I nomi dei tessuti stampati che ogni intenditore deve conoscere

· 15 Maggio 2019
Stampati sui tessuti con un nome proprio che decorano le nostre case. Quanti ne conoscete? Mettiamo alla prova le vostre conoscenze decò, provate?

Pensate di essere degli esperti in decorazione? Oggi vi mettiamo alla prova con un giro nel mondo dei tessuti stampati e dei loro nomi che ogni amante del decò deve conoscere. Accettate la sfida?

Con il passare del tempo i tessuti si sono trasformati. A volte, attraverso le stampe sui tessuti, possiamo quindi stabilire l’epoca alla quale appartengono o semplicemente ci riportano alla memoria personaggi che hanno dato personalità ad alcuni di loro.

I tessuti stampati più importanti

Pied de poule

Tappeto stampato "pied de poule"
Tappeti / pinterest

Questo tipo di design è creato a partire da un modello bicolore e risale alla Scozia del 1800. È anche conosciuto con il nome di houndstooth, si chiama così perché la ripetizione del disegno sembra creare delle zampe di gallina. Anche se originariamente era solo in bianco e nero si è evoluto ed oggi si può trovare in moltissime combinazioni di colore e dimensioni.

Vichy

 Stampato Vichy
Federa nordica / pisos.com

Se siete dei fan del decò, sicuramente non chiamate quadretti il tipico disegno delle tovaglie da pic-nic (almeno questo speriamo). Il loro nome è vichy o gingham. Negli anni ’60, ha smesso di essere un motivo tipico della biancheria da tavola per giungere sui vestiti di una delle attrici più importanti ed attraenti degli anni sessanta: Brigitte Bardot. I colori più comuni sono il rosso e l’azzurro su uno sfondo bianco ma anche nero.

Tartan, i tessuti stampati scozzesi

Tessuto con stampa tartan
Stampato tartan / pinterest

Tra i tessuti stampati che ogni amante della decorazione deve conoscere c’è il tartan. Un altro tipo di quadri che nasce a partire da una serie di linee orizzontali e verticali che formano quindi il disegno caratteristico delle gonne tradizionali scozzesi.

Sono conosciute in tutto il mondo come kilt, che sarebbe il nome corretto di questo capo d’abbigliamento. Curiosamente è uno dei tessuti più utilizzati nel mondo della moda e quest’anno fa anche tendenza nella decorazione d’interni.

Paisley

Disegno paisley

Avete visto queste figure a forma di lacrima con colori tipici del movimento hippy? Questo è il paisley o cachemir e proviene dall’India. Ha più di 2000 anni e si dice che la sua forma derivi da un cipresso inclinato.

È arrivato in occidente nel 1800 e da allora è uno dei tessuti che entra ed esce dai trend, anche se siamo abituati ad associarlo soprattutto al periodo psichedelico degli anni 60-70. È un tessuto motivo tipico della tappezzeria, adatto quindi alla biancheria da letto o per le tende, spesso viene utilizzato con un arredamento classico.

Etnico ikat

Tessuto etnico ikat
Stampato / blog.avenio.es

Si tratta di uno degli stampati etnici su tessuto più popolari per quanto riguarda l’arredamento. È originario dell’Asia e somiglia molto alla tecnica di tintura tie dye. Qui i fili vengono tinti prima di essere tessuti quindi danno vita a forme originali, simmetriche e sfumate. È l’ideale per cuscini e biancheria da letto, ma c’è chi ne apprezza il disegno anche per la carta da parati.

Pois

Pois nei tessuti stampati e nell'arredamento

Ecco uno dei tessuti stampati che quasi tutti conoscono. Praticamente è atemporale, sono dei cerchi su uno sfondo uniforme che può variare in colori e grandezza.

Alla fine del XVIII secolo, il suo utilizzo era esclusivo delle classi più povere in quanto aiutava a nascondere i difetti del proprio abbigliamento. Il suo nome in inglese è polka dot e viene associato ad un ballo tipico di quest’epoca. Verso la fine del XIX secolo, in Inghilterra era già un disegno di moda e da lì, quindi, è arrivato nel resto del mondo.

Mud cloth

Mud cloth nell'arredamento
Arredamento Mud Cloth / expodecomagazine.com

Il mud cloth è tipico dell’Africa ed il suo processo artigianale è molto laborioso dato che utilizza il fango per la stampa. Quindi, ogni pezzo è originale e racconta una sua storia.

Questo è uno dei tessuti stampati che è arrivato alla ribalta da un paio d’anni. Oggigiorno lo vediamo in oggetti decorativi come tappeti o cuscini; in utensili di cucina come le stoviglie o sulla carta da parati. Nessuno riesce a resistere al mud cloth.

Toile de jouy

Design toile de jouy

Indubbiamente questo è uno degli stampati più classici ed eleganti che esistono. Arriva direttamente dalla Francia ed è nato nel 1760. Il suo nome è quello della località dove hanno iniziato a confezionarlo: Jouy.

Originariamente la stampa si faceva di un solo colore: blu, seppia o rosso su sfondo bianco. Venivano rappresentate scene pastorali con fiori, uccelli ed anche avvenimenti dell’epoca. Anche oggi continua ad essere monocromatico ma vengono accettate tonalità e scene diverse.

Queste stampe sono molto romantiche e con un’alta carica estetica che non le fa passare inosservate. Stanno benissimo in ambienti classici. Sono disegni tipici per tovaglie e altri tessili da cucina, anche se possono essere perfetti in camera da letto. Osereste mettere il Toile de Jouy nelle vostre pareti?

Altri tessuti stampati classici

Altri tessuti stampati classici

  • Jacquard
  • Herringbone o spina di pesce
  • Rombi
  • Liberty
  • Chevron o spinato

Conoscevate già tutti questi nomi o avete imparato anche qualcosa di nuovo? I tessuti stampati sono uno degli strumenti più potenti che abbiamo per dare carattere a un ambiente. Usateli anche voi.