Impianto elettrico in bagno: i requisiti di sicurezza

20 Giugno 2019
L'installazione e la manutenzione dell'impianto elettrico in bagno deve essere affrontata con particolare attenzione alle norme di sicurezza.

Di tutte le stanze della casa, il bagno è probabilmente la più “pericolosa”. Per questo motivo, bisogna prestare particolare attenzione quando si procede alla realizzazione dell’impianto elettrico in bagno, per evitare qualsiasi tipo di incidente domestico.

Inoltre, dovete tenere sempre inconsiderazione, che esiste un pericolo nell’installazione di questo sistema, così come bisogna fare particolare attenzione quando si usano gli apparecchi elettrici in bagno.

Per poter dormire sonni tranquilli e usare il bagno in totale sicurezza e comodità, nell’articolo di oggi vi spieghiamo quali sono i requisiti indispensabili dell’installazione dell’impianto elettrico di un bagno.

Fili elettrici ed umidità: acerrimi nemici

Impianto elettrico in bagno

Tutti sappiamo che elettricità ed acqua sono una delle peggiori combinazioni possibili. Però, quando ristrutturiamo un bagno, non ci sono opzioni possibili: vanno usate entrambe. L’elettricità in bagno è fondamentale per l’illuminazione e per l’uso dei piccoli elettrodomestici, come il phon, il rasoio elettrico o la piastra per i capelli.

D’altra parte, l’acqua è l’elemento principale di ogni bagno, e l’unica che dà senso all’intera stanza.

Pertanto, è obbligatorio lavorare con questi due elementi, che possono essere molto pericolosi – o fatali – se entrano in contatto. Quando l’elettricità entra in contatto con l’acqua, avviene una scarica elettrica, la cui intensità dipenderà dall’intensità dell’elettricità e dal livello di umidità.

Ad esempio, non è la stessa cosa toccare una presa con le mani umide o che cada una piastra per i capelli nella vasca da bagno. In quest’ultimo caso, la scarica può essere mortale.

Per questo motivo, il nostro consiglio è di non realizzare mai l’installazione dell’impianto elettrico del bagno da soli. L’unica eccezione a questa regola è che siate esperti del settore. Un professionista è l’unica persona capace di realizzare tutta l’installazione elettrica del bagno, senza che la tua famiglia corra alcun rischio.

Inoltre, se ci fosse un errore di installazione, la disgrazia è doppia. Da una parte, si può verificare il caso di una scarica elettrica mentre state installando il sistema. Dall’altra, potrebbe esserci qualche errore nel sistema che produrrà una scarica anche dopo aver terminato la ristrutturazione. Non volete certo vivere con quest’angoscia!

Zone di protezione

Zone di sicurezza dell'impianto elettrico in bagno

La prima cosa che dovete tenere a mente quando iniziate l’installazione dell’impianto elettrico in bagno, sono le zone di protezione. Queste indicano le zone più pericolose nelle quali non si devono installare elementi elettrici.

Le zone di protezione si classificano secondo il livello di pericolosità e sono le seguenti:

  • Zero. È la zona più pericolosa nella quale non deve esserci nessun elemento elettrico, per nessuna ragione. Corrisponde all’interno della vasca da bagno e del piatto doccia.
  • Uno. Sono le pareti verticali a contatto con la doccia o la vasca da bagno, fino a una distanza di 2,25 metri. Questo limite non è estremamente pericoloso, ma si consiglia comunque di non installare nessun elemento elettrico in questa zona, anche se talvolta si montano le controverse docce elettriche.
  • Due. Una zona di 1 metro, che inizia a partire dalla fine della zona Uno. In questa zona possono essere installati gli elementi di bassa tensione, come gli interruttori o le prese.
  • Tre. È l’ultima zona e quella che permette l’installazione di elementi di maggiore intensità elettrica. Comprende la zona che si trova a una distanza di 3 m dalla vasca da bagno e, almeno 2,25 m dal pavimento.

Impianto elettrico in bagno: collegamento a terra

 

Scarica elettrica

Come avrete capito, arrivati a questo punto, il bagno è una stanza molto pericolosa per quanto riguarda l’elettricità. Per questo, è fondamentale usare tutte le precauzioni possibili e le misure di sicurezza per evitare i pericoli che possono essere causa di incidenti gravi.

Spiegato in un modo molto semplice, si può dire che in un impianto basico, la corrente passa attraverso il cavo fino all’elemento principale – la lampadina, ad esempio – e poi torna al generatore. Se in questo sistema c’è un errore, si produce una piccola scarica.

Questo tipo di errori non devono verificarsi in un bagno, perché se entrano in contatto con l’acqua possono causare piccole o grandi scariche elettriche. Pertanto, per garantire la sicurezza, nell’impianto del bagno va sempre installato un collegamento a terra. In questo modo, si evitano le scariche elettriche e tutti i membri della famiglia saranno protetti da un qualsiasi incidente.