Scegliere i colori per le pareti: errori comuni

· 30 novembre 2018
Nonostante possa sembrare facile scegliere la gamma di colori per decorare un ambiente (o vari), in realtà, c'è parecchio in ballo.

Spesso, quando si tratta di scegliere i colori per le pareti, ci facciamo trasportare dall’impulso quando una tonalità o un elemento richiamano la nostra attenzione. E a volte, così facendo, sbagliamo.

Anche se si commettono errori, è possibile risolverli con alcuni trucchi molto facili da attuare. Si tratta di realizzare piccoli ritocchi che aiutano a mantenere l’armonia negli spazi e a ridurre i conflitti. Il seguente articolo aiuterà sia a correggere gli errori già commessi, che ad evitarne altri in futuro.

Scegliere i colori per le pareti: errori da non fare

Non usare gli strumenti adeguati

Il primo errore che di solito si commette (o forse il più comune di tutti, oggigiorno) nello scegliere i colori per le pareti è di non fare uso degli strumenti web o programmi di software. Con questi, possiamo invece farci un’idea più vicina possibile a come risulteranno le nostre scelte in casa.

Scegliere i colori per le pareti

Oggi esistono tante risorse per ricreare la decorazione che desideriamo, risorse che possiamo sfruttare per ottenere risultati ancora migliori.

Scegliere la pittura in modo affrettato

Quando arriva il momento di recarsi al negozio di bricolage, si possono commettere diversi errori, tentando di scegliere i colori per le pareti. Tali errori si possono riassumere come segue:

  • Guardare il catalogo e scegliere il colore, senza richiederne prima un campione per provarlo a casa.
  • Comprare esattamente lo stesso colore del catalogo, senza considerare che può essere diverso, quando applicato sulle pareti.
  • Il seguente errore, che si commette quasi simultaneamente ai precedenti, consiste nel provare la pittura solo su un punto della camera. Così non si possono apprezzare tutti i cambiamenti di luce e ombra che si producono durante il giorno sul colore.
  • Scegliere solo pittura opaca, principalmente per il basso costo. Questo tipo di finitura va bene su pareti con imperfezioni e abbondante luce naturale. Perché uniforma le superfici. Ma bisogna tenere conto che se si intende pitturare un’intera stanza, il risultato sarà molto monotono.
  • Lasciare la scelta del colore della pittura per ultima. O, in altre parole, scegliere prima i mobili e poi i colori per decorare.
  • Scegliere vari colori dominanti per uno stesso spazio. In tal modo, si crea con lo stesso un eccesso di contrasti.
  • Tenere in conto il colore del pavimento dopo aver scelto i colori delle pareti.

Decorare in modo sbagliato

I seguenti errori che di solito si commettono riguardano il momento di applicare i colori per le pareti.

  • Aggiungere troppi colori sulle pareti, mobili e accessori è una cosa da evitare. Anche la decorazione con colori vibranti deve mantenere un equilibrio.
  • Un altro errore sta nel fatto di fissarsi solo sulla pittura. Senza pensare di ricorrere ad altri materiali che potrebbero essere più interessanti. Come la carta da parati, tra gli altri.
  • Dipingere di scuro una stanza con molta luce naturale. Questo non aiuterà a creare un ambiente più accogliente o a dissimulare l’ampiezza dello stesso. Creerà, piuttosto, una specie di pesante blocco visivo.
  • Allo stesso tempo, dipingere il soffitto di colore scuro eviterà che la stanza appaia armoniosa, quanto a luminosità e profondità.
  • Dipingere ogni camera della casa di un colore diverso. Questo è un errore tipico di oggi. Perché non crea un senso di continuità. Crea cambiamenti troppo bruschi che, invece di promuovere un ambiente gradevole e armonioso, riescono solo a sopraffare.
  • Applicare un solo colore in tutta la camera. Questo crea un ambiente troppo piatto, per cui, alla fine si rivela un errore.
  • In relazione con quanto detto sopra, non considerare le correzioni che si devono fare negli accessori e nel mobilio, una volta applicato il colore sulle pareti, costituisce un altro errore. Dato che favorisce la pesantezza e la monotonia.
  • Dipingere tutto bianco dove c’è poca luce. Senza tenere conto che può far risultare l’ambiente troppo freddo. Questo è, quindi, un altro errore comune quando si tratta di decorare. Invece di dipingere tutto di bianco, si può giocare con i colori caldi neutri, come avorio, vaniglia, gesso, beige, tra gli altri.

Come ottenere la combinazione ideale?

Per scegliere la combinazione perfetta dei colori per le pareti è necessario considerare tutto quanto sopra menzionato. Ma la regola d’oro consiste nello scegliere un colore dominante, un colore secondario e un colore di risalto. Che dovranno distribuirsi così:

  • Il 60% della superficie dovrà essere riservata al colore dominante.
  • Il 30% della superficie al colore secondario.
  • E il 10% al colore di risalto.

Un altro trucco per scegliere i colori per le pareti consiste nel selezionare un colore e accompagnarlo con un tono più chiaro e un altro più scuro. E ricordate, gli accessori e i mobili devono sempre essere tenuti in conto.