizzare tutti i nostri prodotti.

Se disponiamo di un bagno estremamente ridotto, l’opzione migliore è di installare un piatto doccia, seguendo la stessa proporzione. È raccomandabile aggiungere pareti divisorie trasparenti, che lasciano passare la luce e aumentano lo spazio. Se avete dello spazio in più, un’ottima idea è inserire una vasca di struttura minimalista. Queste si caratterizzano per le loro forme lineari, senza ostentazione. Le vasche con forme geometriche sono tra quelle più di tendenza, attualmente.

3. Cucine aperte per case minimaliste

Le cucine di carattere minimalista si distinguono presentando spazi aperti e tenendo tutti gli elementi ordinati nei minimi dettagli. 

Come il resto delle stanze, anche le cucine in questo stile sembrano più grandi, dato che, in generale, sono arredate in toni bianchi. Ciononostante, il predominio del bianco in cucina ha un aspetto negativo. Si sporca con più facilità. Questa stanza non smette mai di essere sporcata e pulita, quindi, nei colori chiari, la cosa si nota di più.

Un’idea perché sembri più ampia, è di montarla a forma di “L”. In questo modo, risparmierete più spazio e sarà molto più funzionale.

L’ordine, come già abbiamo anticipato, è un fattore chiave dell’estetica minimalista. Apporta eleganza e bellezza. Per questo, allo scopo di tenere tutto sempre ben sistemato, dobbiamo aggiungere un mobilio che sia più semplice possibile. Senza esagerazioni, né forme troppo complicate. La cosa migliore è optare per i modulari, per creare la combinazione più adatta, in funzione dello spazio di cui disponiamo.

Quanto ai dettagli, queste cucine non ne hanno troppi. È importante scegliere accessori semplici che si combinino bene con l’ambiente della cucina. In alcune cucine delle case minimaliste, notiamo anche che nei piccoli dettagli si rischia un po’ di più, scegliendo colori scuri, per generare contrasto.

Senza dubbio, lo stile minimalista è uno dei nostri preferiti. L’organizzazione funzionale che possiede lo trasforma in un’idea geniale per le case più piccole. E voi, volete cimentarvi con questo stile?