Consigli di base per l’illuminazione della vostra casa

· 28 luglio 2018
La vostra abitazione deve avere una buona illuminazione, senza dubbio, ma cosa significa? E c'è solo un tipo di illuminazione?

L’illuminazione è un aspetto molto importante da considerare quando si decide di costruire una casa, decorarla o ristrutturarla.

L’illuminazione della vostra casa deve essere legata non solo al tipo di casa(grande, piccola, appartamento, ecc.), ma anche alle attività che si realizzano in ogni stanza. 

Ci vogliamo soffermare sul fatto che l’illuminazione non fa riferimento soltanto alle installazioni elettriche. Si va dagli aspetti più tecnici fino alla scelta della lampadina, del tipo di lampada, del tipo di luce, ecc.

È più comune di quanto si creda commettere errori nell’illuminazione delle case a causa dell’ignoranza sui concetti fondamentali. Ed anche per non aver previsto o pianificato questo passo prima di una ristrutturazione.

Affinché non commettiate errori nell’illuminazione della vostra casa, vi daremo alcuni consigli di base da considerare al momento di ristrutturarla. 

Tipi di luce in casa

Prima di iniziare con i consigli, è opportuno fare riferimento ai diversi tipi di luce che possiamo avere in casa.

Da un lato abbiamo la luce naturale. È quella che entra attraverso finestre, vetrate o porte.

Si tratta di un tipo di luce che dobbiamo potenziare in casa, utilizzando tende che la lascino entrare più possibile. 

Illuminazione con luce naturale

La quantità di luce naturale dipende dall’orientamento della nostra casa. Un altro tipo di luce che di norma troviamo in casa è la luce generale. Questa illuminazione è la principale fonte di luce di una stanza. Di norma si tratta di lampade a soffitto.

Per quanto riguarda la luce ambientale, va sottolineato che è perfetta per salotti o stanze dove ci riposiamo. È un’illuminazione secondaria.

In ultimo c’è la luce funzionale. Usiamo questo tipo di illuminazione, ad esempio, per studiare o illuminare l’angolo per la lettura.

È una luce ausiliare. Generalmente si tratta di lampade a stelo o lampade da tavolo.

Consigli per un’illuminazione perfetta

L’illuminazione della casa deve essere omogenea

Uno dei principi di base per illuminare bene è che la luce deve essere omogenea. 

Questo toglie completamente dal discorso le ombre. Per questo, è essenziale combinare diversi tipi di lampade e posizionarle nel posto giusto.

L’omogeneità è fondamentale. Attraverso questo principio basico faremo in modo che non ci sia una sovrailluminazione.

La sovrailluminazione o eccesso di luce può risultare molto sgradevole alla vista. Rende la stanza piatta e cancella dettagli e sfumature. Inoltre la sovrailluminazione genera un grande spreco energetico.

3. Dimensioni adeguate

Nell’illuminazione le dimensioni sono importanti. Uno dei pilastri della decorazione e del design di interni è la proporzionalità.

Questo significa che per prima cosa dobbiamo tenere in considerazione le dimensioni dello spazio e, in funzione di questo, degli elementi. 

Per questo se la stanza da illuminare è piccola, scegliete una lampada proporzionata. Per contro una lampada più grande farà sì che la stanza appaia più piccola.

Si deve tenere in considerazione anche l’altezza del soffitto se andrete a inserire una lampada sospesa.

Illuminazione con tre lampade che scendono dal soffitto

Non è molto comodo arrivare in una casa ed essere sempre preoccupati di non prendersi a testate con la lampada.

Se il soffitto è basso, per favore non scegliete una lampada molto grande.

3. Tipi di luce

Per l’illuminazione della vostra casa dovete anche considerare i diversi tipi di luce che ci sono. Questo perché a seconda della stanza della casa, alcuni sono più consigliati ed altri meno. La luce calda è ideale per le stanze e per le zone di riposo e relax.

Per contro, la luce fredda e bianca deve essere presente in stanze dove generalmente c’è più attività. Esempi sono cucina, bagno ed ufficio.

Anche l’intensità della luce è importante. Per questo una buona idea è mettere dei regolatori di intensità.

Questo servirà per adattare la luce ad ogni attività che state facendo, e risparmierete anche energia elettrica dosando esattamente la luce che vi serve.

4. Più di una lampada

L’illuminazione della vostra casa può anche essere arricchita tramite la combinazione di varie lampade. 

Questo, oltre ad aiutarvi con le attività fornendo più visione, offre un ambiente più completo.

È importante identificare i punti di luce che si desidera mettere in evidenza e farlo in modo delicato.

In cucina, ad esempio, sono perfette l’illuminazione integrata e le lampade a sospensione sopra ogni piano di lavoro. Dovete però fare attenzione alle ombre e a non ostacolare la visione. Per fare questo, evitare di posizionarle esattamente sopra l’area di lavoro.

Nei bagni o nelle cabine armadio la buona illuminazione è fondamentale. Per questo motivo utilizzate illuminazione dal soffitto e intorno allo specchio.

5. Prodotti di qualità

Una buona illuminazione non dipende solo dalla distribuzione che farete della stessa, ma anche dal tipo di prodotti che utilizzerete.

Al giorno d’oggi si considera molto il risparmio energetico al momento di scegliere un tipo di lampadina o un altro.

Il nostro consiglio è che scegliate, prima di tutto, prodotti di qualità. Molte volte si scelgono prodotti un po’ più economici ma che non portano al risultato sperato.

Conclusione

Come avete visto, l’illuminazione della vostra casa è un aspetto a cui dedicare tempo. 

Non lasciate la pianificazione dell’illuminazione alla fine. Dedicatevi a questo compito ben prima di iniziare a ristrutturare.