Consigli pratici per installare un acquario in casa

· 28 Aprile 2019
Se avete la possibilità e lo spazio per installare un acquario in casa, con questi consigli riuscirete a farlo in modo facile e rapido, senza commettere errori.

Avete deciso di installare un acquario in casa ma non sapete da dove cominciare? Si tratta di una decisione importante e che, per molti versi, rappresenta una vera e propria sfida. Sebbene sia una grande alternativa per contemplare e godervi un piccolo spazio naturale tra le quattro mura domestiche, è importante tenere a mente alcuni aspetti, fondamentali per la vostra sicurezza e la salute dei vostri nuovi amici con le pinne.

Per installare un acquario in casa nel modo giusto non basta solo scegliere il luogo in cui verrà installato. Dovrete anzitutto capire come funziona, in tutto e per tutto. Stiamo parlando di un vero e proprio ecosistema in miniatura, con proprie regole e caratteristiche che occorrerà rispettare e conoscere per poter salvaguardare l’integrità delle specie che in esso vivono, sia animali che vegetali. Non si tratta di una missione impossibile, come vedrete: l’importante è pianificare bene tutto e informarsi adeguatamente.

Come fare per installare un acquario in casa

Grazie ai nuovi materiali e di nuovi prodotti dedicati a questo ambito, da diversi anni praticamente chiunque ha la possibilità di installare un acquario in casa senza troppi problemi.

Fino a qualche tempo fa si preferivano acquari di acqua dolce, mentre oggi è possibile allestirne addirittura una tropicale, con acqua di mare e specie di pesci assai più particolari, esotici e coloratissimi.

Bisogna informarsi prima di montare un acquario in casa

Tuttavia, non si tratta solo di un elemento di decorazione che serve per abbellire un determinato spazio della casa. Dal momento questo ecosistema è abitato da specie viventi, è necessario occuparsi (e preoccuparsi) della salute dei pesci e delle piante che andrete a inserire all’interno. Avranno bisogno di molte cure, al pari di qualsiasi altro animale domestico.

Scelta dei pesci

Ma come si fa a scegliere i pesci per un acquario? Innanzitutto, dovrete decidere se installare un acquario d’acqua fredda o di acqua calda dal momento che la temperatura incide moltissimo in questo spazio. La differenza tra questi ecosistemi è cruciale perché stiamo parlando di condizioni tipiche che permettono la vita solamente a determinate specie. Vediamo le differenze principali:

  • I pesci di acqua fredda sono più resistenti, hanno movimenti lenti e di solito sono pacifici.
  • Quelli di acqua calda, d’altra parte, richiedono un ambiente con una temperatura tra i 23 e i 25 gradi. Sono i preferiti dagli appassionati perché hanno colori più sgargianti e belli. Tenete però presente che sono più territoriali e possono mostrare comportamenti assai aggressivi.

Spazio disponibile

Anche la scelta del luogo in cui posizionare l’acquario è un aspetto molto importante. Ovviamente, la dimensione del serbatoio dipenderà dallo spazio disponibile che avete dentro casa. Prendete bene le misure, prima di procedere all’acquisto, dal momento che dovrete considerare anche altri elementi come luci e filtri, la vicinanza ad una presa di corrente, il passaggio delle persone… Il Feng Shui consiglia di posizionare l’acquario sul lato di destra di una finestra, in una zona ventilata e con una buona incidenza di luce naturale.

Fondo dell’acquario e piante

Il fondo e le piante sono un buon complemento per installare un acquario in casa più bello. Quasi sempre, per la parte inferiore, si sceglie della ghiaia, con l’aggiunta di rocce speciali che liberano dei minerali utili alla vita dei pesci. A questo potrete aggiungere dei muschi e altro materiale organico.

Le piante sono importantissime per il benessere dei vostri pesciolini. Anche se è possibile utilizzare quelle artificiali, vi consigliamo di privilegiare quelle vere che daranno enormi benefici alla salute degli ospiti dell’acquario.

Alghe spesse in un acquario

Tipi di acqua

Ci sono diversi modi per preparare l’acqua prima di riempire il vostro acquario:

  • Fate bollire dell’acqua e poi lasciatela riposare.
  • Riempite un contenitore trasparente ed esponetelo al sole per un’intera giornata.
  • Raccogliete dell’acqua piovana.

Se il vostro è un acquario d’acqua calda, dovrete per forza acquistare un riscaldatore e un termometro per controllare la temperatura in ogni momento. Se le condizioni ambientali non saranno quelle adeguate, è poco probabile che i pesci riescano a sopravvivere.

Alimentazione dei pesci

Uno degli errori più comuni è quello di pensare che i pesci possano mangiare “qualsiasi cosa”. Un’alimentazione scarsa o inadeguata può essere addirittura letale. Nei negozi specializzati, potrete trovare dei concentrati speciali che sono elaborati appositamente a partire da farina di pesce, uova, verdure e vitamine.

Vi consigliamo di dare fa mangiare ai pesci solamente due volte al giorno, versando sulla superficie dell’acqua il mangime durante cinque minuti. Anche un eccesso di cibo può essere deleterio per questi animali.

Manutenzione

Se ancora non siete sicuri se installare un acquario in casa o no, tenete presente che la sua manutenzione richiederà tempo. Per rimanere in ottime condizioni e garantire il benessere di pesci e piante, infatti, dovrete pulirlo spesso. I cambi d’acqua e le cure dipenderanno dal numero di pesci e dalla quantità di cibo che viene fornita.

Sapete come montare un acquario in casa

  • Vi consigliamo di pulire l’acquario due volte al mese (ogni due settimane, per esempio). Il cambio d’acqua può essere fatto con un semplice processo. In effetti, basta rimuovere solo l’acqua dal fondo, usando un tubo e sfruttando la gravità.
  • L’abitudine di spostare temporaneamente i pesci, per permettere, la pulizia è una cosa del passato. Ci sono dei filtri e degli strumenti che consentono di rimuovere i rifiuti senza provocare shock a questi piccoli animali.

Illuminazione artificiale

Infine, non dovete sottovalutare l’importanza della luce nell’acquario. Quasi sempre vengono utilizzate luci artificiali speciali, poiché la luce diretta del sole può causare la comparsa di alghe. Queste luci rimarranno accese per circa 8-10 ore al giorno. Si tratta di un dato da tenere a mente, dato che questi consumi incideranno abbastanza sulla vostra bolletta.

Volete installare un acquario in casa? Seguite questi semplici consigli e, se avete qualche dubbio, i professionisti che lavorano nei negozi di settori saranno lieti di aiutarvi.