La differenza nella distribuzione degli spazi tra le case antiche e moderne

· 17 Marzo 2019
C'è una grande differenza tra la distribuzione degli spazi delle case antiche e moderne. Bisogna tenerne conto quando si compra o si ristruttura casa.

Probabilmente, i nostri antenati avevano una casa molto diversa da quelle di oggi, specialmente nell’aspetto formale e strutturale. In questo articolo, spiegheremo la differenza nella distribuzione degli spazi tra le case antiche e moderne.

Una casa del primo Novecento non è la stessa di una attuale. I materiali utilizzati sono diversi, i modi di costruire anche e lo studio precedente è, naturalmente, un chiaro esempio che la società è cambiata.

Quindi, non c’è dubbio che l’architettura nelle città si sia evoluta. Ma la grande domanda è: in meglio o in peggio? In realtà, ci sono alcuni aspetti che sono migliorati, ma anche molti altri che sono peggiorati. Vediamo insieme la differenza nella distribuzione degli spazi tra le case antiche e moderne.

Le caratteristiche di una casa antica

Vecchia cucina

Quando parliamo di casa antica, ci riferiamo a una costruzione fatta alla fine del 19 ° secolo e la prima metà del 20 ° secolo. Vale a dire, le case dei nostri nonni sono l’esempio di riferimento che dobbiamo considerare, specialmente se hanno vissuto in una città.

  • Si tratta di case in cui lo spazio è distribuito attraverso un corridoio, non molto lunga, e spazi molto grandi. Ad esempio, il soggiorno è un luogo molto spazioso, dove è possibile inserire il tavolo da pranzo e un’altra parte con divano e televisione, ma non c’è differenza tra le parti.
  • Di solito c’è un’altra piccola stanza che viene solitamente chiamata “salotto”. È un luogo per accogliere gli ospiti, molto più pratico. Inoltre, le dimensioni sono più piccole e non hanno la stessa decorazione dell’altra stanza.
  • Per quanto riguarda le camere da letto, di solito ce ne sono più di 3, soprattutto perché le famiglie erano più numerose rispetto ad oggi. Ci potrebbe essere una stanza in cui si trovano le camerette e un’altra stanza con la camera da letto matrimoniale.
  • La separazione dei luoghi non deve essere sempre con porte strette, a volte sono porte scorrevoli, e persino tende che differenziano un luogo da un altro, come può accadere con le camere da letto.
  • La cucina di solito non ha una decorazione interessante, dato che è un luogo funzionale, ma tra queste vale la pena di distinguere la cucina di Bilbao. Un altro elemento da evidenziare in queste cucine è la dispensa.

In questo modo, l’organizzazione interna è più complessa e non così privatizzata come è oggi, dove le camere da letto non si aprono così tanto verso gli altri spazi.

Salotto casa antica

Le caratteristiche di una casa moderna

La distribuzione interna in una casa moderna è di solito più semplice, più funzionale e più utile. Tenete presente che le famiglie, al giorno d’oggi, sono più piccole e di solito non superano i 3 bambini.

  • Il corridoio non è molto lungo ma è pratico per accedere ad ogni posto della casa. Nelle case moderne, si cerca di non generare troppi angoli e fessure.
  • Un unico salone dove posizionare i mobili principali e anche il tavolo da pranzo; cioè, seguendo uno stile più classico. Non sono stanze troppo grandi ma sono utili per passare il tempo con la famiglia dato che è la zona comune e il punto d’incontro.
  • La cucina è pratica, non troppo grande e con maggiore cura per l’estetica e per i dettagli. La decorazione influisce molto su questo spazio.
  • Le camere da letto: come è stato detto, di solito non ce ne sono troppe e sono maggiormente appartate, avendo una porta che conduce al corridoio. Il concetto di camera da letto oggi è più individualizzato. Le camere risultano più strette e con luce naturale.

Questo tipo di casa rappresenta il prototipo dell’appartamento di città. Non c’è dubbio che una casa di campagna avrà una distribuzione molto diversa rispetto a una casa di città, specialmente nell’organizzazione su due piani.

Prima, le case erano più spaziose; ora il concetto di casa è stato ridotto.

Casa moderna e distribuzione degli spazi
La distribuzione degli spazi nelle case antiche e moderne

Per concludere, ciò che è stato fatto dagli anni ’80 fino ad oggi è cambiare la distribuzione degli spazi nelle case verso un sistema più privatizzato e funzionale.

Un appartamento deve essere pratico e non possedere troppi spazi che, a volte, possono essere inutili. Nelle città, quasi nessuna casa ha un soppalco, ma nei paesi è abbastanza comune.

Pertanto, la ricerca di una distribuzione funzionale e di base è molto diversa da come è stata fatta in passato, principalmente per due motivi: la riduzione del nucleo familiare e il tempo trascorso lontano da casa, sia per il tempo libero che per il lavoro.

L’uomo si è evoluto e insieme a lui il modo di costruire le case e il modo di viverle.