Ogni quanto pulire le diverse aree della casa?

17 Settembre 2019
Pulire le diverse aree della casa può diventare un incubo, ma con le nostre tempistiche sarà tutto molto più semplice. Volete provare?

Sappiamo bene che la pulizia della casa è uno di quei compiti interminabili e poco divertenti: non abbiamo nemmeno finito di mettere a posto la cucina che già dobbiamo iniziare a preparare da mangiare e rimettere tutto in disordine. Spesso è anche difficile capire da dove iniziare e ogni quanto pulire.

A tal proposito, vogliamo condividere con voi alcune piccole regole, semplici e pratiche, per avere una casa sempre pulita e in ordine. Pertanto, nelle prossime righe vi sveleremo ogni quanto pulire le diverse aree della casa e da dove iniziare.

Ogni quanto pulire le diverse aree della casa

Con tutte le cose da fare, è naturale finire per accumulare alcune faccende domestiche senza sapere più da dove cominciare. E magari ci ritroviamo con le ragnatele agli angoli delle pareti perché ci siamo dimenticati di dedicargli la giusta attenzione.

Tuttavia, come abbiamo accennato in altri articoli, è molto importante mantenere l’ordine e la pulizia in casa, perché ciò influisce positivamente sul nostro umore e sul benessere dell’ambiente domestico.

Siamo tutti d’accordo sul fatto che le attività di base vengano svolte quasi automaticamente, ma ce ne sono altre che spesso sfuggono e finiscono per accumularsi. Pertanto, abbiamo stilato un elenco con le tempistiche delle pulizie, in modo da facilitarvi le cose.

Il bagno

Pulire il bagno

L’ideale sarebbe dedicare una giorno alla settimana alla pulizia profonda del bagno, ma noi vi consigliamo comunque di pulire il water due volte a settimana con un disinfettante e un detergente anticalcare (anche l’aceto è perfetto contro il calcare) .

Per quanto riguarda il box doccia, prendete l’abitudine ad asciugarlo dopo ogni utilizzo con un lavavetri e una volta a settimana pulitelo a fondo con l’alcool etilico, in modo che rimanga impeccabile. Non dimenticate le guide, perché è qui che di solito si accumula la sporcizia. Il succo di limone è perfetto per questi piccoli interstizi.

Infine, una volta al mese dedicatevi alle piastrelle in modo che non raccolgano troppo sporco. Quelle sotto la doccia e vicine al water vanno pulite più spesso con l’uso di panno.

Ogni quanto pulire la cucina?

Pulire la cuina

La frequenza con la quale effettuare la pulizia delle diverse aree della casa è un po’ il cruccio di tutti, ma oggi cercheremo di darvi delle risposte.

Dobbiamo pulire ogni giorno le cose che usiamo di più, ovvero il piano cottura, i piani di lavoro e il lavandino, perché sono zone dove si accumulano molti germi. A seconda dell’uso che fate della cucina, dovreste anche spazzare e lavare per terra con una certa frequenza. Potete farlo quotidianamente o a giorni alterni a seconda delle necessità.

Per quanto riguarda i grandi elettrodomestici, il frigorifero è quello più importante ed è raccomandabile tenerlo pulito e ordinato. Una volta alla settimana (o quando fate la spesa) riponete gli alimenti mettendo in prima fila quelli che andranno consumati per primi.

Una volta al mese tirate fuori il contenuto e pulite bene i ripiani e l’interno. Qui vi spieghiamo come tenere in ordine il frigorifero. Il forno si pulisce dopo ogni utilizzo, così da mantenerlo in ottime condizioni e la cappa aspirante una volta alla settimana in modo superficiale e una al mese in modo accurato.

Cambiate gli strofinacci ogni due giorni, mentre le spugne le potete bollire tre volte a settimana. Sapete quanti batteri si accumulano in una cucina?

Il salotto

Pulire il salotto

Una volta alla settimana dedicatevi a far risplendere la zona in cui si svolge la vita familiare: il salotto. Aspirate il pavimento e le poltrone, rimuovete la polvere e lavate il pavimento. Se avete animali domestici, dovreste farlo un paio di volte a settimana per evitare che si accumulino i peli.

Per quanto riguarda le tende e i tappeti, vi consigliamo di farli lavare accuratamente da un professionista un paio di volte all’anno, e di spolverarli settimanalmente.

Ogni quanto pulire la camera da letto

Ogni quanto pulire la camera da letto

Rifare il letto ogni giorno è estremamente benefico per l’umore e il benessere generale, e una volta alla settimana dovrete cambiare le lenzuola, spolverare, passare l’aspirapolvere e lavare i pavimenti.

E non dimenticatevi che anche i cuscini vanno lavati! Dovrete farlo 4 volte l’anno in modo da evitare la proliferazione degli acari. Per quanto riguarda il materasso, dovreste dedicargli la giusta attenzione due volte all’anno. Qui trovate un articolo su come disinfettare il materasso.

Non dimentichiamoci dei dettagli

Lavare gli asciugamani

Ci sono ancora molte cose di cui occuparsi: i vetri, gli elettrodomestici, gli asciugamani…Parlando di faccende domestiche, sono tutti dettagli che non dovremmo tralasciare.

  • Gli asciugamani vanno cambiati due volte a settimana e bisogna prestare particolare attenzione a lavarli con quelli dai colori simili in modo da mantenerli nuovi più a lungo. Un trucco: l’ammorbidente ne altera la capacità di assorbimento, quindi optate per dell’acqua salata per mantenerli morbidi.
  • I vetri sono indubbiamente il nostro tallone di Achille; appena finiamo di pulirli cominci a piovere. Cercate di evitare che si accumuli troppa polvere, lavarli una volta al mese sarà più che sufficiente.
  • Il resto degli elettrodomestici dipenderà dall’uso che ne fate, ma non dimenticare di pulire per bene la lavatrice, la lavastoviglie e persino il tostapane almeno una volta ogni due mesi.

La pulizia delle diverse aree della casa può richiedere molto tempo, ma siamo certi che la nostra piccola guida vi aiuterà ad organizzarvi al meglio!