La luce come mezzo di espressione decorativa

19 Febbraio 2019
La luce può sembrare un elemento comune e banale, ma in realtà ha un ruolo importantissimo nell'estetica di una casa. Vi spieghiamo come migliorarla.

Nella decorazione della casa, diversi componenti devono dialogare tra loro: mobili, piante, colori, pareti, pavimento, ecc. Ma ce n’è uno che non può mancare mai e che svolge una missione cruciale: ci riferiamo alla luce, come mezzo di espressione decorativa.

In realtà, nessuno spazio potrebbe esistere se non ci fosse luce. È ciò che determina le forme dei diversi elementi che compongono una casa. Può contribuire con significati e contenuti e, inoltre, rende particolare molti aspetti della decorazione.

A sua volta, può essere lavorata secondo diverse prospettive e offre diverse interpretazioni, in base ai vari ambienti di casa vostra. Una buona luce è in grado di creare un’estetica unica, ma sempre in linea al tipo di stile predominante.

Luce calda, con delle lampade da tavolo

Luce da comodino

Le lampade collocate sui tavoli bassi, come quelle nelle camere da letto o nel soggiorno accanto al divano, offrono un tipo di illuminazione particolare rispetto alle plafoniere, che generano una luce più ampia e generalizzata.

Come sfruttarle al meglio? Permettono di costruire un’atmosfera più semplice, dove viene generato un clima più rilassato, calmo e pacifico. È la luce ideale per i vostri momenti di tranquillità.

Per quanto riguarda la combinazione con i mobili, questi tipi di luci possono avere una connessione diretta con qualsiasi tipo di colore. Naturalmente, non è conveniente posizionarle in zone alte, meglio che siano sempre a mezza altezza, una posizione più comoda per poterle regolare.

La luce può contribuire in modo significativo alla decorazione.

La luce del soffitto

Alcuni lampadari appesi

D’altra parte, ci sono anche tipi di luce diretta che scende dal soffitto. In questo caso non possiamo parlare di un punto esatto a cui è diretta la sorgente luminosa, ma piuttosto di una diffusione generalizzata.

  • La campana della lampada restringe la luce, che si dirigerà in un determinato modo verso il terreno, ma da qui si irradia verso l’intero spazio.
  • Permettono di esaltare le forme dei mobili, evidenziando i colori e favorendo una visione ampia del tutto. Ad ogni modo, vi consigliamo di usare sempre lampadine calde, soprattutto per il salotto, dove è possibile ottenere una decorazione più espressiva.

Illuminazione naturale, bella ed ecologica

Una luce su treppiede

Senza dubbio, la luce naturale che entra dalle vostre finestre è più salubre e può anche avere una presenza determinante all’interno della casa. Quali caratteristiche può offrire?

  • Calma e relax: ovviamente la luce del sole è importante per la salute e dona un colore diverso alla casa, esaltando le forme e portano maggiore calore. Allo stesso tempo, genera alcune ombre che trasformano i mobili in “sculture”.
  • I toni acquistano più naturalezza rispetto alle luci artificiali, specialmente quelli più scuri, dato che è possibile vedere meglio colori ed essenza. Le luci artificiali, talvolta possono distorcere i colori reali.
  • Cosa di non poco conto, consente un notevole risparmio di energia elettrica e aiuta la vostra economia domestica.

Luce bianca con carattere funzionale

Luci sospese romboidali

Le luci bianche funzionano esattamente al contrario di quelle calde ma sono perfetto per motivare l’attenzione e incoraggiare le attività umane.

  • Sono luci molto più dirette e potenti. La maggiore direzionalità viene generata senza rialzare le forme e nello stesso modo delle altre luci più tenui.
  • Cercano di dare allo spazio un senso molto più funzionale, senza un carattere estetico e illuminando tutto in modo intenso.
  • È un tipo di illuminazione che si adatta molto bene a cucine, ripostigli, ecc. È perfetto per i luoghi di passaggio, ma non per quelli in cui cerchi tranquillità o relax, poiché genera una maggiore tensione.
  • Nel caso dei bagni, permette di contemplare la sensazione di igiene e mette in evidenza il colore bianco dei servizi igienici.

I faretti: estetica con regole chiare

Cucina americana con luci appese

Tra i tipi di luce che servono per decorare la casa, non possono certo mancare i faretti. Tuttavia, il problema sta nel loro posizionamento: dove conviene installarli? Tenete a mente questi fattori che vi permetteranno di migliorare l’estetica dei vostri spazi usando questi elementi:

  • I faretti possono essere collocati in determinati luoghi in cui si desidera evidenziare un particolare elemento. Ad esempio, un dipinto, una scultura, vasi, ecc. In questo modo, ciò che otterrete è attribuire maggiore importanza a un determinato dettaglio.
  • Un modo semplice di usare i faretti è quello di installarli sul soffitto. In questo modo, non distribuiranno la luce in modo generalizzato, ma contribuiranno a creare uno spazio più dolce.
  • Sudjic, Deyan: La luz y el color en la decoración, Folio, 1992.