Sala da pranzo minimalista: 4 motivi per averne una

28 Gennaio 2019
Se volete avere una sala da pranzo minimalista dentro casa vostra, in questo articolo vi spiegheremo cosa serve per crearne una in modo rapido e trendy.

Lo stile minimalista è, allo stesso tempo, essenziale, pulito e gradevole. Per questo motivo, sempre più persone lo scelgono per decorare cucine, camere o salotti degli appartamenti moderni. Una sala da pranzo minimalista si distingue nell’uso di elementi geometrici, con linee semplici e colori neutri. Inoltre, è uno stile ideale per case con grandi spazi e soffitti alti.

Se anche voi volete sfoggiare una sala da pranzo minimalista, dovrete anzitutto approntare uno spazio sufficiente a distribuire correttamente ogni elemento decorativo. La regola d’oro, per arredare la vostra casa seguendo i dettami di questo stile è la famosa “less is more” (“meno è di più”). Pertanto, l’obiettivo di creare una sala da pranzo minimalista si basa sull’idea di un ambiente semplice e limitato al minimo.

Di seguito vi daremo tutte le informazioni necessarie per comprendere questo stile. Non mancheranno, ovviamente, alcuni consigli pratici: vi serviranno per allestire la vostra sala da pranzo minimalista.

Sala da pranzo minimalista: aprite gli spazi

Distribuite gli elementi su ampi spazi, sfruttando i tetti alti che saranno essenziali. Aria e luce devono abbondare, evitando inutili sovraccarichi decorativi nell’ambiente. Per decorare la vostra sala da pranzo minimalista dovrete organizzare e sistemare correttamente gli oggetti. Avere delle finestre grandi vi darà una marcia in più, se volete seguire questo stile.

Come avrete già capito, alla base di un design minimalista c’è il contrasto creato da pochi elementi, immersi in uno spazio ampio e ben illuminato. Questo è un aspetto che dovrete sempre ricordare.

Colori neutri

I colori neutri (come bianco, grigio, nero) e la gamma di colori marroni sono fondamentali nel definire il vostro tipo di stile minimalista. Questi toni, da soli o combinati tra loro, trasmettono eleganza e sobrietà a tutte le stanze. Inoltre, le diverse tonalità saranno determinati anche dai materiali che utilizzerete.

I materiali più usati, nelle sale da pranzo minimaliste sono: metallo, vetro e legno. Vediamo come usarli e combinarli a casa vostra:

1. Tutto bianco

La scelta del colore bianco è ottima, dato che è la sfumatura di base del design minimalista. Potete scegliere di incorporare colori chiari su pareti, soffitto e pavimento. Inoltre, l’accompagnamento con mobili bianchi o color gesso può essere un’ottima soluzione. Se avete paura che il bianco possa apparire monotono, potete utilizzare degli elementi in nero, creando un elegante contrasto.

2. Combinate bianco e marrone

Il colore bianco, combinato con il marrone legno e in altre tonalità, è caratteristico dello stile minimalista. Potete usare dei tavoli bianchi con gambe in legno e delle sedie che ripetono lo stesso contrasto (come nella foto in basso). Ancora meglio se avete delle pareti bianche e un pavimento in legno. Combinare il bianco con una leggera tonalità di marrone legno può creare un effetto visivo davvero molto appagante. Ma anche tonalità più scure andranno benissimo.

Una sala da pranzo minimalista in bianco e legno

3. Bianco con dettagli colorati

Anche usare il colore bianco nella sua interezza, con qualche dettaglio in un colore scuro o addirittura grigio, può essere una buona alternativa. Per decorare la vostra sala da pranzo minimalista potete aggiungere tanti piccoli tocchi di colore, in contrasto con la tonalità dominante. Ad esempio, usando del colore nei centritavola o inserendo un dipinto fantasioso su una parete.

La scelta dei mobili

I mobili che posizionerete nella sala da pranzo minimalista saranno gli oggetti più importanti. Ricordatevi di misurare bene gli spazi disponibili, prima di acquistare ogni nuovo elemento del vostro arredamento. Decidete dove posizionare i mobili, controllando che la mobilità e lo spazio siano sempre sufficienti. Se avete delle finestre grandi, vi consigliamo di posizionarci davanti un tavolo lungo, più o meno della stessa ampiezza del cristallo.

Le sedie dovranno essere abbinate al tavolo. Scegliete il materiale che vi piace di più e adattatelo ai toni della casa. Ci sono tavoli fatti di legno, in metallo, con la parte superiore in vetro o elaborati con materiali più leggeri e pratici da pulire. Non serve comprare un tavolo enorme se la vostra famiglia non è così numerosa. Ma nel caso che abbiate lo spazio, un elemento di questo tipo può davvero il protagonista all’interno della vostra stanza da pranzo minimalista.

Vi ricordate della “regola d’oro” citata poc’anzi? Ebbene: meno mobili inserirete nella sala, meglio sarà. Solamente il tavolo con le rispettive sedie sono elementi francamente indispensabili. Altri dettagli decorativi potranno essere aggiunti sulle pareti o con l’illuminazione.

Una sala da pranzo minimalista in legno

L’importanza dell’illuminazione

Abbiamo già detto che i toni chiari e la posizione, meglio se di fronte a grandi finestre, sono un’ottima idea per valorizzare la sala da pranzo minimalista. Il bianco e gli altri colori chiari, insieme alla grande quantità di luce naturale, renderanno questo spazio un luogo davvero molto accogliente.

Anche se la luce naturale è essenziale, per completare l’opera dovrete sforzarvi per trovare la migliore alternativa “artificiale”. Provate ad appendere una grande lampada o una fila di lampade sospese sul tavolo. Sono entrambi alternative perfette per evidenziare l’estetica minimalista.

Come avete visto, per creare una sala da pranzo minimalista ideale, occorre prendere in considerazione diversi fattori fondamentali. Lo spazio, l’illuminazione, i colori, i mobili e l’arredamento adeguato trasformeranno la vostra sala da pranzo nell’ambiente più speciale della casa.