Piano lavabo per il bagno: 9 materiali interessanti

Quali sono le qualità che ritenete più importanti nella scelta del piano lavabo per il bagno? Con questo articolo vi aiuteremo scegliere. Continuate nella lettura!
 

Per la scelta dei materiali più adatti per il piano lavabo del bagno, dovete pensare innanzitutto al comfort, alla resistenza e all’estetica.

Conoscere tutti i vantaggi e gli svantaggi dei diversi materiali presenti sul mercato, vi faciliterà il compito di scegliere il piano lavabo più adatto alle vostre esigenze. Non dimenticatelo!

9 bellissimi materiali per il piano lavabo del bagno

Li suddivideremo in tre gruppi: materiali naturali, sintetici e altri materiali. Questo farà sì che vi possiate fare un’idea più completa di ciascuno. Volete conoscerli? Ve li presentiamo:

Materiali naturali per il piano lavabo del bagno

1. Il marmo

Piano lavabo in marmo
Immagine: pinterest.it

È una delle pietre naturali più utilizzate nella decorazione dei bagni, in quanto non si rovina con l’umidità. Ha un costo mediamente alto, ma dà dei risultati decorativi davvero ottimi.

Si tratta di un materiale estremamente poroso, pertanto ha un alto potere assorbente, ma, per questa sua caratteristica, ha anche lo svantaggio di sporcarsi facilmente.

Di fatto, il piano lavabo in marmo va pulito ogni volta che si macchia, soprattutto se a sporcarlo sono prodotti grassi come saponi o creme, in generale difficili da rimuovere.

 

Inoltre, dovete sapere che i piani lavabo realizzati in questo materiale sono disponibili sul mercato in un’ampia varietà di colori e finiture, dai marmi lucidi e splendenti agli eleganti toni invecchiati.

2. Il granito

Piano lavabo in granito
Immagine: pinterest.it

Il granito è un’altra ottima alternativa. È resistente, dall’aspetto vissuto e perfetto per tutti gli stili, in quanto il suo aspetto può variare notevolmente a seconda del colore.

I cataloghi di alcuni produttori di granito, includono anche qualità di pietre meno conosciute, ma altrettanto adatte alla realizzazione di piani lavabo. Tra esse abbiamo, ad esempio, le arenarie e le pietre calcaree, quasi sempre disponibili in tonalità chiare e nella finiture grezza.

Uno dei principali vantaggi della granito è la facile pulizia e pertanto risulta perfetto per i piani lavabo. Basterà solamente passarci sopra un panno umido.

3. Il legno

Piano lavabo in legno
Immagine: pinterest.it

Un’ottima soluzione per conferire un aspetto caldo al bagno è l’uso del legno. Quello più utilizzato è l’iroco, un legno tropicale resistente all’umidità e che richiede solo uno strato di vernice poliuretanica per chiudere i pori.

 

Anche il legno di faggio viene spesso utilizzato per conferire un tocco di eleganza, ma considerate che è di difficile manutenzione e di scarsa resistenza, fattori che ne limitano in qualche modo le possibilità.

Ad ogni modo, tenete presente che i piani lavabo in legno devono essere rigorosamente trattati per resistere all’umidità, agli schizzi e agli sbalzi di temperatura.

4. Gli agglomerati

Sono alternative industriali realizzate a partire dall’unione il legno lamellare non massello con strati di resina sintetica, che è ciò che gli fornisce un’apprezzabile resistenza.

Il vantaggio degli agglomerati è che sono piuttosto economici, anche se durano meno rispetto ad altri tipi di materiali, soprattutto a causa dell’azione dell’acqua che finirà per sollevare le lamine.

Materiali sintetici per il piano lavabo

Un’altra valida alternativa è l’uso dei materiali sintetici, composti da una miscela di pietra e altri materiali, generalmente resine.

Di fatto, questi prodotti consentono di realizzare piani lavabo resistenti, lisci e perfettamente integrati al lavandino; il che li rende interessanti per la decorazione di questi ambienti.

5. Il Silestone

Silestone
Immagine: pinterest.it

In questo caso, si tratta di un agglomerato di quarzo prodotto con silice, resina poliestere e quarzo, oltre ai coloranti necessari a conferirgli l’aspetto decorativo finale.

 

Inoltre, la lavorazione industriale di questo prodotto, fornisce un risultato molto simile al marmo naturale, con le relative finiture di levigatura e lucidatura.

6. Il Corian

Corian
Immagine: pinterest.it

Il Corian è una miscela di minerali naturali e acrilici trasparenti che danno forma a un materiale solido e dalla superficie omogenea, che garantisce una perfetta igiene e può essere modellato secondo il gusto del cliente.

È disponibile in più di quaranta colori e può essere tagliato, modellato e incollato, per creare soluzione perfette e adatte a qualsiasi progetto. Tuttavia, è bene sapere che si tratta di un materiale piuttosto costoso.

Altri materiali per il piano lavabo

7. Il vetro

Forse non sapete che esistono vetri speciali per i piani lavabo dal perfetto spessore e assoluta sicurezza. Inoltre, le finiture di questo materiale possono essere sia opache che trasparenti.

8. L’acciaio inossidabile

Si tratta un materiale estremamente resistente e igienico, ma è difficile mantenerlo impeccabile, in quanto non appena si bagna deve essere asciugato perfettamente per preservare la sua brillantezza originale.

Tuttavia, se optate per questa opzione, dovete anche sapere che si graffia molto facilmente. Inoltre, ha un costo alquanto elevato.

 

9. Le piastrelle

Infine, vi consigliamo di piastrellare la superficie del piano lavabo con delle piastrelle abbinate alla parete del bagno, in quanto risulta sempre un’opzione decorativa estremamente valida.

Vi è venuta voglia di cambiare il piano lavabo del vostro bagno? Come avete visto, vi abbiamo reso tutto molto più semplice.