Stile provenzale per interni allegri e accoglienti

14 Febbraio 2020
Se vi piacciono le case di campagna con reminiscenze francesi, siete nel posto giusto. Vi daremo alcuni consigli per decorare con questo stile allegro ed accogliente. Siamo sicuri che lo adorerete.

Volete conoscere le origini dello stile provenzale? Ve ne parleremo in questo articolo. Ispirato dalla straordinaria luce solare e dai campi di girasole, è tra il Mediterraneo e il fiume Rodano che questo stile inizia a svilupparsi.

È uno degli stili più naturali e rustici della Francia del diciassettesimo secolo, in cui le case di campagna e i colori sono gli elementi chiave per comprendere il modo di vivere di quell’epoca.

Le case provenzali erano dei vecchi casali con dei muri spessi in pietra per ripararsi dai venti e proteggere gli animali dalle intemperie.

Stile provenzale: come utilizzarlo nel modo giusto

salone in stile provenzale
Immagine: onekindesign.com

Chi non ha mai sentito parlare dello stile provenzale? Questo stile di origine rurale è sopravvissuto al passare del tempo. Le ambientazioni naturali, i tessuti allegri e gli oggetti autentici legati al modo della campagna sono solo alcuni dei suoi tratti distintivi.

Forse vi starete chiedendo: “Come possono realizzarlo a casa mia?”. Continuate a leggere questo articolo perché vi forniremo delle informazioni che vi aiuteranno a decorare correttamente la vostra casa in stile provenzale.

Colori tenui e stampe allegre

Gli ambienti in stile provenzale si distinguono per la loro luminosità. I colori chiari, come le tonalità pastello, si utilizzano per pareti e pavimenti e il bianco è uno dei colori più usati per i vari elementi decorativi.

Si utilizzano anche i colori lavanda e salmone perché trasmettono delicatezza e serenità. Questi colori sono ideali per ricreare quell’atmosfera rilassata della campagna che si desidera trasmettere.

Esistono dei tipi di stampe, tipicamente provenzali, che si riconoscono per i motivi floreali (fiori selvatici, lavanda, ecc.) e per i vividi colori utilizzati (principalmente il blu ed il giallo).

Nelle case provenzali la biancheria per la casa e la tappezzeria dei mobili sono importanti per dare dei tocchi di freschezza agli ambienti. Si possono utilizzare dei tessuti con decorazioni a quadri Vichy, a strisce o con stampe floreali.

Pavimenti in legno

Per i pavimenti l’opzione più adatta è il legno, preferibilmente di pino invecchiato o sbiancato. Sono molto apprezzati anche i mosaici idraulici e i pavimenti in tufo.

I dettagli dello stile provenzale

decorazione cucina bianca in stile provenzale
Immagine: digsdigs.com

Le piante e i fiori, sia freschi che secchi, sono degli elementi decorativi molto caratteristici di questo stile. Di solito, si collocano in vasi con decorazioni delicate o in vasi di ceramica.

Le maniglie dei mobili, delle porte o delle finestre, possono essere in ceramica o in porcellana smaltata. Questi elementi daranno quel tocco distintivo e personale che state cercando.

Altri dettagli decorativi tipici degli ambienti in stile provenzale sono le tovaglie con colori vivi e i piatti in ceramica decorati con motivi floreali.

Inoltre, potete utilizzare degli strumenti agricoli legati al mondo della campagna e ceramiche di vario tipo. Ad esempio, ciotole e portafrutta in argilla con colori chiari che riempiranno di luce le vostre cucine in stile provenzale.

È importante utilizzare anche dei cestini di vimini come quelli usati dai contadini francesi del diciassettesimo secolo. Potete riempire questi cestini con rami fioriti o con fiori secchi.

Stile provenzale: i mobili country

sala da pranzo casa di campagna
Immagine: time-for-fashion.blogs.elle.es

Ancora oggi l’essenza di questo stile rimane la stessa. Fondamentalmente continua ad essere uno stile che predilige le atmosfere campestri, anche se, a volte, alcuni dei suoi elementi vengono usati per attenuare la serietà dello stile classico o per alleggerire quel senso di soffocamento che si prova in spazi piccoli con scarsa illuminazione.

I mobili sono caratterizzati da linee curve, morbide e pulite che richiamano alla mente i mobili di epoche antiche. Una delle loro caratteristiche principali è che sono realizzati con legni resistenti e robusti.

In genere, sono mobili grandi e in legno massiccio. Il più rappresentativo tra loro è l’armoire (che può essere utilizzato anche come credenza). Inoltre, non dimentichiamoci dei grandi tavoli da pranzo e delle tipiche sedie enea.

I legni maggiormente utilizzati per i mobili in stile provenzale sono quelli di pino, quercia e castagno a cui vengono applicate varie finiture decorative.

Le finiture dei mobili

I mobili in stile provenzale si distinguono per il tipo di finiture. Le più comuni sono il decapaggio, la sbiancatura, la ceratura e la verniciatura.

Volete qualche informazione in più sulle finiture? Ecco per voi alcune informazioni importanti che vi permetteranno di scegliere quella più adatta alle stanze della vostra casa.

  • Decapaggio: fornisce una finitura irregolare che dona un aspetto rustico ai mobili.
  • Sbiancatura: schiarisce i mobili facendoli sembrare di una grandezza inferiore.
  • Ceratura: è la tecnica più comune usata per questo stile. Consiste nell’applicare della cera grezza ai mobili.
  • Verniciatura: permette di dare un nuovo aspetto ai mobili attraverso l’uso del colore.

Se avete una casa in campagna, vi consigliamo di utilizzare lo stile provenzale. Ovviamente, siete voi che avete l’ultima parola!