Combinare diversi stili di design in un unico ambiente

28 Maggio 2019
Chi ha detto che non è possibile combinare diversi stili di design in un unico ambiente? Liberatevi dalle visioni convenzionali ed osate giocando con nuovi elementi. Renderete la vostra casa unica ed esteticamente attraente.

Molte volte si parla dei diversi stili di design come se si dovesse scegliere l’uno o l’altro. Ma non deve essere per forza così, dal momento è possibile combinare diversi stili di design in un unico ambiente. Se non sapete bene come farlo, non fatevi prendere dal panico. In questo articolo vi spieghiamo quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per combinare diversi stili di design in un unico ambiente.

Per cominciare, analizzeremo diversi esempi di mix di stili diversi. Avrete modo di notare che i risultati sono semplicemente spettacolari e molto originali. Continuate a leggere!

Combinare diversi stili di design in un unico ambiente

1. Rischiare = vincere

Stile Japandi salotto

Il rischio è essenziale per combinare diversi stili di design in un unico ambiente. È facile scegliere lo stesso tipo di mobili, due o tre tonalità dello stesso colore per decorare ed optare per gli elementi semplici. Il risultato non sarà male, ma non sarà nulla di speciale né diverso da ciò che abbiamo visto in centinaia di case.

Per questo motivo, vi incoraggiamo a combinare diversi stili di design in un unico ambiente, mescolando colori e motivi che a priori sembrano troppo diversi o inconciliabili. Cercate oggetti antichi, moderni o astratti. L’unica regola è che non ci sono regole. Fare lo stesso di sempre non renderà la vostra casa diversa o attirerà l’attenzione, quindi rischiare significa vincere.

2. Unire gli stili nel modo giusto

Palma in salotto

Uno degli errori più ricorrenti è non capire cosa significhi unire gli stili. Di conseguenza, gli ambienti potrebbero apparire privi di connessione fra loro. Non stiamo parlando di creare un angolo rustico in una casa minimalista. Né di creare una sala da pranzo in stile shabby chic in un salotto underground.

Ricordate che l’intenzione è perseguire la fusione, la miscela di stili nello stesso spazio. Il risultato deve essere l’unione fra elementi apparentemente diversi, che però insieme si traducono in armonia.

3. Giocare con i colori e i materiali

Sala da pranzo

I colori e i materiali sono gli aspetti più importanti per combinare diversi stili di design in un unico ambiente. Saranno loro a dare la prospettiva di originalità che state cercando. A seconda del risultato che si vuole ottenere, avrete a disposizione due opzioni:

  • La prima è quello di includere oggetti di un altro stile, diverso da quello predominante in colori accesi che rompono con la tavolozza prevalente nell’ambiente. Questa opzione è piuttosto rischiosa, in quanto richiama l’attenzione in modo notevole.
  • La seconda opzione è includere elementi appartenenti a stili e design diversi, ma con le stesse tonalità. Il risultato rimarrà molto originale, ma allo stesso tempo più delicato. Non esiste un’opzione migliore dell’altra: tutto dipende dai vostri gusti e dall’effetto che volete ottenere.

Alcuni esempi sulla combinazione di diversi stili di design

Combinare diversi stili di design

Nell’immagine sopra possiamo vedere il risultato dell’unione dello stile underground o industriale con quello rustico. È un’opzione molto rischiosa che non piace a tutti. Ciò che è innegabile è che il risultato non lascerà nessuno indifferente.

In questo caso, si è scelto di includere lo stile rustico attraverso i mobili in legno. Per creare armonia, il legno è stato distribuito uniformemente in tutta la stanza. Allo stesso tempo, lo stile underground non perde forza e spicca con le sue caratteristiche più peculiari. Infatti, i muri di cemento e il metallo sono due elementi fondamentali che non possono mancare in questo stile, così come gli accessori vintage.

diversi stili di design

Nell’immagine sopra possiamo vedere il risultato dell’unione di due stili apparentemente opposti. Parliamo dello stile shabby chic e dello stile minimalista. L’influenza del secondo è molto evidente: la è praticamente vuota. Gli unici elementi che vediamo provengono dallo stile shabby chic sono una poltrona, uno specchio e un tavolino basso su cui è collocato un vaso.

Il colore bianco e le grandi finestre sono perfettamente compatibili con entrambi gli stili, quindi fungono da elementi di collegamento. Per quanto riguarda i fiori, non potevano mancare, visto che parliamo dello stile shabby chic. Essendo solo un piccolo elemento decorativo, si abbinano perfettamente allo stile minimalista.

Conclusione

Ricordate: combinare diversi stili di design in un unico ambiente sarà sempre e comunque una buona idea. Distaccarsi da una visione convenzionale comporta i suoi rischi ma, come avete visto, seguendo le nostre linee guida, i risultati saranno originali e molto significativi a livello estetico.