5 consigli per illuminare casa nel modo migliore

L'illuminazione è uno degli elementi chiave per il benessere in casa. Seguite questi consigli e in casa vostra brillerà di una luce bellissima.
 

È noto che le case dei centri urbani godano di poche ore di luce naturale e che alcune stanze rimangono in penombra per diverse ore al giorno. È arrivato il momento di trovare delle soluzioni al problema; ed ecco perché in questo articolo condivideremo con voi 5 consigli per illuminare casa.

Nella costruzione di un edificio, l’esposizione a sud consente di sfruttare al meglio la luce e il calore per migliorare le condizioni di abitabilità. Tuttavia, l’area di edificazione spesso non lo permette, per cui non sempre si riesce a garantire l’ingresso della luce solare in modo continuo.

L’obiettivo principale è quello di evitare l’uso della luce artificiale, in quanto può generare costi elevati nel lungo termine. L’uso continuo dell’elettricità, oltre a farci spendere più soldi ha anche un forte impatto sull’ambiente. A tal proposito, vediamo quali sono i migliori consigli per illuminare casa.

1. Consigli per illuminare casa: approfittate della luce naturale

Tende a rullo
Tende a rullo / cortinadecor.com

Se il vostro appartamento non dispone di finestre in grado di far filtrare sufficiente luce naturale, è arrivato il momento di intervenire e vagliare la possibilità di ampliare le aperture. Per questo, sarà necessario rivolgersi a uno specialista affinché allarghi i telai delle finestre, purché sia ​​fattibile.

 

È sempre meglio tenere le persiane aperte o le tapparelle sollevate, in modo da far entrare più luce all’interno, specialmente nell’arco della mattinata fino a mezzogiorno. Se le teniamo chiuse, perdiamo la possibilità di godere di intere ore di luce naturale.

Nel caso l’esposizione al sole sia diretta, possiamo usare delle tende. È un modo pratico per sfruttare la luce solare senza limitarne troppo l’ingresso all’interno, soprattutto se di colore bianco.

La luce naturale è fondamentale; dà gioia, benessere e rende più naturali gli ambienti.

2. Luce diffusa per i grandi spazi

Lampadario di cristallo

Le stanze di grandi dimensioni sono quelle più difficili da illuminare. Richiedono un’illuminazione piena e diffusa in tutto lo spazio. Per questo, esistono 3 possibilità:

  1. Le lampade a sospensione al centro del soffitto sono perfette per illuminare un interno, soprattutto se costituite da più lampadine. All’interno di questo gruppo rientrano i lampadari di cristallo.
  2. Se l’ambiente è un luogo funzionale nel quale si lavora o si eseguono attività pratiche, la luce bianca può essere utilizzata per mezzo di lampadari allungati disposti lungo il soffitto.
  3. Infine, non lesinate su lampade o lampadine. È necessario disporre di tutte le risorse per illuminare gli spazi in modo deciso.
 

3. Consigli per illuminare casa: attenzione agli angoli

Terrazza illuminata

È importante arricchire gli angoli più bui con un tocco di luce. Lo scopo è quello di evitare vuoti squilibrati che possano alterare la decorazione.

Capita spesso che una stanza non disponga della luce adatta per raggiungere ogni angolo. Per tale ragione, è necessario predisporre un faretto o una lampada destinata ad illuminare un elemento decorativo, in modo da ottenere un angolo esteticamente interessante.

4. Illuminazione domestica: i riflettori

Consigli per illuminare casa: gli armadi

Nei corridoi o in alcune parti del salotto, i faretti in genere svolgono perfettamente la loro funzione. Si posizionano sul soffitto, in gruppi di tre, e si orientano verso i punti della stanza che richiedono più luce.

Inoltre, se sono presenti quadri o altre risorse decorative appese alle pareti, la luce del faretto può persino migliorarne l’aspetto, inoltre, direzionare la luce in modo che rimbalzi sulle pareti ci consente di raggiungere altre angoli della stanza.

La luce dei faretti si estende verso altri punti della stanza.

5. Usate il colore bianco per le pareti

Consigli per illuminare casa: i faretti a incasso

Anche se non sembra, l’uso del bianco per le pareti conferisce più luminosità di una tonalità neutra o scura. Grazie alla sua tonalità, funziona come uno specchio facendo rimbalzare la luce e generando maggiore luminosità all’interno.

 

Al contrario, colori come il nero o il blu scuro conferiscono un’atmosfera più cupa e non favoriscono la propagazione della luce. Pertanto, il bianco è il colore più indicato per amplificare l’illuminazione interna, soprattutto quando riceve la luce naturale diretta.

Sudjic, Deyan: La luz y el color en la decoración, Folio, 1992.