Un tocco naturale in cucina: 5 consigli utili per ottenerlo

23 luglio 2018
Desiderate ottenere un tocco naturale in cucina ma non sapete in cosa consiste questa tendenza? Oggi vi daremo 5 consigli per riuscirci.

Ottenere un tocco naturale in cucina è un desiderio sempre più diffuso. Seguire questa tendenza non è poi molto difficile. Anche se c’è da tenere conto di alcuni aspetti.

Con il passare del tempo, l’essere umano si sta preoccupando sempre di più di trascorrere una vita semplice e di essere più rispettoso dell’ambiente, utilizzando materiali naturali che siano stati ottenuti in modo ecologico.

La tendenza ad aggiungere un tocco naturale in cucina tiene conto del rispetto per l’ambiente. Per cui propone l’uso di elementi riciclati, ad esempio, per i ripiani.

Una cosa fondamentale di questo trend è la luce naturale.Per questo, si cerca di potenziare questo tipo di luce, risparmiando, in tal modo, anche l’energia elettrica.

Nell’articolo di oggi, vi diamo 5 consigli per avere una cucina con un tocco naturale.

1. Colori chiari

Una cucina con un tocco naturale deve avere principalmente colori chiari. Questi sono associati alla naturalezza, inoltre trasmettono tranquillità e luminosità.

Non preoccupatevi se vi sembra che tutto quel chiaro sia noioso, perché il tocco di colore può essere dato con altri elementi.

La gamma di colori che si usano nelle cucine di tendenza naturale comprende soprattutto bianco, beige, rosso o avorio.

un tocco naturale in cucina

2. Molta luminosità

Una delle premesse della tendenza naturale è che regni la luce. Ma la luce naturale,per quanto possibile.

Per questo, evitate di mettere tende oscuranti alle finestre della cucina. Meglio mettere tende sottili che lasciano filtrare la luce.

L’uso dei colori, che abbiamo accennato nel paragrafo precedente, è fondamentale per ottenere un effetto visivo più luminoso.

un tocco naturale in cucina

3. Tessuti naturali

Una cucina con un tocco naturale cura anche i tessuti che vi si usano. Questa tendenza è incline all’uso di tessuti naturali, come il lino, il cotone, e anche il vimini, ad esempio, per sottopentola o sottobicchieri.

Le stampe che meglio si combinano con questa tendenza sono quelle floreali moderne, non quelle con stampe a fiorellini.

una cucina con un tocco naturale

4. Materiali naturali

L’uso di materiali non industriali è la chiave per ottenere un tocco naturale in cucina. Scegliete materiali come il legno nel suo colore più naturale, non trattato, per i mobili.

La pietra naturale per il lavello o il rivestimento di pareti risulta semplicemente incredibile e molto originale.

D’altra parte, il fibrocemento, o anche il marmo, sono perfetti per questo tipo di cucine, che sia per i pavimenti o per i ripiani.

Il bambù è ugualmente un materiale naturale, che può inserirsi sotto forma di complementi della cucina. Come mestoli, ciotole, ecc.

dare un tocco naturale alla cucina

5. Piante per un tocco naturale in cucina

Cosa sarebbe una cucina con un tocco naturale senza piante?

Le piante devono assolutamente esserci nelle cucine con un tocco naturale: perché cosa c’è di più naturale di una pianta?

Sono diversi i tipi che si possono scegliere, tutto dipende da come trattate le piante e di quanto tempo disponete per curarle. Inoltre, le piante in cucina trasmettono, oltre alla totale naturalezza, anche allegria, e vi aiutano ad essere più agili nella preparazione dei pasti.

Sono ideali per contribuire a creare un ambiente visivamente più luminoso e fresco. Attenzione, dovete tenere conto che le piante devono essere situate in un luogo strategico, lontano dal fumo, e, inoltre, dovete tenerle al sicuro dai cambiamenti bruschi di temperatura.

Abbiamo fatto una selezione di alcune tra le piante più adatte da tenere in cucina:

  • Cactus: sono “pacchetto completo”, si adattano a qualsiasi spazio e situazione, e inoltre, non richiedono molte cure.
  • Piante aromatichesono perfette da tenere in cucina, oltre a creare fragranze gradevoli, potete usarle per cucinare. Coriandolo, prezzemolo, origano, menta piperita o basilico sono le più comuni.
  • Piante grasse: come per i cactus, resistono molto bene a qualsiasi ambiente e non richiedono molte cure.
  • Aloe vera: è una buona pianta da tenere in cucina. Inoltre, dona un’aria silvestre alla cucina con un tocco naturale.
  • Felce, costola di Adamo, potos: sono piante da interno latifoglie, che necessitano di maggiore spazio, dato che possono continuare a crescere parecchio. Inoltre, richiedono un po’ più di cure, in quanto non possono essere molto esposte al sole e necessitano di essere annaffiate spesso. Tuttavia, sono molto efficaci contro l’inquinamento ambientale.

Conclusione

Come vedete, avere un tocco naturale in cucina è semplice se seguite i nostri consigli.

Una cosa molto importante da considerare è che la tendenza naturale non è uno stile decorativo in sé. Pertanto, offre il vantaggio di poter seguire questa tendenza nelle cucine di qualsiasi stile. 

Guarda anche