Tutto sulla decorazione in stile francese

23 Luglio 2019
Se volete dare un tocco di eleganza e delicatezza alla vostra casa, lo stile francese è proprio quello che fa per voi.

Se siete già stati in Francia, avrete sicuramente notato il tipo di decorazione in voga da quelle parti. Curano molto l’estetica e sono attenti a ogni minimo dettaglio. Ecco perché, oggi, vogliamo farvi scoprire qualcosa in più sulla decorazione in stile francese.

Sia negli spazi pubblici che in quelli provati, i francesi amano l’aspetto curato; ovvero, ci tengono a mostrare il loro stile personale e elaborato, da cui traspare la sensibilità e la delicatezza della loro personalità.

Amano il dinamismo e le decorazioni, l’uso di diverse risorse, spesso perfettamente combinate e apparentemente correlate l’una all’altra. Rifiutano le dicotomie estetiche e tendono a mettere in relazione tutti gli elementi che compongono la decorazione dello spazio.

Allora, vi è venuta voglia di saperne di più sulla decorazione in stile francese?

Come nasce la decorazione in stile francese?

decorazione in stile francese

Questo stile ha un precedente illustre: la decorazione patrizia. Parliamo, ovviamente, di un’estetica legata alle case delle classi superiori della nobiltà e della borghesia, che dal XVII si dedicarono ampiamente alla decorazione d’interni delle proprie dimore.

La Reggia di Versailles è lo specchio più autentico di questo stile. È servita da esempio e modello per quello che, secoli dopo, si è concretizzato nello stile decorativo che si abbevera alla sua fonte. Proprio per questo, la decorazione che ritroviamo nello stile francese ci ricorda gli antichi palazzi del paese gallico.

Ebbene, quali aggettivi potremmo attribuire a questo stile? Quelli che lo definiscono meglio sono: delicato, elegante, dettagliato, tenero, dinamico, materico e policromo.

Arte e decorazione si fondono in uno stile davvero interessante.

Pura eleganza per il salotto e la sala da pranzo in stile francese

salotto in stile francese

Sappiamo bene che il salotto è i luogo dove riceviamo gli ospiti e dove passiamo la maggior parte del tempo. La decorazione di questo ambiente dovrà essere curata nel dettaglio, e se vogliamo conferirgli eleganza e renderlo realmente attraente, lo stile francese farà al caso nostro.

  • I mobili sono un elemento importantissimo della decorazione in stile francese, soprattutto per il design. I bordi delle sedie saranno curvi, arrotondati, arricciati, in pratica, tutto fuorché lineari. Allo stesso modo, applicheremo gli stessi requisiti per l’estetica del tavolo.
  • Le tende andranno abbinate al tavolo e alle sedie. Dovranno avere un gusto teatrale, trattandosi di uno stile che si ispira al XVII e XVIII secolo. Per questo, avrete bisogno di tende dinamiche che abbiano entrate e uscite e, naturalmente, una mantovana nella parte superiore.
  • Il pavimento dovrà essere di legno. Da coprire a sua volta, con un grande tappeto stampato o a disegni geometrici. In questo caso, torna utile il concetto di shabby chic in perenne dialogo con i mobili.

Semplicità nel colore delle pareti

zona living

Se non sapete ancora quali colori scegliere per le pareti, evitate di complicarvi la vita. È forse la parte più semplice e non richiede troppi interventi.

Il colore bianco è quello maggiormente utilizzato. Questo tono funge da base per gli altri colori e rende possibile ogni abbinamento. Tuttavia, si possono utilizzare anche altri colori per le pareti, seppur facendo molta attenzione all’abbinamento.

Anche i colori pastello sono spesso usati in questo stile. Sia nei toni del verde e del celeste, che in quelli più caldi del rosa salmone. Tutti contribuiscono a rendere elegante l’ambiente.

I colori sono ciò che dà vita a un luogo.

Altre risorse decorative dello stile francese

lampadario

Ovviamente ci sono anche altri elementi che contribuiscono a sottolineare l’eleganza e la sensibilità di questo stile. Alcuni esempi sono:

  • Specchi: non si dovrà esagerare, ma se ne possono aggiungere alcuni per dare maggiore profondità all’ambiente. La cornice, dovrà essere preferibilmente curva per aggiungere movimento, oltre che in linea con lo stile dei mobili.
  • Lampadari: sono imprescindibili in uno stile come questo. Dovrà preferibilmente essere in cristallo, con i pendenti simili a zaffiri, perle o diamanti. Senza dubbio, un simbolo di opulenza.
  • Piante: oltre a conferire freschezza e colore, aggiungono anche un significato estetico, emotivo e delicato.
  • Divano Chester: dato che è indispensabile la presenza di un divano in salotto, il chester, in pelle o velluto, è sicuramente una delle scelte migliori.

 

  • Lava Oliva, Rocío: Interiorismo, Vértice, 2008.