Cameretta in stile Montessori: come arredarla

· 30 luglio 2018
Luminosa, allegra, funzionale e, soprattutto, a misura di bambino. Entriamo in una cameretta in stile Montessori.

La cameretta in stile Montessori è molto di moda nelle case moderne. È infatti sempre più comune che i genitori si interessino all’educazione scolastica dei propri figli – com’è giusto che sia – con particolare attenzione al corretto sviluppo cognitivo e motorio.

Quando si arreda una cameretta, è sicuramente importante pensare all’estetica, ma soprattutto alla funzionalità, come spesso ricordiamo nei nostri articoli.

Una cameretta in stile Montessori, come dice la parola stessa, ha un arredamento basato sull’uso dei principi fondamentali del metodo Montessori.

I principi del metodo Montessori

Se volete arredare la cameretta in stile Montessori, è importante conoscere i fondamenti di questo metodo pedagogico.

  • L’apprendimento è un processo naturale e spontaneo di ogni essere umano.
  • Quest’apprendimento si realizza attraverso esperienze generate dall’interazione con l’ambiente circostante.
  • Il processo attraverso cui si impara è più importante della conoscenza in sé.
  • La scoperta genera felicità, soddisfazione ed allegria e, pertanto, contribuisce ad aumentare l’autostima e il pensiero positivo.
  • Secondo il metodo Montessori, i bambini devono essere liberi non solo nei loro movimenti, ma anche nel loro apprendimento.

Elementi fondamentali della pedagogia Montessori sono l’ambiente e lo spazio in cui il bambino scopre e, quindi, impara.

Cameretta in stile Montessori: che significa?

L’arredamento della cameretta in stile Montessori ha un proprio “marchio di fabbrica”, se così si può dire.

È un arredamento con un’estetica molto curata, quindi visualmente molto piacevole. Inoltre, il costo di una cameretta arredata con questo stile è spesso molto inferiore rispetto ad altri tipi di arredamento.

Questo dipende soprattutto dal fatto che i materiali usati e gli elementi più caratteristici di una cameretta in stile Montessori non richiedono un grande investimento economico da parte della famiglia.

Bisogna sottolineare che questo tipo di arredamento non è destinato ad un’età specifica e si può usare fin dalla nascita del bambino.

Qui di seguito troverete le 3 chiavi per arredare in perfetto stile Montessori.

L’ambiente

Come abbiamo anticipato, l’ambiente è molto importante nel processo di insegnamento/apprendimento. Attraverso l’interazione con lo spazio circostante si producono scoperte che generano conoscenza.

Per questo motivo, lo spazio deve essere preparato in modo tale da rispondere alle necessità pratiche e cognitive del bambino.

L’arredamento Montessori propone un ambiente rilassato, nel quale si possono a volte distinguere diversi spazi:

  • Una zona dedicata al riposo.
  • Un’area dedicata all’igiene personale (bagno, vestiti, ecc).
  • Un angolo dedicato all’alimentazione o all’allattamento.

Ovviamente queste aree possono trovarsi all’interno della stessa stanza o meno, a seconda delle dimensioni a disposizione.

Cameretta Montessori

I colori

L’uso dei colori adatti è molto importante per costruire un ambiente rilassato e comodo.

Per questo, la palette di colori ideale per la cameretta in stile Montessori è quella che usa i colori pastello.

Questo non significa che i colori più intensi siano esclusi, è sempre una questione di gusti personali.

La luce

Le camerette Montessori sono luminose. Predominano le finestre grandi, dalle quali entra molta luce naturale. Quando la luce è scarsa, si preferisce una luce artificiale bianca.

Le ghirlande di luci, come le lucine di Natale, sono molto usate in questo stile di arredamento.

Il pavimento

Il pavimento deve essere il più possibile libero, per lasciare spazio al bambino di muoversi senza trovare ostacoli.

Tappeti sintetici o con lettere o animali sono perfette. Usare questi tipi di tappeti aiuta i bambini nell’apprendimento.

I mobili

L’arredamento Montessori è abbastanza rigido per quanto riguarda i mobili, ed è probabilmente l’aspetto che sorprende di più le persone che si informano per la prima volta su questo stile.

Se vogliamo arredare seguendo i consigli di questo metodo, dobbiamo dimenticare i lettini con le sbarre. La ragione è che le sbarre impediscono al bambino di osservare il suo ambiente senza ostacoli.

Si consiglia, invece, di usare letti appoggiati al pavimento, con una struttura molto bassa, o appoggiando direttamente il materasso per terra. E sì, vale anche per i neonati.

Letti bassi nella cameretta in stile Montessori

La ragione di questa scelta risiede nel concetto che i bambini non siano dipendenti dagli adulti per uscire dal letto o per entrarci, ma che lo possano fare da soli. Inoltre, se dovessero cadere dal letto, non si faranno male.

Usare mobili adeguati alla loro altezza stimola l’autonomia e l’indipendenza del bambino.

Il materiale più usato è il legno non trattato.

Altri elementi

L’arredamento della cameretta in stile Montessori non si limita a quanto abbiamo appena descritto.

Un altro elemento fondamentale di questo tipo di arredamento sono gli specchi, che vengono posizionati all’altezza del bambino.

L’importanza che si attribuisce a questi accessori deriva dal fatto che, a partire dai 6 mesi, i bambini iniziano a riconoscersi nel loro riflesso.

Posizionare specchi in cui si possano guardare stimola il riconoscimento e l’esplorazione del proprio corpo.

I quadri

Aggiungere quadri con lettere, animali, numeri, ecc. stimola la curiosità nei bambini e anche l’apprendimento.

Sono perfetti per allenare la memoria e il riconoscimento visuale.

L’arte e la musica

Non è un segreto che arte e bambini sono, o dovrebbero essere, un binomio inseparabile. L’arte stimola la curiosità, la scoperta e la creatività.

Collocare alcuni libri su una mensola, alla quale possano avere accesso i bambini, è un’ottima soluzione.

Inoltre, potete aggiungere quadri o opere d’arte adatte ai bambini, perché si avvicinino a questo mondo.

Un altro elemento imprescindibile è la lavagna, uno strumento che i bambini usano molto. L’uso di lavagne, o altre superfici, sulle quali i bambini possano scrivere e disegnare stimola enormemente lo sviluppo della grafomotricità.

Lavagna da parete

Anche la musica è uno strumento fondamentale per l’apprendimento. Avere un angolo musicale, con alcuni strumenti, un piccolo riproduttore musicale, ecc. è sempre un’ottima idea.

I giocattoli

Scegliete giochi didattici, attraverso cui i bambini possano imparare qualcosa di nuovo.

Tenete sempre a mente l’età del bambino e le sue necessità prima di comprarne uno nuovo. È altrettanto importante osservare le abilità proprie dell’età per cercare giochi, attività, ecc. che stimolino lo sviluppo di quelle particolari abilità.

Conclusione

Arredare una cameretta in stile Montessori significa tenere in considerazione lo sviluppo cognitivo e motorio del bambino.

È una modo per creare un ambiente che favorisce l’apprendimento dei più piccoli.

Avere una stanza funzionale, adattata alle necessità reali e pratiche del bambino e che stimoli l’apprendimento aiuterà i vostri figli ad essere più autonomi ed indipendenti, fin dalla prima infanzia.