Giardino idroponico: idee per realizzarlo

8 Ottobre 2019
Il giardino idroponico è un sistema di coltivazione che non necessita di terra per la crescita delle piante. Vengono invece utilizzate soluzioni nutrienti solubili in acqua. Scoprite come realizzarne uno.

Sono sempre di più gli amanti del giardinaggio che optano per la realizzazione di un giardino idroponico, per via dei suoi molti vantaggi. Non solo è più piccolo di un giardino tradizionale, ma cresce facilmente in interni ed è anche adatto alla coltivazione di ortaggi.

L’aspetto più interessante è che l’attrezzatura necessaria alla sua manutenzione non è affatto costosa, né difficile da utilizzare. Infatti, per la realizzazione di un giardino idroponico non è necessario essere degli esperti, inoltre esistono diversi semplici metodi per farlo. Vi piacerebbe averne uno?

Cos’è un giardino idroponico?

Il giardino idroponico è un sistema di coltivazione che permette di coltivare le piante senza usare la terra. Al posto di quest’ultima, vengono utilizzate soluzioni nutrienti contenenti tutti gli elementi chimici di cui le piante hanno bisogno per crescere.

Si possono realizzare con una base di sola acqua o con elementi quali fibra di cocco e pietra per dare sostegno alle radici. Di fatto, sta diventando una delle migliori alternative nella realizzazione di giardini urbani, soprattutto per la facilità di manutenzione e per la poca richiesta di spazio.

Naturalmente, per via delle sue specificità, è necessario informarsi sulle caratteristiche del tipo di pianta che si intende coltivare. In questo modo sarà possibile stabilire la regolazione ottimale del pH, i nutrienti adeguati e la quantità di acqua e luce necessarie alla crescita della pianta.

Pianta idroponica

Idee per la realizzazione di un giardino idroponico in casa

Il vantaggio della coltura idroponica è che non è necessario essere degli esperti per realizzarne una in casa. Esistono diversi metodi fai da te che chiunque può mettere in pratica. Di seguito, ve ne proponiamo alcuni.

Metodo Kratky

Il primo sistema che vi consigliamo per la realizzazione di un giardino idroponico in casa è il famoso metodo Kratky. È indubbiamente uno dei più semplici, adatto a chi si avvicina per la prima volta alla coltura idroponica ed è l’ideale per chi intende coltivare ortaggi.

Per la sua realizzazione sono necessari materiali come un secchio, mezzi di coltura, vasi, sostanze nutritive idroponiche e kit pH. Tali elementi consentono di configurare un sistema passivo, che non necessita di elettricità e che può funzionare per diverse settimane senza manutenzione.

Con questo sistema potete coltivare verdure come lattuga e spinaci. Inoltre è un sistema adatto anche alla coltivazione dei pomodori.

Sistema idroponico a vasca singola

Piantagione idroponica

Per attuare questo progetto di coltura in casa, avrete bisogno di una grande vasca, diversi mezzi di coltura quali cocco o perlite-vermiculite e, naturalmente, una miscela di minerali e altri nutrienti.

I mezzi di coltura vengono utilizzati per svolgere un’azione capillare, consentendo ai nutrienti di spostarsi verso le radici delle piante. È un sistema adatto alla coltivazione di singole piante di taglia grande.

Il sistema può essere irrigato manualmente, oppure si può optare per un sistema automatizzato. Quest’ultimo richiederà un serbatoio per la raccolta dell’acqua, una pompa sommersa e un timer.

Sistema di coltura idroponica NFT in PVC

Si tratta di un giardino idroponico verticale realizzato con il metodo noto come NFT. È un’ottima alternativa per chi desidera coltivare piante di pomodori o erbe. Il sistema base, ospita in genere dalle 20 alle 40 piante, a seconda delle dimensioni.

Viene realizzato con grandi tubi in PVC di circa 4 pollici. Le piante vengono collocate in ciotole disposte in supporti perforati sul tubo. È un sistema chiuso, in cui l’acqua circola all’interno dei tubi e del serbatoio.

Per la sua forma e dimensioni è un sistema che può essere posizionato sia all’interno che all’esterno. In caso venga installato in interni sarà necessario integrarlo con delle luci di coltura.

Vantaggi di avere un giardino idroponico

benefici colture idroponiche

Adesso che conosciamo i metodi base della coltivazione idroponica in casa, passiamo ad analizzare alcuni dei suoi benefici. Come accennato precedentemente, è una forma di coltivazione che presenta diversi vantaggi rispetto al giardino tradizionale.

  • Evita le malattie della terra e le erbacce.
  • È un sistema ad alte prestazioni che consente di produrre alimenti in piccoli spazi.
  • Permette la coltivazione delle piante in qualunque periodo dell’anno.
  • Fa risparmiare tempo, in quanto esclude la necessità di arare e di creare solchi nella terra.
  • Consente un grande risparmio d’acqua rispetto ai metodi di coltivazione tradizionali.

Non avete ancora provato? Scegliete il metodo che più vi ispira per coltivare a casa le vostre verdure e ortaggi. Ovviamente, potete anche seminare un’infinita varietà di piante e fiori.