Porte da interno: come trovare quella giusta

5 Novembre 2018
Saper scegliere bene la porta ci farà guadagnare spazio utile e migliorare l'isolamento termico. 

Le porte da interno sono tra gli elementi più presenti in una casa. Possono cambiare totalmente l’aspetto e l’ambiente che desideriamo dare ad una stanza. Le loro funzioni sono isolamento e arredamento, conferendo personalità in ogni stanza della casa.

È molto importante scegliere la porta più adatta. Questo cambierà a seconda della finalità della stanza. Saper scegliere bene la porta ci farà guadagnare spazio utile, migliorare l’isolamento termico e acustico e ordinare la distribuzione della casa.

Negli ultimi tempi, stiamo notando che le tendenze più diffuse per le porte da interno sono quelle relative ad uno stile più minimalista e più moderno. Ciononostante, all’interno di una casa potranno essere tutte diverse, sempre che seguano una linea e mantengano elementi comuni per non spezzare l’armonia.

Senza dubbio, le porte sono un grande contributo all’arredamento della nostra casa. Nel post di oggi, vi elenchiamo alcune proposte di porte da interno, tenendo conto del materiale e dello stile. Non confondetevi quando cercate la porta perfetta!

Stili di porte da interno

Porte da interno lisce a un battente

Questo tipo di porte sono le più tradizionali e le più usate nella maggior parte delle case. Si adattano bene a qualsiasi tipo di spazio, indipendentemente dalle dimensioni che ha.

Essendo le più richieste, sono quelle che hanno un prezzo più economico. Ovviamente, dipende dal materiale che scegliamo. Ad ogni modo, quello più utilizzato è il legno massiccio.

Se la vostra casa è di piccole dimensioni, e presenta questo tipo di porta, un consiglio è di dipingerla con colori vistosi. Questo farà sì che visivamente si allarghi lo spazio e il vostro arredamento sia più attraente.

Doppie porte

Una doppia porta sarà perfetta in stanze come la sala, la camera da letto principale o la cucina, se sono di grandi dimensioni. Se la nostra casa dispone di spazio sufficiente, queste porte doneranno eleganza e distinzione, dato che sono quelle che, anticamente, si utilizzavano nei grandi palazzi.

Un’altra opzione è di installare doppie porte incassate su binari. Sono un’ottima soluzione per sfruttare lo spazio utile della nostra abitazione. Per le case più piccole, sono perfette, in quanto possono unire gli spazi.

porte da interno

Sono molto pratiche per organizzare gli ambienti di una casa. Inoltre, possiamo lasciarle aperte creando un senso di continuità e permettendo alla luce di entrare ed illuminare la stanza.

Porte a soffietto

Questo tipo di porte hanno lo stesso sistema di una fisarmonica. Presentano un meccanismo grazie al quale la porta si ripiega in lamelle o colonne finché non si compattano. Si stringono e si allargano con lo scopo di occupare il meno spazio possibile quando sono chiuse.

Per questo, si tratta di un modello perfetto per case con camere molto ridotte, nelle quali la necessità di guadagnare spazio è molto importante.

Inoltre, sono perfette se abbiamo bambini in casa, poiché permettono di controllarli quando si trovano in stanze diverse, come ad esempio in bagno.

Sul mercato, possiamo trovare porte pieghevole di diversi stili e materiali. 

Porte con decorazioni

Come abbiamo già detto, in questi ultimi tempi si sta rilevando il gusto per il minimalista e il semplice. Questo si riflette anche nell’installazione delle porte da interno.

I modelli con qualche decoro o dei drappi ora non si trovano tanto. Sono passati in secondo piano perché caricano la stanza e danno una sensazione di antiquato.

Comunque, possiamo trovare alcuni modelli realizzati con disegni molto semplici che possono adattarsi bene a seconda del tipo di ambiente.

Porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono un modello molto polivalente che può essere adattato ad ogni tipo di stanza. Il suo funzionamento consiste nel fatto che la porta si sposta su un lato per mezzo di un binario che si aggancia alla parete. Si utilizza sia per l’interno che per l’esterno.

È una porta che si usa molto per accedere a cortili interni, in modo che, lasciando la porta aperta, possa entrare luce in casa.

Una porta per ogni tipo di stanza

Per la sala

Nelle sale più tradizionali, era molto comune installare una porta a vetri che lasciava passare la luce. Specialmente in case dove i corridoi non ricevevano luce naturale ed erano abbastanza bui.

Ora che sono di tendenza gli spazi aperti e di stile semplice e poco carico, le porte, nel caso ci siano, tendono a passare inosservate. Ciò si vede spesso, soprattutto nei loft, dove la maggior parte delle porte sono scorrevoli.

I materiali che più si usano sono i legni nobili in porte laccate, modellate, pannellate o lisce. E ancora, porte con dettagli in cristallo e acciaio.

Per la cucina

Nelle cucine, è sempre meglio mettere porte con vetro traslucido per far passare la luce, simili alle porte della sala.

Tuttavia, presentano l’inconveniente che, essendo un luogo in cui la temperatura è variabile quando si cucina, si sporcano molto.

Per questo, una buona alternativa a tale problema è di installare porte in alluminio. Si rinuncia all’ingresso della luce ma si mantiene la pulizia. Ecco perché troviamo spesso questo tipo di porte nelle cucine professionali.

Per il bagno

La stanza da bagno è di solito uno spazio piccolo. La cosa più comune è di installare una porta liscia a un battente.

Ad ogni modo, una buona opzione è di inserire un modello di porta scorrevole che permette di sfruttare bene tutta la superficie.

Vi piacerebbe installare una di queste porte da interno nella vostra casa?