Casette di legno per l’attrezzatura da giardino

· 4 ottobre 2018
Volete mettere ordine a tutti i vostri attrezzi da giardino? Le casette di legno sono un luogo perfetto per la loro conservazione. Inoltre, non è indispensabile comprarle, provate a farle voi stessi.

In questo articolo ci concentreremo sulle casette di legno, una buona opzione per conservare l’attrezzatura da giardino. Capita di accumularne in eccesso e per questo è necessario avere un posto per raccoglierla e tenerla ordinata.

Ovviamente potete optare per quelle costruite in altro materiale, come potrebbe essere la resina o la plastica. Di solito sono messe all’aperto, che si tratti di una terrazza non coperta o di un giardino, trasformandosi in un elemento indispensabile.

La varietà di casette di legno in commercio è molto ampia, specie se consideriamo anche quelle in vendita nei negozi online.

Caratteristiche principali delle casette in legno

Scegliendo il una casetta di legno, stiamo decidendo di dare un aspetto naturale e rustico allo spazio.

La prima cosa da fare, è individuare le dimensioni esatte di cui abbiamo bisogno. È importante tenere conto anche del budget disponibile. Il modello più semplice può essere costituito solo da quattro pareti e un tetto, quindi non è necessario che sia incluso anche un pavimento.

Le dimensioni ovviamente dipendono dalle funzioni che la vostra casetta di legno dovrà svolgere e dal tipo di oggetti che dovrà contenere all’interno. Per esempio: se vogliamo conservare una carriola o decespugliatore, avremo bisogno di una porta doppia invece che una semplice. Altrimenti non riusciremo a tirare fuori gli attrezzi con facilità.

Casetta di legno a porta doppia

Per qualsiasi esempio è valido questo principio: quanto più spesse saranno le pareti, maggiore sarà la resistenza o la vita utile della casetta di legno.

Se ci concentriamo sugli esempi più elaborati è possibile notare alcuni dettagli in più, come la presenza di grondaie o sistemi di raccolta dell’acqua piovana.

Per quanto riguarda il tetto o la copertura, sono principalmente di tre tipi: spiovente semplice, doppio spiovente o tetto piano.

Se si sceglie il legno si presenta questo tipo di problema: la necessità di manutenzione piuttosto regolare. Quindi è importante intendersene un po’.

A proposito di questo si possono distinguere diversi tipi di legno. Alcuni, dal momento che sono stati trattati, sono più resistenti agli agenti climatici, così come al trascorrere del tempo o al marciume. È normale dover applicare alcuni prodotti protettivi come gli impregnanti. Così aumenta la capacità di resistere agli agenti come la pioggia, la neve o persino il sole.

La presenza di qualche finestrella è ottima per consentire l’aerazione all’interno. La parte esteriore si può decorare persino con qualche vaso.

Infine, anticipando qualche concetto che svilupperemo in seguito, è importante scegliere la superficie sulla quale installare le casette di legno.

Come realizzare da sé una casetta di legno

In primo luogo, pensando alla funzione e allo spazio disponibile, dovrete decidere che forma e dimensioni scegliere. Le soluzioni più comuni sono quella a forma di casetta o di armadio.

D’altra parte, è opportuno fissare la vostra casetta al suolo per proteggerla da situazioni pericolose come il vento forte o le tormente.

È molto importante trovare la giusta superficie su cui collocare la casetta specialmente se non è dotata di pavimento. Quando decidiamo di collocarla direttamente al suolo, dobbiamo scegliere una base solida e ben livellata.

Dopo aver assicurato a terra la base. Procederemo a costruire la struttura delle pareti, che normalmente è quadrata o rettangolare. Nell’area del tetto, collocheremo una trave. Da qui partiranno i listoni fino alle pareti, da sostenere con delle viti.

Finita questa fase, copriremo il tetto, preferibilmente con un materiale isolante e impermeabile, sul quale poggiare il legno. Quindi, copriremo la struttura delle pareti collocando le tavole necessarie.

Casetta di legno

Come già detto prima, dobbiamo rivestirla con un materiale di protezione, come per esempio una vernice o un impregnante.

Infine collocheremo la porta e una o più finestre, di forma e dimensioni diverse.

Inoltre, ricordate che è possibile dipingere e decorare le casette di legno in base al proprio gusto. Anche se in molti casi la tendenza è quella di lasciare il legno al naturale.

Organizzazione dell’attrezzatura all’interno delle casette di legno

Oltre all’aspetto esteriore, non dobbiamo trascurare l’interno. È necessario trovare il modo di ottimizzare lo spazio disponibile.

Per farlo potete aiutarvi con delle mensole di metallo o di legno, chiodi, ganci e cassette. Cercate di approfittare di tutto lo spazio, compreso quello più alto fino al tetto. Ogni attrezzo deve avere il proprio posto.

Una soluzione originale per sfruttare anche le pareti è collocare gli attrezzi su reti o pali. Dovrete soltanto disporli in verticale sulle pareti. Inoltre potete usare carrelli con rotelle con uno o due ripiani dove collocare gli attrezzi più piccoli che si perdono con maggiore facilità.

Attrezzi fissati alla parete

Se avete in giardino una di quelle casette che usavano i bambini per giocare, potrete riutilizzarla. Dovrete semplicemente sostituire i giochi con gli attrezzi, dal momento che lo spazio utile non cambia molto.

Quindi, e per concludere, vogliamo dirvi che se seguirete questi consigli e idee otterrete una casetta di legno perfetta per conservare e proteggere tutto quello di cui avete bisogno.