L’architettura astratta e surreale di Frank Gehry

30 Settembre 2019
Uno degli architetti che ha dimostrato più innovazione, creatività e avanguardismo è Frank Gehry. I suoi edifici straordinari sembrano sfidare le leggi della fisica.

Se conoscete alcune delle nuove tendenze artistiche che si stanno diffondendo negli ultimi tempi, probabilmente avrete sentito parlare di Frank Gehry. Con la sua particolare architettura, questo artista è capace di elevare il concetto di costruzione sulla base di un design sempre originale.

L’arte contemporanea non ha ancora raggiunto il suo limite. I parametri che reggono queste opere non sono fissi e arrivano a sfiorare l’astratto. Non è più necessario impiegare forme tradizionali né strutture basiche.

In realtà, l’artista contemporaneo ha la possibilità di dare libero sfogo alla sua immaginazione e cercare nuove vie d’espressione, utilizzando strutture completamente innovatrici con cui differenziarsi dal resto degli architetti. Questa concezione è stata comprovata per tutto il ventesimo secolo.

Continuate a leggere per saperne di più su Frank Gehry!

Chi è Frank Gehry?

Una delle opere di Frank Gehry
Lou Ruvo Center for Brain Health / wikipedia.org

Nato a Toronto (Canada) nel 1929, questo architetto si è confermato tra i più grandi della storia grazie al suo particolare design. Laureato in architettura nella University of Southern California, ebbe dei periodi di formazione anche presso Harvard e a Parigi.

Durante la sua permanenza in Francia poté contemplare e studiare le opere di Le Corbusier, che si è rivelato una delle sue principali fonti di ispirazione insieme all’urbanistica propria della capitale francese, dove entrò in contatto con altri artisti a metà del ventesimo secolo.

La sua traiettoria come architetto dimostra le buone qualità che offre nel mondo dell’arte, con produzioni altamente innovatrici. Soggiornò anche a New York dove ha realizzato alcune delle creazioni più importanti della sua carriera.

Sono molti i motivi per non ripetersi. L’innovazione mi sembra qualcosa del tutto naturale.

-Frank Gehry-

Caratteristiche fondamentali della sua architettura

La Casa Danzante a Praga
Casa danzante / elcomercio.pe

Le opere di questo architetto sono diverse fra loro. Non esiste una formula che si ripete in tutte, l’unica cosa che le accomuna è l’essenza che traspare da esse. Vediamo di seguito alcune delle caratteristiche particolari che si trovano intrinseche nella maggior parte delle sue creazioni.

  • Il principale aspetto di cui tener conto è il concetto che sta alla base delle opere di Frank Gehry. Lui stesso considera gli edifici come sculture da modellare, da qui nasce la tipica plasticità delle sue opere.
  • Durante la costruzione non perde mai di vista la funzionalità della creazione: a cosa sarà destinata e quale fine avrà in relazione con l’uomo. In fondo, mantiene un’idea utilizzata anche da Le Corbusier: conservare una stretta relazione tra funzione ed estetica.
  • Gioco di volumi: attraverso le diverse strutture si riesce a stabilire una distinzione fra le parti, che hanno forme e design assolutamente all’avanguardia. In questo modo, si determina l’originalità delle forme.
  • In quanto ai progetti che pianifica, Gehry gioca con i disegni e le forme geometriche che però non sono mai definite in modo esplicito; al contrario, sono alterate per creare un effetto estetico che diventa la firma della sua identità.

Alcune similitudini tra le sue opere

L'uso dei materiali nelle costruzioni di Frank Gehry
Hotel Marqués de Riscal / elcomercio.pe

Un parallelismo che non può non essere menzionato è quello tra il Museo Guggenheim di Bilbao e l’Hotel Marqués de Riscal a Elciego (Spagna). Entrambe le costruzioni mostrano chiaramente la personalità e la determinazione dell’architetto.

Forse il primo monumento riflette maggiormente l’apertura delle forme con una divisione in moduli che tendono alla geometria. Il secondo, invece, offre un’estetica in movimento in cui gioca un ruolo fondamentale la plasticità.

Non va dimenticato come il dinamismo sia una componente indispensabile nelle opere di Frank Gehry. Questo è il caso dei due edifici appena visti, dove la distribuzione dei formati sfocia nella decostruzione assoluta del sistema tradizionale.

L’innovazione e l’avanguardismo sono presenti in entrambi gli edifici.

L’architettura di Frank Gehry e il gioco di design

Edificio all'avanguardia a Minneapolis
Museo de Arte de Minneapolis / alo.co

Il design di Frank Gehry esce inequivocabilmente dagli schemi e le dinamiche conservatrici. L’architetto canadese cerca di aprire nuove strutture che apparentemente generano movimento e un cambio di rotta nell’arte. Un caso particolare può essere l’istituto di tecnologia del Massachusetts.

Infine, si tratta sempre di giocare con le forme e di riflettere attraverso l’architettura l’immaginazione e la creatività che vivono nella sa mente. Altri due casi molto particolari sono il Vitra Design Museum di Weil am Rhein e il Museo d’Arte di Minneapolis.

  • Haag Bletter, Rosemarie: La arquitectura de Frank Gehry, Gustavo Gili, 1988.