Come scegliere le piastrelle per decorare la cucina

18 luglio 2018
L'utilizzo delle piastrelle per decorare la cucina è antico di 2.000 anni, ma ancora attualissimo. Date un'occhiata ai nostri consigli.

L’utilizzo delle piastrelle per decorare la cucina risale a più di 2000 anni fa. Sono, inoltre, usate per rivestire i pavimenti e le pareti. La loro efficacia è provata da anni e anni di utilizzo.

Durante questi 2000 anni la forma, ma anche la dimensione e il design delle piastrelle sono cambiate, al punto da renderle un elemento sempre attuale.

Sicuramente le piastrelle non piacciono a tutti e sono in molti a preferire un tipo di rivestimento diverso per la cucina. Tuttavia, i disegni disponibili sono così vari che se ne trovano per tutti i gusti, o quasi.

In questo articolo vi parliamo delle piastrelle per decorare la cucina e vi diamo consigli sui colori da scegliere.

Tipi di piastrelle

In base al materiale, vi sono principalmente due tipi di piastrelle sul mercato:

  • Porcellana
  • Argilla rossa

Entrambi vanno bene per decorare la cucina. Senza dubbio, quelle in porcellana sono più adatte agli ambienti esterni per via della loro maggiore resistenza.

Questi tipi di piastrelle si possono anche utilizzare per rivestire i pavimenti della cucina.

Si può usare un prodotto antiscivolo con effetto lieve o più forte. La prima opzione è più semplice da lavare e la seconda è più difficile per via della ruvidezza che la piastrella acquisisce.

Inoltre, a seconda della gamma di colori, dimensioni e rifiniture vi sono le piastrelle che vi mostriamo di seguito.

Rettificata e mosaico

Queste piastrelle sono tra le più usate proprio perché offrono diverse opzioni.

Si sceglie spesso di combinare la piastrella rettificata di colore bianco brillante con il mosaico, che apporta colore.

Il vantaggio della piastrella rettificata è che facilita la pulizia poiché non necessita di fuga, diversamente dal mosaico. Il mosaico può essere di vetro, pietra, porcellana ecc.

mattonella con decorazione a fiori

Combinazioni di trame e piastrelle

Bisogna usare un tocco di originalità se volete usare le piastrelle per decorare la cucina.

L’idea che vi presentiamo è perfetta se l’uso delle piastrelle vi attira ma non sapete bene come posizionarle o se volete rivestire solo una piccola parte della cucina con questo elemento.

L’idea consiste nel combinare varie trame e prodotti. L’accostamento più comune è quello di piastrelle e pittura.

In questo caso dovrete assicurarvi di scegliere la pittura adeguata per la vostra cucina. La scelta deve ricadere su quelle che rendono semplice la pulizia ed il mantenimento.

cucina con piastrelle bianche

Mosaico completo

Questo tipo di piastrelle è il più tradizionale, il che non vuol dire che sia antiquato.

Come precedentemente menzionato, il mosaico non è più  quello usato in passato, si è modernizzato e la qualità è nettamente migliorata assieme al suo disegno.

La natura morta o i cestini di frutta sono stati superati. Le figure geometriche e l’uso di mosaici colorati sono il tipo di disegno che fa tendenza al momento.

È molto comune posizionare il mosaico sui muri della cucina. Il mosaico che da l’effetto migliore è quello che imita la pietra naturale.

Bisogna comunque tenere presente il fatto che il mosaico è difficile da pulire per via delle piccole giunzioni. Allo stesso tempo, è molto facile trovare prodotti per la sua pulizia sul mercato.

cucina con isola e sgabelli in superficie di legno

Usare lo stesso materiale per pavimento e rivestimento delle pareti

Un modo molto originale di decorare la cucina è usare lo stesso materiale per pavimenti e per il rivestimento delle pareti, magari usando lo stesso colore.

Si tratta di una scelta molto audace poiché le pareti e i pavimenti avranno lo stesso identico disegno, ciò da una sorta di continuità all’ambiente della cucina.

Inoltre, questa opzione è molto moderna e originale. Molte piastrelle hanno uno stile vintage che non può non affascinare.

cucina con bancone e sgabelli in bianco

Le piastrelle del subway, o della metro

Sono il tipo di piastrelle per decorare la cucina che vanno più di moda. In generale, si tratta di piastrelle di colore bianco e una forma rettangolare.

Grazie alla forma allungata ci danno una sensazione di amplificazione dello spazio nell’ambiente della cucina.  Sono perfette per ottenere uno stile industriale, vintage o lo stile nordico.

angolo cucina con superficie in marmo

Come usare le piastrelle per decorare la cucina

Per concludere, ci piacerebbe darvi alcuni consigli per scegliere bene il tipo di piastrelle per decorare la cucina.

Gli aspetti importanti di cui tenere conto sono:

  • La grandezza della cucina: ovviamente questo inciderà sulla grandezza della piastrella. Ricordate che tutto deve essere proporzionato.
  • Il colore dei mobili e dei piani di lavoro della cucina: ogni ambiente deve essere armonioso, la cucina non fa eccezione. Scegliete un colore che faccia contrasto ma che non sia fastidioso alla vista e che non si allontani troppo dallo stile della cucina.
  • Decidete se volete applicare le piastrelle al pavimento e alle pareti.
  • Ordinate un 10%-15% di piastrelle in più poiché quando le applicherete agli angoli dovrete necessariamente tagliarle così che perderanno la lunghezza originale.
Guarda anche