Decorare con lo stile modernista: eleganza e originalità

22 Marzo 2019
La vostra casa può brillare per eleganza attraverso una decorazione in stile modernista nel più puro stile Gaudí.

State pensando di cambiare la decorazione della vostra casa? Avete comprato una nuova casa e non sapete quale stile adottare per la decorazione d’interni? Decorare con lo stile modernista potrebbe essere la soluzione. In questo articolo vi mostreremo alcune idee per adottare lo stile modernista per la vostra casa.

In fondo, a tutti piace cambiare e rendere la casa un luogo interessante, e non un posto dove ci sono solo i mobili essenziali e in un unico stile. Allora, perché non rendere la vostra casa uno spazio di design innovativo ricco di dettagli interessanti? Ispirandosi ad una corrente artistica come il modernismo, l’effetto è assicurato.

Lo stile modernista può essere usato per la decorazione d’interni che all’esterno della casa. Questa corrente artistica, infatti, non si trova solo nelle stanze ma anche in anche in altri luoghi della casa, compresa la facciata. Vediamo insieme come decorare con lo stile modernista.

Lo stile modernista: dati storici

Lo stile modernista o modernismo nasce e si sviluppa tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX. A seconda del paese in cui si è diffuso riceve un nome o un altro, come ad esempio in Francia si chiamava Art Nouveau e in Germania era lo Jugendstil. In Italia si chiamava Liberty.

Scalinata Art Nouevau

In Spagna prendeva il nome di Modernismo, perché è considerato una nuova arte, che rompe gli stereotipi del Neoclassicismo e offre un’immagine rinnovata dell’arte che riceve una chiara ispirazione dalla natura.

Il Modernismo sancisce una rottura con l’accademismo imperante, fomentando e promuovendo la libertà creativa degli artisti. Le formule classiche vengono infrante per dare sfogo all’immaginazione e alle forme plastiche. Il Modernismo mette fine, così, al realismo del secolo precedente.

Nelle opere plastiche l’armonia nasce dalla luce, che dà sollievo e decora.

-Antoni Gaudí-

Decorare con lo stile modernista

Il modernismo riguarda tutte le arti, ma ce n’è una su cui influisce in modo particolare: l’architettura. L’architettura modernista ha un principio fondante, quello secondo cui il contenitore è strettamente legato al contenuto.

  • L’arredamento è il punto fondamentale su cui lavorare. La tecnica del modernismo si riflette molto bene attraverso tavoli, sedie, lampade, armadietti, ecc.
  • Le scale: nelle strutture architettoniche come le scale è possibile riconoscere molto dello stile modernista, sia sui gradini che nei corrimani.
  • La decorazione pittorica: naturalmente, potete decorare con lo stile modernista usando i classici dipinti nei quadri, ma perché non decorare le pareti con rappresentazioni moderniste, come forme vegetali stilizzate?
  • L’uso del vetro colorato: il vetro è una risorsa interessante su cui lavorare, con i suoi motivi sinuosi o curvi. La decorazione e la luce moderniste sono molto dinamiche.

Vetro colorato
L’arredamento modernista

L’arredamento è l’obiettivo principale in cui opera il modernismo. I mobili modernisti sono appariscenti e offrono una visione straordinaria di ciò che questo stile rappresenta e intende comunicare e delle sue ripercussioni all’interno della casa.

  • Il tavolo e le sedie: le gambe e lo schienale sono sinuosi. Le linee rette vengono abbandonate per cercare di offrire un’immagine che rimanda alla natura, alle forme della vegetazione e degli animali, come se fossero nati direttamente dalla natura.
  • Gli specchi: le cornici hanno le forme curve, senza linee rette e cercando di giocare con la sinuosità. Decorare con lo stile modernista significa mettere gli specchi al centro dell’attenzione, in qualunque angolo della casa essi si trovino.
  • I vasi per le piante: è importante che ci siano vasi con piante, fiori, bonsai o altri tipi di piante. Il fine ultimo è la creazione di un dialogo con il resto della decorazione, sempre in base ai principi della natura e della vegetazione.
  • Le cornici con i quadri e le immagini: ancora forme sinuose, sia in legno che in ferro.
  • Le scale: si adattano perfettamente a questo stile, diventando una componente fondamentale delle case a due piani.
Scala modernista

Seguendo l’opera e i disegni di Antoni Gaudí, decorare con lo stile modernista significa simulare le forme della natura e degli animali, ad esempio una cascata d’acqua. Per fare ciò, le forme devono essere sproporzionate, cioè ricche di curve e con la zona centrale più larga che alle estremità.

Nello stile modernista predominano sia il legno che il ferro battuto. L’obiettivo principale è quello di mostrare una rappresentazione vegetale in cui il lavoro che viene fatto dal metallo attira tutti gli sguardi.

Le facciate moderniste

Sulle facciate moderniste si possono applicare molti dettagli interessanti, come le colonne o i capitelli, le facce umane, le onnipresenti forme vegetali e animali e le strutture sporgenti.

Le finestre possono avere cornici curve ed eleganti, che saranno arricchite da inserti in legno e vetri colorati.

Come abbiamo avuto modo di vedere insieme, il modernismo è uno stile consolidato, per niente tradizionale e molto bello, che si caratterizza per eleganza e originalità. I principi modernisti, nettamente in contrasto con le tendenze classiche che hanno influito così tanto nella storia della decorazione d’interni, hanno rivoluzionato l’architettura e l’arte europea.

Polo García, Victorino: El Modernismo. La pasión por vivir el arte, Barcelona, Montesinos Editor, 1987.