Prendersi cura delle ortensie nel giardino

26 Aprile 2019
Se state pensando di coltivare delle ortensie nel vostro giardino, questo articolo è per voi. Vi spiegheremo tutto quello che c'è da sapere per prendersi cura delle ortensie al meglio

Prendersi cura delle ortensie non è molto diverso da quello che richiedono altre piante. Ci sono alcune cure specifiche, ma sono davvero molto semplici.

Queste cure aiuteranno a mantenere il vostro giardino bello e sempre curato.

Le piante, e in particolar modo quelle con i fiori, donano molta vitalità, colore e sensazione di delicatezza a qualsiasi spazio della nostra casa. Un giardino con i fiori è magnifico e rende felice chiunque abbia la passione per le piante.

Inoltre, fa di questo spazio esterno un luogo tranquillo nel quale godersi il bel tempo, una buona lettura o la compagnia dei nostri familiari e amici.

Nell’articolo di oggi parleremo di come prendersi cura delle ortensie. Come scoprirete subito, si tratta di consigli molto semplici di cui dovrete tenere conto se pensate di tenere una pianta  di ortensie nel vostro giardino.

Cosa sono le ortensie?

Il mondo dei fiori e della botanica è immenso. Esiste una enorme varietà di specie di piante e spesso è facile confondere le une con le altre.

L’ortensia, a differenza di quanto comunemente si crede, è un arbusto, non un fiore, dalle foglie caduche e di origini asiatiche. Ne esistono circa 43 specie riconosciute.

I suoi fiori crescono in preziosi grappoli e ne esiste una grande varietà di colori. Inoltre, diffondono un profumo caratteristico e accattivante.

Curiosamente, i colori dell’ortensia non hanno a che fare con la sua specie ma con il tipo di nutrienti che assorbono. Di questo parleremo più avanti.

tipi di ortensie

In genere si trovano all’esterno delle case, nei porticati o nei giardini. Tuttavia si adattano perfettamente anche all’interno.

Come prendersi cura delle ortensie al meglio

Come tutte per tutte le piante, anche prendersi cura delle ortensie necessita di attenzioni specifiche. 

Queste cure non sono affatto complicate, ma anzi risultano molto semplici anche a chi non ha una grande esperienza di giardinaggio. Ma bisogna tenere conto di alcune cose importanti.

Acqua

Una delle cure principali per le ortensie che dovete conoscere riguarda l’acqua.

Le ortensie sono piante che richiedono molta umidità. Per questo, l’irrigazione deve essere quotidiana, perché il terreno in cui sono piantate deve rimanere sempre umido.

Luce

Per prendersi cura delle ortensie al meglio è altrettanto importante sapere che queste piante, così come richiedono luce, necessitano anche di ombra.

Per questo, conviene che siano posizionate in un luogo che riceva il sole la mattina e l’ombra di pomeriggio. 

Terreno

Le ortensie sono esigenti per quanto riguarda il terreno e non accettano qualunque tipo di suolo.

Crescono forti e colorate nei terreni acidi, altrimenti appassiscono. Per questo, è fondamentale mettere del composto organico oltre a concime liquido ogni 15 giorni perché la pianta cresca forte.

terra per le ortensie

Una curiosità: perché le vostre ortensie abbiano un colore azzurro acceso, mettete dei chiodi di metallo, un pezzo di alluminio e bucce di frutta. In questo modo, la pianta assorbirà i minerali di questi elementi e prenderà quel colore.

Le ortensie, come abbiamo detto in precedenza, non sono di un colore determinato in funzione alla loro specie, ma in funzione ai nutrienti che assorbono.

Malattie e insetti

Un altro modo per prendersi cura delle ortensie consiste nel’ individuare ed evitare le malattie e gli insetti ai quali sono vulnerabili.

L’afide e il ragno rosso sono i due insetti che maggiormente attaccano le ortensie. D’altra parte, i funghi sono ugualmente una malattia abbastanza comune in questa pianta che, alla fine, può farla marcire.

Per combattere sia le malattie che gli insetti si può ricorrere all’uso di pesticidi o di rimedi naturali.

Potatura per prendersi cura delle ortensie

Perché le ortensie crescano anno dopo anno più forti e producano fiori, è necessario effettuare una potatura.

La potatura consiste nel recidere i fiori secchi e gli steli.

Vale a dire, la potatura si effettuerà dopo la fioritura.

Questo farà sì che la pianta non muoia e che anno dopo anno dia splendidi fiori. Si tratta di una delle azioni più importanti per prendersi cura delle ortensie, e non va mai tralasciata.

potatura per prendersi cura delle ortensie

Conclusione

Come potete vedere, prendersi cura delle ortensie è abbastanza semplice. Con un po’ di informazione e di un buon lavoro potrete avere nel vostro giardino delle splendide ortensie, che gli daranno colore e vivacità.

Un ultimo consiglio che vi diamo è che contro l’inclemenza del clima, come freddo estremo o forti bufere, se non è possibile trasferire le ortensie all’interno, basta coprirle con una scatola.