Tipi di recinzione da giardino: scegliete quello per voi

27 Settembre 2019
Avete intenzione di recintare il vostro giardino? È arrivato il momento di conoscere i diversi tipi di recinzione per donargli un aspetto più bello e interessante.

La decorazione degli esterni è estremamente ricca di risorse; per tale ragione, oggi vogliamo concentrarci sui diversi tipi di recinzione da giardino disponibili sul mercato. Così, potrete confrontare le diverse formule e scegliere quella che si adatta meglio alle vostre esigenze.

Spesso, tendiamo a concentrare tutti i nostri sforzi sulla decorazione degli interni; almeno fino quando non realizziamo che avremmo potuto sfruttare meglio anche il giardino. Ed è a questo punto che dobbiamo prendere l’iniziativa e comprendere che è necessario decorare anche questo spazio.

Ovviamente, esistono tipi di recinzione più funzionali e altri che strizzano più l’occhio all’estetica . La scelta di ciascuna tipologia dipenderà dall’aspetto che volete conferire al giardino e dal valore che attribuirete a questa risorsa decorativa.

Tipi di recinzione da giardino

Recinzione in ferro battuto

Recinzione in metallo

Questa tipologia è molto diffusa nel mondo della decorazione. Di solito viene utilizzata nella recinzione di ville e ampi terreni, conferendo un aspetto estetico davvero affascinante e persino artistico. Difatti, il ferro è un materiale che permette svariati tipi di lavorazione, come ad esempio la tecnica del ferro battuto.

Da un lato, abbiamo le recinzioni in ferro, composte da barre con finiture decorative che possono avere forme appuntite o con palline. In genere vengono dipinte con colori scuri e consentono una buona visibilità esterna.

Altrimenti abbiamo un tipo di recinzione più funzionale costituita da rete metallica, che è anch’essa aperta verso l’esterno. In genere si utilizza per recintare i campi, ma può rivelarsi utile anche in giardino. Di fatto possiamo nasconderla alla vista piantando dell’edera, alberi o siepi in prossimità. È un altro modo per garantire un po’ di privacy alla casa.

Entrambe le tipologie sono le più comuni nella scelta delle recinzioni in metallo.

4 tipi di recinzione da giardino in legno

Cancello in legno

Sia nell’ambito dell’edilizia privata che in quello pubblico di spazi e parchi giochi, le recinzioni in legno sono le più utilizzate e inoltre contribuiscono ad abbellire il luogo. In genere hanno tonalità neutre e non troppo evidenti che gli conferiscono, in sostanza, un certo calore cromatico e un aspetto naturale. Vediamone, di seguito, alcune varietà:

  • Da un lato, abbiamo le recinzioni a listelli piatti. Questi ultimi, in genere sono funzionali e non troppo larghi. Si tratta solitamente di recinzioni di piccole dimensioni, con un’altezza media di un metro. Tuttavia, ne esistono modelli che raggiungono anche i 2 metri.
  • Anche i piloni cilindrici sono piuttosto comuni, specialmente nelle recinzioni degli spazi pubblici. Ne esistono in modelli con separazioni intermedie o uniti tra loro in modo da garantire maggiore discrezione. Esteticamente hanno un impatto molto simile al modello precedente.
  • I pallet hanno anch’essi un ruolo nel mondo delle recinzioni. Gli si può dare una nuova vita disponendoli l’uno accanto all’altro, così da creare un recinto piuttosto curioso per l’estetica che restituiscono.
  • Un’altra tipologia sono le grate. Soddisfano la stessa funzione delle recinzioni, ma garantiscono una maggiore privacy allo spazio recintato. Sono costituite da pannelli sottili con piccole stecche intrecciate. Inoltre, se ne possono trovare in commercio di diverse altezze.

Il bambù: una risorsa esotica

Bambù

Il bambù è un materiale molto resistente. Pur se esposto alle intemperie, resiste a tutti i tipi di temperatura e, a sua volta, soddisfa pienamente la missione di proteggere e difendere la zona recintata. Si tratta di un vegetale estremamente robusto che può anche fungere da recinzione.

I tronchi di bambù vengono disposti l’uno affianco all’altro. È anche probabile che si presentino di diversa tonalità, il che consente di ottenere un certo dinamismo cromatico e un aspetto naturale, tale da farlo assomigliare a un sorta di foresta esotica. Inoltre, la forma allungata offre uno spiccato senso di verticalità.

Questo materiale ci aiuta indubbiamente a ricreare un’atmosfera del giardino totalmente diversa dal solito. Spesso, quello che cerchiamo è proprio qualcosa di diverso da ciò che si potrebbe trovare comunemente nelle altre case. Ed proprio qui che nasce la vera originalità.

L’uso del bambù in giardino è qualcosa di decisamente insolito.

Tipi di recinzione: frangivista naturali

Recinzione a pannelli

L’ultima tipologia, ma non meno interessante delle altre, sono i pannelli frangivista realizzati con materiali naturali. Aiutano a nascondere meglio il giardino, in quanto sono costituiti da un fitto intreccio di rami e assi.

Fondamentalmente, si tratta di recinzioni naturalistiche che hanno una certa somiglianza con alcune strutture naturali. Pertanto si differenziano nettamente dagli altri tipi di recinzione, come quelle metalliche o di legno, i cui materiali sono stati sottoposti a un processo di lavorazione.

Questi pannelli, invece, si contraddistinguono come veri e propri prodotti naturali. Di fatto, ne esistono svariate tipologie e di tonalità diverse, anche se i colori a predominare sono i toni della terra.

  • Neff, Ludwig; Neufert, Peter: Casa. Vivienda. Jardín: el proyecto y las medidas en la construcción, Gili, 2006.
  • Stevens, David: Una habitación en exterior: diseñar el jardín en casa, Blume, 2008.