I progetti di Lilly Reich: avanguardia e innovazione

24 Luglio 2019
Il contributo che Lilly Reich ha dato al mondo dell'arredamento e dell'arte è stato davvero importante. Ci ha offerto design originali e totalmente innovativi.

Forse, non tutti conoscono i progetti di Lilly Reich. Le sue creazioni sono molto originali. Si distingue dai progetti classici aprendo nuovi scenari e offrendo degli spunti molto interessanti per il mondo dell‘interior design. Andiamo a scoprire quali sono i suoi progetti, caratterizzati da avanguardia e innovazione.

La designer tedesca ha sviluppato un’estetica che potrebbe essere inquadrata nello stile internazionale. Il suo stile razionalista è strettamente legato Ludwig Mies van der Rohe e Le Corbusier ed ha un legame diretto con la scuola del Bauhaus.

Le sue opere sono da esempio per il lavoro degli interior designer. Inoltre, offrono dei contenuti che contribuiscono alla modernità e alla stilizzazione delle forme tipiche dell’arte del XX secolo. Adesso, andiamo a conoscere questa designer e alcune delle sue migliori produzioni.

Un po’ di storia…

primo piano di lilly reich
Lilly Reich / undiaunaarquitecta.wordpress.com

Parlare di Lilly Reich significa parlare di un’artista versatile che ha dimostrato il suo grande talento nel mondo dellinterior design. Ha avuto molte relazioni con il mondo artistico tedesco e austriaco e il privilegio di essere in contatto con grandi architetti e interior designer europei.

Nel 1908 ha avuto l’opportunità di imparare il mestiere frequentando il laboratorio di Josef Hoffman. Presto entrerà nel mondo dell‘interior design tedesco e sperimenterà le molte possibilità offerte dalle avanguardie.

Nel 1926 conobbe Mies van der Rohe; questo fu un evento cruciale della sua vita. Non solo imparerà dalle sue creazioni, ma lavorerà con lui ricevendo anche l’invito a insegnare alla Bauhaus. Nello stesso periodo, grazie a Mies, ebbe dei contatti con gli Stati Uniti e scoprì il mondo dell’architettura di Chicago, una città che la sorprenderà molto.

Per l’interior design, Lilly Reich è un esempio di lavoro e dedizione.

Lilly Reich: le opere e le partecipazioni alle mostre

poltrona barcellona nera di lilly reich
Poltrona Barcelona / urbanexplorerapp.com

Come abbiamo detto in precedenza, aver incontrato Mies van der Rohe è un evento clamoroso nella sua carriera. Fu l’artista stesso a voler collaborare con la designer in diversi progetti e a stimolarla a partecipare a varie mostre. Vediamo alcuni esempi:

  • Un esempio è la Colonia residenziale di appartamenti moderni di Weissenhof (Stoccarda) nel 1927. In essa, furono esposti rinomati progetti dall’importante valore estetico che si rifacevano allo stile della scuola Bauhaus.
  • Un’altra mostra in cui si poteva notare uno studio su gli spazi è la costruzione degli appartamenti di Weissenhof, sempre nel 1927.
  • Senza alcun dubbio, sarà l’Esposizione Universale di Barcellona del 1928 il luogo dove verranno esibiti in modo più professionale i sui lavori. Questo, grazie anche all’esperienza acquisita l’anno precedente. È qui che verrà presentata la poltrona Barcellona, progetto nel quale è evidente il contributo di Mies van der Rohe.
  • Nello stesso anno, entrambi parteciperanno alla realizzazione della villa Tugendhat, situata a Brno (Repubblica Ceca). La Reich sarà responsabile per l’interior design e collaborerà con l’architetto nella creazione degli ambienti.

Senza alcun dubbio, i due formavano una squadra eccezionale.

I progetti di Lilly Reich: la poltrona Kubus

poltrona kubus nera
Poltrona Kubus / losandes.com.ar

Quando si tratta di voler comprendere i mobili di Lilly Reich, dobbiamo ricordare che i suoi progetti sono legati all’influenza e alla collaborazione con molti altri artisti. Un caso esemplare è la poltrona Kubus, realizzata insieme a Josef Hoffman, in un contesto tipico dello stile della Secessione viennese del 1908.

In questa poltrona si evidenzia l’uso di linee rette che ci trasmettono ordine e stabilità. Forse, è un po’ voluminosa, ma ha un’estetica definita e raffinata. Ha una forma cubica e i pannelli sono imbottiti.

L’obiettivo principale che si voleva perseguire era di fornire una sensazione di comfort, ma anche di eleganza e ricchezza.

Lilly Reich: la sedia Weissenhof

sedia weissenhof marrone
Sedia Weissenhof / architonic.com

Realizzata nel 1927, questo lavoro mostra un estetica molto vicina alle idee di Mies van der Rohe. Si è certato di fondere il razionalismo e il dinamismo attraverso l’uso di linee curve.

Lo scopo principale era quello di offrire funzionalità e semplicità. Non è necessario complicare l’arredamento attraverso l’uso di soluzioni che interrompano la linearità e danneggino l’estetica. Con l’unione delle due tendenze si potè creare un mobile utile e bello.

In definitiva, lavori di Lilly Reich rappresentano l’avanguardia e la creatività.

  • Dachs, Sandra; García Hintze, Laura; de Muga, Patricia: Mies van der Rohe: muebles y objetos, Barcelona, Polígrafa, 2010.
  • Droste, Magdalena: Bauhaus. 1919-1933, Berlín, Taschen, 1990.