4 tipi di piano cottura IKEA che amerete

· 10 ottobre 2018
La scelta del piano cottura giusto può essere difficile a causa della grande varietà che possiamo trovare sul mercato

La cucina è uno dei luoghi in cui passiamo più tempo. Soprattutto se ci piace cucinare. Normalmente, i vari tipi di piano cottura  sono di solito integrati alla sala da pranzo, in modo da poter sia preparare il cibo che mangiare lì.

Tuttavia, si tratta anche di uno spazio che usiamo ogni giorno per lavorare. La loro funzione principale è darci un punto fermo di supporto per manipolare il cibo e appoggiare oggetti diversi. Pertanto, devono essere sempre puliti e resistenti a qualsiasi impatto. Devono anche resistere all’umidità e alle alte temperature senza rovinarsi.

Esistono sempre più disegni e stili. Principalmente dovrete tener conto della loro durata, dell’estetica e della loro cura poiché ci sono determinati materiali che richiedono una manutenzione speciale.

A volte, la scelta dei tipi di piano cottura più adatti può essere difficile a causa della grande varietà che possiamo trovare sul mercato. Nel post di oggi, proponiamo 4 tipi di piano cottura  IKEA, per rendere un po ‘più facile la scelta del piano cottura perfetto.

Tipi di piano cottura IKEA

1. Piano cottura in rovereHAMMARP

Il legno è senza dubbio uno dei materiali più utilizzati per la cucina. Questo perché visivamente porta calore e comfort. Le variazioni di colore, consistenza e aspetto dipendono in gran parte dalle dimensioni e dall’età dell’albero, dando personalità al piano cottura.

I contro di questi in legno è che richiedono una manutenzione più attenta. Questo perché il legno assorbe molta umidità. Pertanto, è consigliabile levigarlo e spazzolarlo ogni tanto se vogliamo mantenerlo in buone condizioni il più a lungo possibile.

Il lato buono è che hanno uno spessore e una densità maggiori rispetto ad altri materiali. Inoltre, sono molto più economici e molto resistenti agli urti.

Il modello di piano cottura in rovere stile Hammarp è perfetto nelle cucine che hanno uno stile cottage o uno stile nordico. Anche se si integra molto bene con qualsiasi altro dal momento che il suo colore è molto versatile. Inoltre, resiste perfettamente all‘umidità e alle alte temperature. Il fatto di essere di rovere offre più durezza e impermeabilità.

Per la cura quotidiana è necessario pulirlo con un panno leggermente umido usando un detergente che si possa usare sul legno. Affinché la tavola acquisisca una bella patina con il tempo, si consiglia di applicare olio Behandla per il trattamento del legno. Questo dà lucentezza e protegge il legno in modo che possa durare più a lungo.

Piano cottura in rovere

2. Piano cottura nero effetto pietra: EKBACKEN

Questo tipo di piano cottura è laminato. In questo modo potrete ottenere un aspetto migliore della pietra, senza che costi di più.

Sono molto resistenti e facili da mantenere. Poiché hanno i bordi dritti e sono neri, sono perfetti nelle cucine che presentano uno stile più moderno. Inoltre, i tipi di piano cottura di questo colore iniziano ad essere visti sempre di più, combinati con mobili bianchi per generare un contrasto maggiore. È, senza dubbio, una delle composizioni che ci piacciono di più per le cucine, dovuto all’aspetto attento e delicato che forniscono.

Il laminato è un materiale resistente. Tuttavia, non è conveniente appoggiare le pentole calde direttamente sul piano cottura senza utilizzare una tovaglia. Il calore può rovinarlo e formare solchi o chiazze.

Con questo materiale, dovrete anche prendere in considerazione altre precauzioni come non applicare prodotti chimici corrosivi, tagliare direttamente con il coltello o usare pagliette che possono graffiare la superficie.

Per la manutenzione quotidiana, sarà sufficiente pulirlo con un panno umido e un detergente schiumoso.

Piano cottura nero con effetto pietra3. Piano cottura bianco effetto marmo: EKBACKEN

La pietra naturale di marmo o granito è un materiale che, insieme al legno, è il più utilizzato nei tipi di piano cottura. Tuttavia, costa di più perché il montaggio, il trasferimento e il valore della pietra stessa sono molto costosi.

Per questo, IKEA propone questo tipo di piano cottura in laminato effetto marmo bianco. È molto più economico e il risultato è praticamente lo stesso.

Il marmo è un materiale che proporziona grande bellezza ed eleganza. Inoltre, in quest’ultimo periodo si è imposto come tendenza di design in cucina. Non solo come rivestimento di muri, mobili o oggetti, ma anche in luoghi di lavoro come i piani cottura.

Una delle varietà di marmo è la Calacatta. Ha un colore bianco delicato e venature pronunciate. Senza dubbio, un’ottima opzione da incorporare in cucina.

Per la sua cura quotidiana, basterà pulirlo con un panno umido, insistendo in quelle zone dove ci sono più macchie. In nessun caso si può utilizzare un prodotto corrosivo o un lavasciuga, poiché essendo una superficie bianca, i graffi saranno più evidenti.

Tipi di piano cottura bianchi effetto marmo4. Piano cottura effetto cemento: EKBACKEN

I piani cottura in cemento delle cucine saranno uno degli elementi numero uno di questa stagione. Possono essere di calcestruzzo, cemento, microcemento, rifinitura naturale, colorati, opachi, lucidi, ecc. C’è molta varietà.

Questi tipi di piano cottura vanno benissimo con stili industriali e d’avanguardia, in cui il design diventa molto importante.

IKEA propone questo piano cottura effetto cemento stile Ekbacken, molto più economico di uno realizzato in materiale naturale. È un’opzione con ottimo rapporto qualità / prezzo. Senza dubbio, una buona scelta per quelle persone che sono alla ricerca di stile e risparmio.

Piano cottura effetto cemento