8 consigli per coltivare i propri ortaggi a casa

· 19 Marzo 2019
Coltivare i propri ortaggi a casa permette di avere ottima verdura fresca e sana. E non è nemmeno tanto difficile! Scoprite come fare qui.

Gli orti urbani hanno guadagnato molta popolarità negli ultimi anni. Non sono solo un’alternativa per utilizzare gli spazi liberi delle case, ma anche uno stile di vita per gli amanti del giardinaggio. State pensando di seminare della verdura? Ecco alcuni consigli per coltivare a casa i propri ortaggi con successo.

È certo che la semina non è un compito facile da svolgere, è importante conoscere prima quali sono i metodi ed i prodotti che la facilitano. Inoltre conviene avere le idee chiare su che tipo di ortaggi seminare, come vanno coltivati e fatti crescere. Volete provare? Sfoderate il vostro pollice verde!

8 consigli per coltivare gli ortaggi a casa

Per coltivare alcuni ortaggi a casa non è necessario avere un giardino. Di fatto, ci sono varie specie che crescono senza difficoltà in comuni vasi da fiori. L’importante è essere disposti ad occuparsi di loro e, soprattutto, a mettere in pratica alcuni consigli che troverete in questo articolo, fondamentali per la loro crescita.

1. Procuratevi dei contenitori adeguati

vasi per ortaggi

Uno dei primi consigli per coltivare gli ortaggi in casa, è quello di procurarsi dei contenitori adeguati. La grandezza varia in base alla specie che si vuol coltivare. Quindi potete prendere dei vasi, delle giardiniere, dei tavoli da coltivazione e tutto ciò che può fare al caso vostro.

L’importante è prenderne di leggeri in modo da poterli muovere con facilità. Inoltre dovete assicurarvi che abbiano un buon sistema di drenaggio per eliminare l’eccesso d’acqua dell’irrigazione.

2. Utilizzate il giusto terriccio

Scegliere la terra per la semina degli ortaggi non è una cosa da prendere alla leggera. Di fatto, una cattiva scelta del substrato è generalmente una delle principali cause di problemi quando si inizia a coltivare un orto.

È molto importante garantire che il terriccio possa ricreare le condizioni dell’ecosistema originale della pianta. Questo permette di apportare i nutrienti fondamentali di cui ha bisogno per crescere senza difficoltà.

3. Pianificate lo spazio

giardino e orto

Pensate di coltivare in giardino? Avete solo una terrazza? È necessario avere ben chiaro quale sarà lo spazio che andranno ad occupare gli ortaggi per sapere come vanno distribuiti nel terreno. Non è consigliabile sovraccaricare spazi come balconi o finestre.

Per sfruttare al massimo le ore di sole, le piante basse vanno sistemate davanti a quelle alte. La miglior posizione è quella dei balconi o delle terrazze a sud-ovest, che ricevono il sole per gran parte della giornata.

4. Proteggere le piantine dai parassiti

Poter proteggere le piantine dai parassiti è un aspetto che va considerato prima di iniziare qualsiasi coltivazione. Chiunque vuol iniziare “un’agricoltura casalinga” deve avere ben chiaro che le sue piante non sono esenti dal deterioramento causato dai parassiti.

Una buona alternativa è quella di sfruttare ciò che offre la natura prima di provare dei prodotti chimici. Per esempio, si può piantare la calendula per proteggere le colture di pomodori e verza.

5. Evitate le erbacce

coltivare ortaggi in casa

Saper fermare la crescita delle erbacce è uno tra gli aspetti fondamentali che non vanno dimenticati. Un modo per evitare che penetrino nel terreno dove sono seminati gli ortaggi, è quello di spargere del fertilizzante tutto intorno, quando ormai le radici avranno raggiunto una grandezza media.

Un’altra buona alternativa è quella di ricoprire con foglie secche il terreno intorno alle vostre piante, in modo da formare una cappa di protezione che impedisce la crescita dell’erbaccia. Infine, può essere utile mettere uno strato di carta di giornale prima di distribuire il fertilizzante.

6. Combinate coltivazioni di specie diverse

Anche se lo spazio è poco, si possono ugualmente coltivare diverse specie di ortaggi. Se siete dei principianti, vi raccomandiamo di iniziare con ortaggi tipo:

  • cipolle
  • aglio
  • spinaci
  • ravanelli
  • insalata
  • erbe aromatiche.

7. Assicuratevi un buon sistema d’irrigazione

sistemi di irrigazione

Come tutte le piante, anche gli ortaggi hanno bisogno di cure essenziali, come l’irrigazione. Tuttavia è fondamentale non esagerare perché, troppa umidità potrebbe rovinare presto il vostro piccolo orto personale. Un’ottima soluzione è quella di utilizzare un sistema d’irrigazione automatico. Se non è possibile dovrete avere a disposizione un rubinetto per poter annaffiare senza difficoltà.

8. Preparate un fertilizzante organico

Anche si si trovano in commercio tantissimi tipi di fertilizzanti, un’ottima soluzione per la coltivazione degli ortaggi in casa, sono quelli di tipo organico. Questi si possono fare con i gusci delle uova e delle banane, gelatina in polvere, fondi di caffè ed altro ancora.

Vi sono piaciuti questi consigli di coltivazione? Se avete già seminato i vostri ortaggi in casa, non esitate a condividerci le vostre esperienze ed i  trucchi che avete usato per farli crescere rigogliosi.