Materiale per i ripiani della cucina: quale scegliere?

· 29 novembre 2018
Scoprite qual è il materiale migliore per i ripiani della cucina.

È importante scegliere correttamente il materiale per i ripiani della cucina. Questo perché si tratta di una superficie esposta all’uso continuo, oltre che ai tagli, ai colpi e alle alte temperature. Una scelta sbagliata può portare il vostro ripiano ad avere un aspetto invecchiato, rovinato e sporco già poco tempo dopo averlo montato.

Perché questo non accada, di seguito vi indichiamo quali sono i materiali più utilizzati nella produzione di ripiani. Vi diremo anche i vantaggi e gli svantaggi di ognuno, oltre al loro aspetto. Continuate a leggere e scegliete il miglior materiale per i ripiani della cucina.

Da cosa dipende la scelta del materiale per i ripiani della cucina?

Come vedrete qui di seguito, non c’è un solo materiale che sia il più idoneo per la produzione dei ripiani della cucina. La scelta di uno o l’altro materiale per i ripiani della cucina dipende da vari fattori, che spiegheremo di seguito. In base a questi, dovrete scegliere uno o l’altro materiale.

Materiale per i ripiani

  • Frequenza d’uso. La prima cosa che dovrete considerare è quanto usate la cucina. In base a questo, dovrete optare per un materiale più o meno resistente. Un esempio è che una cucina di tipo industriale, fabbricata in acciaio inossidabile, sarà sempre l’opzione più duratura. Tuttavia, è un inutile spreco di denaro se non la useremo varie volte ogni giorno e non cucineremo per un certo numero di persone.
  • Estetica della cucina. Non bisogna dimenticare che il materiale che scegliete deve essere in accordo con l’estetica della cucina. Ricordate di scegliere i colori che seguono la gamma usata per arredare la cucina. Eviterete, così, di rompere l’armonia della stanza.

Granito

I ripiani in granito sono tra i più popolari al mondo. Questo non a caso. In quanto il loro rapporto qualità-prezzo è altissimo. Inoltre, si rivelano molto resistenti.

Senza alcun tipo di manutenzione, questo tipo di ripiani rimarrà intatto anno dopo anno. E non dovrete preoccuparvi se vi poggiate oggetti molto caldi o umidi.

Forse, il suo principale svantaggio è che il catalogo di colori non è eccessivamente ampio. Così come capita con altri materiali. Inoltre, bisogna tenere in conto che questo tipo di ripiani non possono essere puliti con qualsiasi prodotto, perché possono rovinarsi.

Legno

Le cucine in legno sono tra le opzioni più estetiche. Inoltre, apportano calore alla casa, una caratteristica che non tutte le cucine ottengono. Il grande vantaggio delle cucine in legno è la loro durabilità. In generale, sono fabbricate in legni forti e robusti, che resistono ai colpi e alle alte temperature.

Passati gli anni, dovrete applicare qualche mano di vernice protettiva o copertura simile. Perché il legno rimanga protetto e continui ad essere utilizzato ancora per molti anni.

Rispetto agli svantaggi della cucina in legno, il maggiore di tutti è che dovrà essere protetto dall’umidità. Se lo esponete troppo tempo all’umidità, il legno andrà a curvarsi e a presentare un colore poco uniforme.

Acciaio inossidabile

Se cercate una cucina resistente e che, passato il tempo, resti come il primo giorno, quelle in acciaio inossidabile sono la scelta migliore. Di sicuro, non sono quelle più estetiche, dato che ricordano le cucine di ristoranti, bar o mense. Ma se cucinate molto e la vostra famiglia è numerosa, è una scelta da tenere in conto. Il loro aspetto è sempre più estetico quando meno ricorda le cucine industriali.

Porcellanato

Le cucine porcellanate sono quelle più innovative sul mercato. Per alcuni anni, sono state disponibili in colori molto limitati. Ma, a poco a poco, hanno guadagnato un posto in molte case per i loro numerosi vantaggi.

I ripiani di porcellana sono resistenti ed estetici. Due caratteristiche che non sono spesso a portata di mano. Nonostante abbiano uno spessore molto sottile, sopportano perfettamente le alte temperature, l’umidità, i graffi e i colpi.

Il loro principale, e potremmo dire unico, inconveniente è il prezzo. Bisogna considerare che la porcellana è un materiale piuttosto caro. E che, per giunta, in questo caso è stato sottoposto a varie procedure per migliorarne la resistenza e la durabilità. È per questo che il metro lineare di questi ripiani si aggira sui 300 euro.

Ora conoscete i principali materiali dei ripiani e gli aspetti da considerare per sceglierne uno piuttosto che un altro. Adesso siete pronti per prendere una decisione e rinnovare la vostra cucina.