Arredare la terrazza di un attico: consigli e idee

· 1 settembre 2018
Quando arriva l'estate è bello godere della terrazza o del giardino nelle ore di sole. Ecco alcune idee per arredare la terrazza di un attico.

Dalla distribuzione dello spazio alla scelta dei mobili, in questo articolo troverete vari suggerimenti per arredare la terrazza di un attico nella maniera che più vi piace.

Con la bella stagione è piacevole stare all’aria aperta e godere dei giardini e delle terrazze. Se desiderate arredare la terrazza di un attico seguite i nostri consigli leggendo l’articolo di oggi.

In questo articolo vogliamo presentarvi alcune idee per arredare la terrazza di un attico in maniera funzionale. D’estate i nostri giardini e terrazze diventano gli ambienti più importanti della casa, nei quali trascorriamo la maggior parte del tempo. Perciò è essenziale adattarli per sfruttare al massimo le loro caratteristiche.

Anche se non disponete di una grande terrazza, esistono numerose soluzioni valide anche per gli spazi di piccole dimensioni. Con una scelta corretta dei mobili e dei complementi, e con una buona distribuzione di tutti gli elementi sarà molto semplice rendere accogliente la vostra terrazza.

Come già abbiamo scritto in altre occasioni, in una terrazza non devono mai mancare le piante e un’illuminazione calda, che aiutano a creare un ambiente intimo e accogliente adatto al relax e al riposo.

A continuazione vi proponiamo 5 consigli utili per arredare la terrazza del vostro attico.

1. Distribuite correttamente lo spazio

Si tratta di un aspetto fondamentale, soprattutto per le terrazze piccole. Se uno spazio piccolo è ben distribuito può anche sembrare più grande di quanto lo sia in realtà. Nel caso in cui la terrazza disponga di spazio sufficiente, potete dividere l’ambente in varie zone:

  • Zona pranzo: con un set formato da divano, puff e tavolino basso, oppure sedie, panca e tavolo più alto.
  • Zona natura: come avete visto, le piante sono fondamentali. Distribuitele per tutta la terrazza e apporterete un tocco colorato e naturale.
  • Zona per gli utensili: per riporre e organizzare tutti gli oggetti che usate sulla terrazza. Sarà utilissimo.
  • Zona per il relax: con divani, amache, sedie a sdraio, ombrelloni o pergole.

Inoltre, avere a disposizione due ambienti differenti facilita la pulizia e crea un ordine estetico che migliorerà molto questo spazio.

2. Arredare la terrazza di un attico per potenziare la vista

La vista dalla terrazza è una delle caratteristiche migliori di un attico. Potenziatela al massimo e potrete ammirarla in ogni momento. Vi proponiamo questa soluzione: collocare una ringhiera in vetro per eliminare tutti gli ostacoli che impediscono la vista. Attenzione alle pergole e agli ombrelloni, perché a volte perché siano efficaci ostruiscono la vista.

Un’altra opzione sono i serramenti in vetro. Anche se sono più cari, a lungo termine rappresentano un buon investimento che vale la pena fare. Con questo tipo di serramenti potete usufruire della terrazza durante tutto l’anno e la proteggerete dalle intemperie e dal maltempo. Inoltre, apporterete molta luce naturale all’interno dell’attico e una sensazione di maggiore ampiezza.

3. Unite l’interno con l’esterno

Quando decidete la distribuzione dello spazio nella vostra terrazza considerate anche questa possibilità: è molto funzionale. Per esempio, se l’accesso alla terrazza avviene dalla camera da letto, sarebbe meglio non ubicare la zona pranzo proprio da quella parte, perché potrebbe portare cattivi odori in camera da letto. In questo caso l’ideale è creare in questo spazio la zona relax o il chill out.

Viceversa, se l’accesso alla terrazza avviene dalla cucina potete ubicare la zona pranzo più vicina a questa stanza. Facilitate così il passaggio dei piatti, degli utensili e delle pietanze. Si tratta di una soluzione molto logica che non dovrete dimenticare per ottimizzare lo spazio della vostra terrazza.

Consigli per arredare la terrazza di un attico.

4. Scegliete i mobili più adeguati

Ed eccoci arrivati al momento della scelta dei mobili per arredare la terrazza di un attico. Scegliete i mobili della zona pranzo nello stesso stile di quelli per la zona relax o della zona per gli utensili.

Comode e molto utilizzate, le amache e le sedie sospese (quelle a forma di uovo) sono un ottimo elemento da inserire in terrazza. L’importante è mantenere l’ordine e la continuità estetica perché l’ambiente sia veramente confortevole. Un’altra caratteristica da considerare sono i materiali, alcuni dei quali hanno bisogno di maggiori cure. Ricordatevi di questo aspetto al momento di acquistare i mobili.

Generalmente negli ambienti esterni le vere protagoniste sono le fibre naturali, come il rattàn o il vimini. Conferiscono alla stanza un tocco essenziale di naturalità.

E perché non decidere di costruire voi stessi i mobili per la terrazza? I più semplici da realizzare sono quelli per la zona relax, e per farli vengono spesso utilizzati dei semplici pallet. Dovete solo levigarli e colorarli, oppure lasciarli al naturale, per farli riviverle con un’altra funzione.

Se non disponete di una grande terrazza vi consigliamo di scegliere sedie, sedie a sdraio e amache pieghevoli, per occupare il minimo spazio possibile durante l’inverno.

5. L’importanza dei complementi

L0 abbiamo già scritto in varie occasioni: i complementi hanno un alto peso estetico negli arredi.

Nel caso delle terrazza, alcuni esempi sono le pergole, gli ombrelloni o le tende da sole. In un attico, dove la luce arriva in maniera diretta, è importante installare un elemento protettivo, soprattutto se pensate di utilizzare la terrazza nelle ore centrali della giornata.

Parliamo ora della luce nelle ore serali e notturne. Un’ottima idea consiste nel posizionare catene luminose, lanterne o candele, anche aromatiche.

E poi ci sono i tessuti, come le federe dei cuscini per esempio, indispensabili su una terrazza. Oppure i tappeti, da inserire nella vostra zona di relax.

Per concludere, arredare la terrazza di un attico non richiede molte complicazioni. Ricordate che l’essenziale è distribuire bene lo spazio e scegliere uno stile decorativo che vi piace, possibilmente intonato con gli arredi della vostra casa.