Un bagno funzionale: design e idee

· 27 ottobre 2018
Non sempre ciò che è bello è anche pratico. Per questo un bagno funzionale è il nostro obbiettivo.

Quando arriva il momento di ristrutturare o disegnare da zero il nostro bagno, è fondamentale pianificare tutto il processo nei dettagli, in modo che il risultato sia un bagno funzionale e non solo bello esteticamente.

La funzionalità deve sempre andare di pari passo con l’estetica. Un bagno visivamente apprezzabile ma che non è anche un bagno funzionale è fondamentalmente inutile.

Sul lungo periodo ciò andrà a causare nuove ristrutturazioni, situazioni che generano sempre un po’ di stress.

Per questo motivo, in questo articolo vi daremo alcuni consigli piuttosto pratici ed utili per creare un bagno funzionale e non pentirsi del risultato finale.

Pianificazione ed organizzazione del bagno funzionale

Se non pianifichiamo né organizziamo ciò che vogliamo fare, c’è il rischio di stressarsi e non ottenere buoni risultati

La pianificazione e l’organizzazione sono il segreto affinché tutto il processo di ristrutturazione o di creazione abbiano buon esito

Per questo motivo, prima di iniziare è importante che ci poniamo le seguenti domande:

  • Quali cambiamenti desideriamo introdurre?
  • Qual è il nostro budget?
  • Per quando vogliamo che i lavori siano terminati?

È fondamentale che abbiate tutte le risposte a queste domande quando vi metterete in contatto con i professionisti che vi aiuteranno a realizzare la ristrutturazione o la creazione del vostro bagno.

Scelta degli elementi

Prima di diventare pazzi scegliendo i colori o gli elementi di decorazione, dobbiamo pensare ai seguenti aspetti.

Funzionalità

Un bagno funzionale deve essere adatto alle necessità della famiglia, ivi compreso il numero dei membri che lo utilizzeranno e deve essere pratico, vale a dire che si deve approfittare al massimo dello spazio.

Al giorno d’oggi la dimensione degli appartamenti è sempre minore e, di conseguenza, sempre minore è anche la grandezza del bagno. Per questo dobbiamo chiederci:

  • Vasca o doccia?: pensate ai pro e ai contro di ognuna delle due e alle necessità della vostra famiglia. Anche i membri di questa sono importanti. Per esempio, se vivete con persone anziane, la vasca non è la migliore soluzione.

Inoltre, pensate allo spreco di acqua che portano l’una e l’altra. La doccia spreca meno acqua, quindi è più pratica.

  • Quante persone utilizzeranno il bagno?
  • Possiamo fare a meno del bidè?: se questo è un elemento che non utilizziamo, possiamo scartarlo. In questo modo guadagneremo spazio.
  • Dove riporremo le cose?: sotto il lavandino, appese alla parete o su scaffali.

Quando avrete risposte a queste domande, osservate e prendete nota di dove si trovano gli allacciamenti per acqua e corrente. Così non potrete sbagliare nel sistemare i vari elementi al loro posto.

Bagno di grandi dimensioni

Illuminazione

Un bagno pratico è anche caratterizzato da una buona illuminazione. Se questa è naturale, ancora meglio.

Per questo la nostra raccomandazione è di non ostacolare l’ingresso della luce naturale con tende grandi o di colore scuro. 

È chiaro che la luce artificiale sarà comunque necessaria, ma se il bagno non è troppo grande ne basteranno una o due. Una sul soffitto che illumini tutta la stanza ed una per lo specchio.

Pareti e pavimento

Esistono molti tipi di materiali per rivestire le pareti ed i pavimenti dei bagni. In questa scelta hanno molto peso anche lo stile che volete dare al bagno ed il budget che avete a disposizione.

La scelta più comune per il pavimento è utilizzare il gres ceramico, che è un materiale di lunga durata e con un buon rapporto qualità prezzo.

Ci sono anche il tek, il bambù, il vinile o il finto legno, che aggiungono molta qualità ai locali e sono perfetti per ambienti rustici.

Se invece avete a disposizione un budget più consistente e siete rimasti incantati da uno stile minimalista, futurista ed elegante, potete utilizzare la resina o pietre naturali, con il marmo, che è l’ideale in questo caso. 

Bagno funzionale con pavimento in legno

Per le pareti dovete pensare a come desiderate il rivestimento, se con o senza giunture.

  • Se preferite non avere giunture, il microcemento o il calcestruzzo sono ideali, ed anzi sono anche di tendenza per il loro aspetto futuristico.
  • Se al contrario siete fan delle piastrellepensate se le preferite di un solo colore o se volete un mosaico.

Colori

La parte decorativa è forse la parte più divertente, perché ci permette di dare libero sfogo alla nostra creatività. Per scegliere i colori di un bagno funzionale, pensate prima alla sua dimensione.

  • Piccolo: è meglio utilizzare colori come il bianco o il crema, in quanto apportano luminosità ed ampiezza.
  • Grande: potete giocare con la gamma dei colori più scuri.
Bagno con colori chiari

D’altra parte è importante dare tocchi di colore tramite gli elementi decorativi. Questo perché, se sceglierete piastrelle o pareti dai colori sgargianti, il giorno in cui vi stuferete o vorrete cambiare colore ci sarà da lavorare.

Per questo è consigliabile che scegliate colori di fondo chiari.

Conclusione

Un bagno funzionale è quello che soddisfa le nostre necessità. Queste necessità sono determinate dal numero di persone che lo utilizzeranno e dallo spazio disponibile.

Gli spazi per riporre le cose sono un punto importante affinché il bagno sia funzionale, per questo dovreste scegliere accessori decorativi che non siano soltanto esteticamente belli, ma che in più vi aiutino a risparmiare spazio.

Per ultimo, ricordate che la praticità e l’estetica non devono viaggiare separate.