Edera per esterno: recinzioni, cancelli e pareti

10 luglio 2018
Volete più intimità nel vostro giardino? Oppure, volete una facciata per la vostra casa che sia unica e inconfondibile? L'edera per esterno è perfetta per ottenere privacy e personalizzare la vostra casa.

L’edera per esterno è l’ideale se volete ottenere un po’ di privacy per i vostri spazi esterni.

Questa bellissima pianta non richiede molte cure e cresce rapidamente. Motivo per cui l’edera per esterno rappresenta una scelta davvero ideale.

Questa pianta appartiene alla famiglia delle Araliaceae, che conta più di 15 specie diverse. Nell’arredamento, nella progettazione di interni e nel giardinaggio è molto utilizzata grazie al suo impatto visivo, essendo molto bella.

È un’ottima alleata quando si tratta di creare spazi più privati.

L’edera, inoltre, cresce rapidamente generando ramificazioni che vanno ad estendersi sulla superficie che scegliamo. Per questo, è importante accettare il compromesso di averne cura e di effettuare la manutenzione necessaria perché non invada altre zone o addirittura altre proprietà.

Nell’articolo di oggi, parleremo dell’edera per esterno. Pianta fantastica per creare coperture verdi che donano privacy ai nostri spazi.

Com’è l’edera?

L’edera è una pianta utilizzata per coprire muri, pareti e recinti in modo tappezzante, perché è sia strisciante che rampicante .

All’esterno si può mettere sui muri, pareti, recinzioni e cancelli sempre e quando non c’è molto sole, perché l’edera è una pianta da ombra. Se riceve molto sole, perde il verde brillante delle sue foglie.

È davvero una pianta molto resistente e possiamo trovarla tanto all’interno quanto in esterno.

Inoltre, si tratta di una pianta che cresce nei climi temperatidove la temperatura si aggira tra i -4°C e i 40°C, cosa che la rende perfetta per gran parte delle regioni italiane (sostanzialmente, con la sola eccezione delle zone di alta montagna).

L’edera per esterno può raggiungere i 30 metri di altezza e il suo frutto, sotto forma di bacca, è molto velenoso per le persone.

Come abbiamo detto prima, ne esistono molte specie diverse, ma le edere per esterno più comuni sono l’edera comune e l’edera delle Canarie.

edera per esterno

Che benefici porta l’edera per esterno?

Sono molte le persone che decidono di avere un’edera per esterno in base all’estetica. Sebbene l’edera conferisca effettivamente molta personalità e presenza ad una facciata, sono molti di più i suoi benefici.

Analizziamo i seguenti:

  • Previene l’erosione: l’edera da esterno, quando ricopre muri e pareti, li cura prevenendone l’erosione, perché l’impatto del sole, della pioggia e dell’umidità ricade sulla pianta, e non sulla struttura.
  • Agisce da riduttore termico: generalmente, l’edera all’esterno è lunga alcuni metri. In certi casi addirittura è presente sull’intera facciata. Per questo si parla di edere estese che apportano frescura e assorbono l’umidità.
  • Benefici all’ecologia: se siete persone a cui interessa l’impatto ambientale, vi farà piacere sapere che l’edera all’esterno, tramite la sua fotosintesi, assorbe gas tossici come lo CO2, convertendolo in ossigeno e annientandolo.
  • Poche esigenze: l’edera è una pianta che richiede poca manutenzione, necessita solo di alcune guide o tutori perché cresca nella direzione e per la lunghezza che desiderate, e poco sole, dato che la sua crescita ottimale avviene in zone ombrose.
  • Versatilità: l’edera, inoltre, è una pianta molto versatile che può stare sia all’interno che all’esterno. Oltretutto, può essere strisciante o rampicante.

D’altro canto, e parlando dell’edera in esterno, può essere piantata su superfici diverse, ad esempio muri, pareti, facciate intere delle case, cancelli o recinzioni e giardini.

edera sulla parete

Come piantare un’edera per esterno

Dopo aver conosciuto i vantaggi di questa pianta, è ora di sapere come piantare un’edera per esterno. Va sottolineato che è sempre meglio ricorrere alla consulenza e all’aiuto di un esperto, tuttavia, potete anche farlo da soli.

In primo luogo, dovete scegliere la specie che desiderate. Dopo di che, dovrete scegliere la zona in cui volete che “attecchisca”. Se è un muro, una recinzione o una facciata della vostra casa.

Una volta scelte queste due cose, è il momento di piazzare terra fertile e di innaffiarla per bene. Potete utilizzare una fioriera per questo.

È importante che la terra sia ben inumidita per poter piantare l’edera.

Prima di piantarla, fate dei buchi nella terra per le piante. È consigliabile che tra un buco e l’altro ci siano 3 cm di distanza e che ogni buco abbia una profondità di 6 cm. In ultimo, interrate le piante. È importante guidare l’edera tramite dei tutori.

Ricordate che questa pianta è rampicante, per cui tenterà di attaccarsi a qualsiasi cosa per crescere. Per questo motivo dovete guidarla in modo che cresca esclusivamente dove voi volete senza invadere altre zone.

edera per esterni

 Conclusione

L’edera in esterno è un’opzione perfetta se desiderate avere privacy nel vostro giardino o se volete che la facciata della vostra casa sia unica e inconfondibile.

È una pianta molto facile da curare e poco esigente, inoltre è anche economica. Nonostante questo, offre molti benefici alla casa e all’ambiente.

Guarda anche