Piante per climi secchi: scoprite quali sono le migliori

· 23 luglio 2018
In questo articolo vi diamo alcuni esempi di piante per climi secchi e che sopportano gli ambienti caldi.

Le piante per climi secchi si trovano nelle zone in cui ci sono temperature alte e poca pioggia. Un clima che rappresenta un problema per le persone amanti dei fiori e del giardinaggio. Questa situazione peggiora nelle stagioni più calde dell’anno, quando è maggiore il rischio che le piante si disidratino e non sopportino il calore.

In Italia abbiamo una grande varietà di climi con anche zone a clima molto caldo e poca umidità. Questo fa sì che la vegetazione di una zona sia totalmente opposta a quella di un’altra. Ecco perché è molto importante prendere in considerazione il clima della vostra città, prima di piantare o comprare qualcosa.

Nel post di oggi vi mostriamo alcuni esempi di piante per climi secchi e caldi. Se siete appassionati del mondo delle piante e vivete in un luogo caldo e secco, continuate a leggere per non rinunciare ad un bel giardino!

La migliore opzione per climi secchi

Uno dei fattori climatici che rendono difficile la conservazione e il mantenimento delle piante è l’assenza di precipitazioni. Questo provoca siccità e, pertanto, molto sole e calore, il che compromette la ritenuta d’acqua nei vegetali. Per cui, nei climi caldi e secchi è fondamentale scegliere piante che possano sopportare questo tipo di ambienti. A tal fine, devono presentare alcune caratteristiche che permettano la loro durata nel tempo.

  • Una delle piante più conosciute che meglio si adatta a questi climi è la succulenta. È chiamata così perché ha foglie, radici e fusti spessi per immagazzinare acqua. I tessuti di queste piante sopportano perfettamente la siccità.
  • Altra opzione sono le xerofile. Le loro foglie hanno la caratteristica di evitare l’evaporazione dell’acqua, perché si arrotolano o sono molto strette e a forma di ago.
  • Le piante sclerofille sono un’altra eccellente opzione per ambienti secchi. Sanno adattarsi a lunghi periodi di siccità e calore dato che presentano foglie dure e internodi corti. Questo tipo di foglie perenni sono molto grasse e, per questo, durature, sopportano i lunghi periodi di siccità.
  • Una pianta che troviamo molto in questi climi è quella che ha foglie pelose e presenta un doppio sistema di radici che permette di estrarre acqua da zone più profonde del suolo.
piante per climi secchi

La nostra selezione di piante per climi secchi

Geranio regale

Esistono tanti tipi di gerani. Sono tutti sempreverdi per cui sopportano perfettamente i climi caldi e possono fiorire tutto l’anno, rendendo bellissimo ogni giardino o terrazza.

Tuttavia, il geranio regale ha la particolarità di presentare foglie arrotondate nel bordo superiore, con fiori di circa 4-6 centimetri di diametro. i suoi petali sono bianchi, rosa, lillà anche se qualcuno può essere quasi nero o con chiazze scure.

In quanto alla sua cura, è necessario che riceva molto sole e un irrigazione adeguata perché non rimanga completamente senza acqua. In estate l’irrigazione deve essere molto più abbondante. È importante che periodicamente si aggiunga concime liquido all’irrigazione. Di solito la pianta si pota in autunno, dopo la fioritura estiva, o in primavera.

Tutto questo rende i gerani un tipo di piante perfetto per climi secchi.

Cactus

Essendo una pianta desertica, possiamo pensare che il cactus supporti alla perfezione i climi più caldi.  Tuttavia è importante che diamo un po’ d’acqua di tanto in tanto e il fertilizzante almeno una volta l’anno.

Per quanto riguarda il suo mantenimento, la cosa migliore è di tenerlo in luoghi dove abbonda il sole e in terreni sabbiosi, che non trattengono acqua. Durante l’inverno, è importante che non lo teniate in stanze molto calde, dato che con temperature maggiori di 20°C non avverrebbe il riposo invernale, imprenscindibile per queste piante.

La varietà di cactus che possiamo trovare sul mercato è enorme. Alcuni possono arrivare già fioriti. I nostri preferiti sono l’Opuntia Mix e il Trichocereus Pasacana visto che fanno di qualsiasi stanza un punto caldo.

Senza dubbio i cactus sono piante per climi secchi semplicemente ideali.

piante per climi secchi

Palma di Madagascar

È una pianta succulenta proveniente dal Madagascar, come indica il suo nome. Presenta un fusto colonnare grosso coperto di spine di circa 3 cm di lunghezza. Può arrivare a misurare anche 3 metri di altezza.

Le sue foglie sono di un colore verde vivo molto brillante, con fiori che compaiono all’estremità della pianta. Questi, di solito, sono bianchi o rossi. Sbocciano durante l’estate e hanno bisogno di una grande esposizione solare con temperature alte.

In quanto all’irrigazione, conviene farla due volte a settimana nei periodi di maggior calore. In inverno non sarà necessario innaffiare.

Conclusione

A parte queste, possiamo trovarne molte di più al mercato. Non lasciate che il caldo vi impedisca di tenere piante per climi secchi!