Come costruire scale portafiori per la vostra casa

18 Febbraio 2019
Se volete dare agli ambienti della vostra casa un aspetto più accogliente, rustico e naturale, in questo post vi diremo come creare delle scale portafiori.

In questo articolo vogliamo spiegarvi, passo dopo passo, come creare delle scale portafiori per abbellire gli ambienti di casa vostra. Si tratta di un’attività che piacerà moltissimo agli amanti del bricolage ed è abbastanza facile e divertente. Inoltre, non dovrete spendere soldi e ci metterete poco tempo a farle.

Una volta completate le vostre scale portafiori, potrete poi personalizzarle a vostro piacimento. La ragione di incorporare questi simpatici e colorati elementi sta nel fatto che piante e fiori danno alla casa molta allegria e vi permetteranno di aromatizzare e rendere più profumati gli ambienti.

Inoltre, si tratta di qualcosa che vi permetterà di passare qualche minuto divertendovi con il fai-da-te. Sono davvero tante le possibilità e le idee che vi verranno in mente. Ma basta parlare: rimbocchiamoci le maniche e iniziamo a vedere come costruire queste bellissime scale portafiori.

Una casa più bella con le scale portafiori

Una scala portafiori in ufficio

Prima di tutto, va detto che le scale sono una risorsa sempre più utilizzata nell’arredamento d’interni. Ci riferiamo, prima di tutto, a quelle che permettono la comunicazione tra diversi piani: consentono di sfruttare lo spazio sottostante per realizzare un angolo lettura, una libreria o anche un ripostiglio, ma non solo.

Poi ci sono le tipiche scale a pioli che possono essere usati come appendiabiti, portasciugamani o ripiani. Come vedete, esistono mille modi diversi per riciclare le scale. Se i gradini sono abbastanza ampi, potrete facilmente usarle come scaffali per libri, foto, riviste e, ovviamente, piante. Non importa la dimensione o il materiale: sono davvero oggetti versatili.

Molte persone scelgono le scale per posizionare piante e fiori che rimangono sospese in alto. Così, le foglie e i rami produrranno un effetto molto piacevole quando cadranno verso il basso. Contribuiranno a creare un’atmosfera calda e accogliente, per esempio se aggiungerete anche delle ghirlande di luci. Non serve nemmeno che le attacchiate alla corrente: alcuni modelli funzionano con semplici batterie.

Inoltre, ci sono scale con una o due file di gradini. Se avete una scaletta doppia, potrete posizionare i vasi delle piante su entrambi i lati, in modo che siano maggiormente visibili. Altrimenti, appoggerete e fisserete la scala al muro. in modo che sia maggiormente stabile e resista a possibili urti.

Come costruire le scale portafiori

Una scala portafiori di legno in salotto

Arrivati a questo punto, già avete ben chiaro che questi supporti, di legno o di altri materiali, sono perfetti per essere convertiti in scale portafiori. Ma se non avete nessuna scala a disposizione, vi serviranno davvero pochi materiali per costruirne una da zero. In sostanza, le possibilità sono queste due:

  1. Costruire un supporto con gradini, completamente nuovo.
  2. Utilizzare una scaletta in legno (singola o doppia).

La prima possibilità è leggermente più complicata, ma riuscirete a completare il progetto in poco tempo. Prendete due pezzi di legno lunghi più o meno uguali e, con l’aiuto di un metro, segnare le distanze relative ai pioli che inserirete. Usate ora delle assi lisce o dei pali sottili, unendoli ai due grandi con colla e chiodi.

Questa struttura verrà appoggiata semplicemente al muro, quindi non richiederà ulteriori interventi. Tenete presente che il piolo più basso sarà anche quello più ampio, mentre quello più alto dovrà essere più stretto: ciò vi permetterà di distribuire meglio i pesi.

Tre tipi di scala portafiori
Fonte: eksconstructora.com

La seconda opzione che vi presentiamo sfrutta il fatto che già avete una scaletta doppia da poter usare. Pertanto, creare le vostre scale portafiori sarà una questione di pochi minuti. Una volta aperta la scala, vi consigliamo di posizionare una tavola abbastanza lunga, che si appoggerà sui pioli. In tal modo, eviterete che i vasi si muovano eccessivamente. Potete anche usare della colla o dei chiodini per unire la struttura che, così, sarà molto più solida.

Scale portafiori: il tocco finale

Per finire, dovrete solo scartavetrare l’intera superficie in modo da eliminare schegge, imperfezioni e rendere la scala più liscia al tatto. Scegliete quindi un colore che vi piace, adatto alla decorazione dell’ambiente, e iniziate a dipingere la vostra scala portafiori. Anche lasciare il colore naturale del legno va benissimo, così come realizzare un lavoro di decapaggio che darà a questo mobile un aspetto pienamente vintage.