Copriletto patchwork: istruzioni per realizzarlo

· 6 novembre 2018
Creare coperte e copriletti con i ritagli di tessuto è una tradizione. Oggi vi insegniamo a realizzare il vostro copriletto patchwork.

Una camera da letto accogliente, personalizzata con i colori e i tessuti che più ci piacciono è sicuramente l’ambiente ideale per riposare. Se avete voglia di dedicarvi a un’attività manuale e volete dar un tocco di originalità al vostro letto, in questo articolo vi proponiamo alcune idee creative per realizzare un fantastico copriletto patchwork.

Seguendo passo a passo la nostra guida, sarete in grado di dare una seconda vita ai tessuti che non usate più e creare da soli il vostro copriletto patchwork. In più, darete una mano all’ambiente dedicandovi a un’attività di riciclo.

Copriletto patchwork: istruzioni per realizzarlo

Procuratevi i tessuti

La prima cosa che dovete fare è cercare in casa i tessuti da utilizzare, preferibilmente tra quelli di scarto. Potete usare vecchi vestiti e lenzuola o tende che non utilizzate più. Potete anche chiedere a parenti e amici di cercare in casa qualche vecchio tessuto da regalarvi.

Guardate ed esaminate bene i tessuti. Ricordatevi che finiranno nel vostro letto. Per questo motivo dovranno essere morbidi e se hanno trame ruvide e poco piacevoli al tatto, vi conviene scartarli. Altrimenti potrebbero irritare la pelle.

Selezionate i tessuti per stampa e colore.

Una volta raccolta una buona quantità di tessuti, procedete a selezionare quelli che più vi piacciono. Provate a combinare gli stampati con le tinte unite secondo uno schema, e immaginate e tentate diverse soluzioni fino a trovare quella che fa per voi.

Lavanda

Materiale occorrente

Per creare il vostro copriletto patchwork avrete bisogno dei seguenti materiali:

  • Metro da sarta
  • Forbici
  • Ago e filo
  • Spilli
  • Nastro adesivo di carta
  • Una penna o una matita
  • Macchina da cucire (opzionale)
  • Tavolo ampio
  • Ferro da stiro

Questi strumenti saranno più che sufficienti per ottenere il miglior risultato possibile.

Misurate il copriletto

Una volta scelti i vostri ritagli preferiti, dovete misurare il copriletto che avete già sul letto. Fate attenzione. Potete realizzare il copriletto patchwork della stessa dimensione, oppure farlo più grande. Prendete le misure con il metro e appuntatele su un foglio.

Tagliate gli scarti di tessuto

Non esistono dei parametri predefiniti per realizzare le creazioni personali. Potete scegliere se ritagliare quadrati, triangoli, cerchi o rettangoli di misure diverse o semplicemente tutti della stessa misura. Ciò dipenderà anche dalla grandezza dei ritagli di stoffa a disposizione.

Fate un prova prima di cucire

Prima di procedere con la cucitura dei ritagli, provate ad accostarli e a combinarli nuovamente, se necessario. Giocate con colori e misure, e non dimenticatevi di tenere conto della grandezza finale del copriletto. Se avete già fatto questa prova e non volete sbagliarvi quando cucite, potete numerare ogni pezzo in modo da avere una guida da seguire.

Sopra ciascun ritaglio attaccate un pezzo di nastro adesivo di carta con il numero o la lettera corrispondente. Così saprete quale pezzo cucire insieme all’altro e non vi sbaglierete. In caso contrario, se volete far volare l’immaginazione, potete improvvisare unendo e mescolando i ritagli al momento.

Iniziate a cucire

Una volta finita la prova, procediamo a cucire ciascuno dei pezzi del copriletto. Ricordatevi che dovete lasciare almeno 0,5 cm di margine per la cucitura di ogni pezzo. Altrimenti rischiate di avere un copriletto più piccolo di quanto previsto.

Si consiglia di eseguire questa procedura con una macchina da cucire. Se non ne avete una e sapete cucire a mano, non preoccupatevi e andate avanti.

Cucite tutti pezzi a partire dal bordo. La cucitura deve avvenire sul rovescio dei ritagli. Man mano che aggiungete i pezzi, controllate la misura, così eviterete di ritrovarvi con un copriletto più piccolo.

La cucitura a mano vi richiederà più tempo e attenzione. Consigliamo in questo caso, di utilizzare un filo più spesso e di rinforzare le cuciture per evitare che il tessuto si sfaldi.

Ritagli di stoffa

Stirate

Quando avete terminato di cucire tutti pezzi, avrete finalmente completato il vostro copriletto. Dovrete stirare l’intera superficie per appiattire le cuciture.

Foderate

Se lo desiderate, una volta terminata la procedura precedente, potete foderare il copriletto con un tessuto liscio. Si può anche utilizzare anche un lenzuolo che già avete in casa. Cucite la fodera sul retro del copriletto, in modo da nascondere le cuciture e conferirgli ulteriore morbidezza.

Lavate il copriletto

Se avete maneggiato il copriletto per troppo tempo, vi consigliamo di lavarlo per bene una volta finito. Così potrete godervi il vostro copriletto patchwork morbido e profumato.

Questa attività è un’alternativa economica e allo stesso tempo divertente. La biancheria da letto di solito è molto costosa e a volte non troviamo nemmeno qualcosa ci piaccia davvero esteticamente. Per questo, l’idea di creare il vostro patchwork con i ritagli che già avete in casa può essere d’aiuto.

Riciclare è molto importante. Se avete dei vecchi vestiti metteteli da parte. Non gettate i tessuti. C’è sempre un bel modo creativo per riciclarci e dare loro una seconda vita. Ora che avete il vostro nuovo copriletto patchwork potrete riposare con ancora più piacere.