Come scegliere il sistema di riscaldamento più adatto?

8 Novembre 2018
Il riscaldamento è essenziale in una casa per potersi sentire comodi senza sentire troppo freddo né caldo. Possiamo ottenere questi vantaggi solo scegliendo il sistema di riscaldamento più adatto alla casa.

Il riscaldamento è il principale alleato in casa durante l’inverno. È indispensabile avere il controllo sulla temperatura all’interno ma è altrettanto importante fare la giusta scelta e trovare il sistema di riscaldamento che meglio risponda alle necessità di ogni utente.

Non tutte le case sono uguali, per questo, quando è ora di scegliere possono sorgere dei dubbi. È normale chiedersi quale sia la soluzione che meglio si adatta alla nostra casa.

La scelta di un tipo di riscaldamento dipende dalla superficie sulla quale va collocato, il numero di persone che vivono in uno spazio, l’orientamento della costruzione, l’isolamento, ecc.

Di seguito presentiamo diversi tipi di riscaldamento, sperando che queste informazioni vi siano utili per fare la scelta migliore.

Riscaldamento a gas

Il gas è il sistema di riscaldamento perfetto, è pulito, efficiente e con garanzia di durabilità. Sempre più case lo impiegano e le nuove costruzioni sono progettate già con il collegamento al gas di città verso la caldaia e i radiatori per una distribuzione omogenea.

Si possono anche usare i camini a gas che svolgono la stessa funzione e si usano spesso nelle case grandi come gli chalet.

Per le città si usa il gas naturale. È facile trovare le infrastrutture esterne agli edifici che hanno le condotte adeguate per questo tipo di gas. Ma è più complesso portarlo ai paesini più piccoli o fino alle comunità rurali.

Il gas propano è la soluzione più adottata nei paesi più piccoli. Ha maggiore potenza che il metano però è più pericoloso. Si può immagazzinare in depositi e permette di riscaldare grandi case. Si usa spesso nelle zone di montagna.

D’altra parte è comune trovare il gasolio per riscaldamento, un combustibile inquinante più potente del gas naturale però che presenta dei rischi. Ha un’alta capacità di generare calore.

Camino a gas

Riscaldamento elettrico

Sistema di riscaldamento molto abituale nelle case, risulta anche molto semplice da installare e la disposizione in casa può essere molto comoda. Questo tipo di dispositivo converte l’elettricità in calore.

Non è un tipo di riscaldamento che inquina. Ha bisogno di un impianto elettrico adeguato alle funzioni della casa e che sia resistente. Ha anche dei difetti, dal momento che consuma molta energia e può far lievitare il costo della bolletta della luce.

Esistono elementi da spostare nei diversi spazi della casa mentre altri sono fissi. L’aspetto positivo è la capacità di riscaldare un luogo in poco tempo.

Senza dubbio, quando si tratta di fare delle scelte è bene puntare alla soluzione che risulta più economica ed efficiente. In questo caso, il riscaldamento elettrico è efficiente ma molto costoso, molto più del gas.

Radiatore elettrico

Energia termoelettrica

Questo tipo di energia richiede un alto investimento rispetto ai precedenti esempi e necessita di elettricità. Ma in realtà è un sistema molto strutturato che garantisce elevata efficacia.

È interessante questo sistema di riscaldamento per via della complessità e capacità di innovazione che lo caratterizzano. Si trasmette calore attraverso il riscaldamento di un olio speciale che si riscalda grazie alla trasmissione di energia elettrica attraverso un metallo.

Ogni radiatore possiede un termostato e sono tutti indipendenti, quindi è possibile non accendere il riscaldamento nelle stanze che non serve scaldare. Cosa che contribuisce a far risparmiare sulla bolletta. Al contrario, l’uso smodato di tutti i radiatori può far crescere la spesa complessiva.

In realtà il bello è che, una volta che i radiatori sono spenti, continuano a emettere calore ancora per un certo tempo.

Riscaldamento dal pavimento

Anche se siamo abituati a vedere gli elementi radianti alle pareti, l’efficienza energetica risulta maggiore con questo sistema di riscaldamento a terra.

Anche se può sembrare strano in apparenza, questo tipo di riscaldamento era già noto ai romani e si è continuato a usare negli ambienti rurali anche fino al XX secolo in Europa. In Spagna era noto come “gloria” e permetteva di generare calore attraverso il pavimento che era sempre caldo.

Oggi è cambiato il sistema di funzionamento. Per riscaldare le case si dispongono dei tubi attraverso cui circola dell’acqua calda e si distribuiscono per la casa. In questo modo il calore irradia in tutti gli angoli propagandosi verso l’alto.

I piedi delle persone possono essere caldi e non si perde tanto calore come avviene con i radiatori da parete. D’altra parte, consente di risparmiare energia, non risulta molto cara la sua manutenzione, non inquina e offre un ambiente più comodo per tutti coloro che vivono in casa.

Non possiamo negare che i costi di installazione siano cari. Richiedono un certo livello di infrastrutture che nel lungo termine si ripagano interamente del loro alto costo di impianto garantendo risparmio energetico ed efficienza.

La comodità che offrono è molto più interessante di altri sistemi di riscaldamento. Senza dubbio la scelta del pavimento riscaldante è un investimento per il futuro che facilita la vita delle persone, specialmente se si hanno bimbi piccoli.

Radiatori a forma di graffetta

Oggi esistono numerose varietà di radiatori e non ci sono più soltanto le vecchie classiche soluzioni. Possiamo trovare in commercio qualsiasi modello, qualsiasi figura geometrica o persino progettarlo di persona in base ai gusti e alle necessità.