Come decorare gli spazi di coworking

20 Febbraio 2019
Sempre più professionisti e piccole imprese scelgono gli spazi di coworking per lavorare. Ma come devono essere decorati questi uffici? Vediamolo assieme.

Gli spazi di coworking sono degli ambienti di lavoro condivisi e, oggi, vengono sempre più usati da giovani imprenditori e liberi professionisti. Sono perfetti per creare reti, iniziare nuove collaborazioni ma, soprattutto, per risparmiare sui costi.

Questo tipo di ufficio condiviso è apparso negli Stati Uniti negli anni ’90 ed ora si è diffuso in tutto il mondo, anche in Italia. Per questo motivo, abbiamo deciso di dedicare un articolo a tutti coloro che hanno l’esigenza di decorare gli spazi di coworking. Vi spiegheremo come farlo, nel miglior modo possibile.

Idee per decorare il vostro ufficio di coworking

Dividete lo spazio in sezioni

Giovani lavorano in coworking

La prima cosa da individuare, quando si progetta un coworking, riguarda la scelta degli spazi in cui sarà diviso l’ambiente. È importante allestire l’ufficio in modo che tutti i lavoratori possano esercitare le proprie attività in modo comodo e adeguato. Di seguito, vi spieghiamo quali sono le sezioni di base che ogni ufficio di coworking dovrebbe avere.

  • Aree di lavoro. Il cuore di ogni ufficio di coworking dovrebbe essere la zona di lavoro. Questa deve occupare la parte più importante dell’intero spazio. Inoltre, tenete presente che i professionisti avranno bisogno di privacy per portare avanti il loro lavoro. Allo stesso tempo, comunque, bisognerà favorire il contatto con altri professionisti nella stanza. Più avanti, descriveremo in dettaglio come dovrebbe essere distribuita quest’area dell’ufficio condiviso.
Uno spazio coworking con pallet

  • Area riunioni. In genere, questa zona è fondamentale per i professionisti che, pur scegliendo il coworking, avranno bisogno di ricevere cliente o fornitori. Dovrete allestire uno spazio sufficientemente grande, con un tavolo allungato e un numero sufficiente di sedie per poter organizzare incontri e meeting in modo confortevole. Inoltre, sarebbe interessante poter offrire anche altri elementi, come un proiettore o un piccolo frigorifero.
Sala riunioni vuota

  • Area di pausa. Questa zona è comune anche a tutti i lavoratori ed è pensata per i momenti di riposo e per alleggerire lo stress. Deve essere equipaggiata con una macchinetta per il caffè, così come da distributori di bevande e snack. Per garantire il massimo relax, oltre alle normali sedie, potrete inserire degli sgabelli con tavoli alti o anche dei comodi divanetti.
Un coworking in parquet

  • Bagno. È importante che il bagno sia sufficientemente spazioso e adatto anche alle persone affette da qualche disabilità. Oggigiorno è fondamentale creare e garantire la piena accessibilità, in modo che tutti possano usufruire di questi ambienti di lavoro condivisi.
Bagno moderno con specchio e faretti

  • Altre aree. Oltre alle zone di lavoro, la sala riunioni, la zona relax e il bagno, è possibile creare anche altri ambienti. Ad esempio una segreteria, un magazzino, un parcheggio o un ripostiglio, dove magari stivare le scorte di cancelleria. Ovviamente, ciò dipenderà dalla disponibilità di spazio che avrete a disposizione e dalle esigenze dei membri del coworking.

Privacy e contatto negli uffici di coworking

Riunione di lavoro

Forse, la cosa più difficile, quando si progetta uno spazio di coworking è trovare il giusto equilibrio tra privacy e contatto tra professionisti. Ciascuno dei lavoratori avrà bisogno del proprio spazio per lavorare. Dovrà essere protetto, escludere possibili rumori e garantire una certa intimità.

D’altra parte, dovrete tenere a mente che gli imprenditori devono anche avere la possibilità di scambiare opinioni, punti di vista e collaborare con gli altri presenti nel coworking. Ciò servirà a rendere il lavoro più facile e, talvolta, a trovare soluzioni alternative a eventuali problemi.

Per questo motivo, la cosa migliore è dividere gli imprenditori in diverse sezioni, in base al business o ambito a cui si dedicano. Inoltre, ogni lavoratore avrà un separatore opaco o traslucido che gli fornirà sufficiente privacy. È importante che gli spazi individuali non siano chiusi, in modo da non creare alcun senso di isolamento.

Ricordatevi che le aree comuni saranno la chiave per favorire collaborazioni e sinergie tra professionisti. Per aumentare le possibilità di intercambio, è possibile creare altre stanze in cui è possibile incontrarsi in modo più informale, rispetto alla sala riunioni.

Illuminazione e arredamento funzionale

Zona relax di un ufficio

Gli uffici di coworking sono, soprattutto, un luogo di lavoro. In quanto tali, dovrebbero essere funzionali e luminosi. Ognuna delle aree di lavoro dovrà avere ampi tavoli in cui si riuscirà a lavorare comodamente e sedie da ufficio. Inoltre, è importante che ci sia sempre sufficiente luce naturale, che infonderà serenità e calma alle persone.

Dovrete prevedere l’installazione di mobili specifici, per archiviare e conservare i documenti. Come scaffali o schedari. Sebbene oggi funzioni tutto a livello digitale, a seconda del tipo di business, spesso è necessario stampare fatture o ricevute. Pertanto è utile allestire un tipo di arredamento dedicato a questo scopo.

Ora che sapete quali devono essere le caratteristiche principali degli uffici di coworking, dovete solo mettervi al lavoro. Il nostro consiglio è quello di pianificare la divisione degli spazi in dettaglio, prima di realizzare altre idee.