Consigli per mantenere il prato del giardino alla perfezione

· 19 settembre 2018
Mantenere il prato del vostro giardino in perfetta salute lo rende più bello e accogliente. Ecco alcuni consigli utili.

Mantenere il prato è fondamentale per preservare questo elemento così importante del vostro giardino. Un corretto mantenimento farà in modo che sia bello e di un colore vivo. Per sfoggiare un prato sano e verde è importante prevenire la comparsa di insetti, erbacce e malattie delle piante. Se correttamente effettuato, il mantenimento farà in modo che il nostro prato sia in uno stato perfetto.

Per aiutarvi ad avere un prato ben curato vi daremo consigli per mantenere il prato del vostro giardino.

L’importanza di annaffiare per mantenere il prato

Annaffiare il vostro prato è essenziale affinché si mantenga vivo. L’ideale è che il prato resti verde durante tutta l’estate, per questo è importante annaffiarlo. 

Per non sottoporre il prato ad una umidità eccessiva, dovete avere ben presente la quantità di acqua che userete per annaffiare, la frequenza, dovrete assicurarvi di annaffiare in un determinato momento della giornata, la modalità (con tubo di gomma o sistema automatico), la qualità dell’acqua, ecc.

Per quello che riguarda la frequenza con cui innaffiate il prato, ciò dipenderà dalla temperatura ed umidità della zona in cui vivete. Sarà facile intuire quando l’erba necessita di acqua poiché acquisirà un tono opaco e le foglie più vecchie delle piante cominceranno a marcire o arricciarsi. Se avete piantato un prato nuovo, sarà indispensabile annaffiarlo una volta al giorno affinché i semi possano attecchire e le radici possano rinforzarsi.

La modalità che userete per innaffiare può essere sia manuale che automatica, i sistemi per l’annaffiatura automatica possono essere totalmente o parzialmente automatizzati. I sistemi automatici sono molto comodi poiché basterà programmarli e faranno da sé.

sistema automatico per annaffiare il prato

Falciare il prato

Si tratta di un compito molto importante per mantenere il prato di casa vostra e, probabilmente, del più difficile da fare. Tagliare l’erba in modo adeguato e usare una frequenza adatta sono dei fattori essenziali affinché il prato resti sano e bello.

Falciare il prato una volta alla settimana è molto importante. Quando l’erba cresce fino a due o tre centimetri dal suolo necessita di essere tagliata. Se la lasciamo crescere ulteriormente per poi tagliarla si indebolirà e il nostro prato non sarà più folto.

L’erba tagliata non va buttata, potrete usarla come fertilizzante.

falciatrice per tagliare il prato

Come tagliare l’erba

Tagliare l’erba regolarmente aiuta a fare in modo che il nostro prato rimanga folto.

Il segreto sta nel tagliare il prato a poco a poco. Cambiare la direzione e l’intensità è anche molto importante affinché la radice dell’erba non subisca troppa pressione nella stessa direzione.

Il consiglio più importante per tagliare l’erba in modo corretto è quello di effettuare il taglio dell’erba alla metà o due terzi della sua lunghezza totale, quindi, all’incirca, tagliare l’erba di 5 cm. Durante l’estate vi consigliamo di lasciare che l’erba sia più lunga in modo da riuscire a sopportare meglio la stagione secca senza ingiallire.

Come fertilizzare l’erba?

Vi consigliamo di fertilizzare l’erba sin dall’inizio della primavera, ogni quattro o cinque settimane. Le confezioni del fertilizzante vi indicheranno la quantità da utilizzare. Per mantenere il prato correttamente, vi raccomandiamo di fertilizzare l’erba almeno tre volte all’anno: in primavera, estate e autunno.

Il fertilizzante da utilizzare deve essere necessariamente di lunga durata, in modo da non contaminare la falda acquifera con azoto.

Un problema che può sorgere se il prato permane all’ombra è la crescita del muschio. Nei negozi di giardinaggio sarà facile trovare dei prodotti fertilizzanti anti-muschio che vi aiuteranno a mantenere il verde del prato.

Questo processo di mantenimento è necessario per un prato ben curato e per evitare la crescita di erbacce. La comparsa di trifogli è sinonimo di una mancanza di fertilizzante. In questo caso vi raccomandiamo di usare un diserbante che elimini questo tipo di erba.

sacco con fertilizzante

Gestire le erbacce

Le erbacce possono essere estratte con delle macchine apposite. Per rimuovere le erbacce più piccole sono anche disponibili delle falciatrici manuali, che si usano per impedire la crescita e diffusione delle erbacce. Bisogna estrarle assicurandosi di togliere la radice nella sua interezza per poter evitare che ricresca nuovamente.

Se la quantità di radici di erbacce supera quella dell’erba del prato non ci rimarrà che coprire il suolo con un prato sintetico.

Processo di areazione

Le radici del prato necessitano di aria per crescere. A volte, il suolo non permette il passaggio dell’aria affinché possa penetrare alle radici e ciò impedisce la crescita.

La soluzione per questo tipo di problema è usare un rastrello per fare dei buchi nel prato. L’acqua dalla superficie potrà fluire e trasportare l’ossigeno fino alle radici. Ciò creerà spazio affinché la parte inferiore del prato possa respirare e aiutare gli steli a crescere.

Con questi trucchi per mantenere il prato vi assicurerete di far morire d’invidia i vicini. Metteteli in pratica per ottenere un giardino sano e bello. E se invece vi siete stufati, potete sempre optare per un prato artificiale!