Come organizzare il salotto a L: 5 trucchi

· 15 Gennaio 2019
Il salone a L può essere una sfida o può causarvi un dolore di testa quando dovrete scegliere i mobili per arredarlo. Se userete alcuni trucchi e idee sicuramente l'impresa vi sembrerà molto più semplice. Basta seguire un principio secondo il quale "meno è meglio".

Sapere come organizzare il salotto a L vi risparmierà frustrazioni e vi aiuterà ad evitare sbagli nel disporre i mobili e scegliere la decorazione dell’ambiente. In ogni caso non scoraggiatevi, poiché vi sono molte opportunità da sfruttare e il risultato finale sarà un salotto da godervi a pieno.

In questo articolo scoprirete come organizzare il salotto a L in base ai vostri gusti e per ottenere un salotto bello ma soprattutto funzionale.

Consigli su come organizzare un salotto a L

Se avete un salotto a L non dovete scoraggiarvi..Infatti questo tipo di salotto è un ambiente con un potenziale enorme! Se saprete organizzare bene lo spazio potrete persino unire l’ambiente della cucina o sala da pranzo e il salotto. Prestate attenzione ai seguenti consigli:

1.Fate attenzione alla luce

Ciò è veramente importante perché l’insufficienza di luce naturale renderebbe l’ambiente buio e ciò può renderlo meno confortevole, a prescindere dall’arredamento.

 

Salotto con mura a vetro

Se avete la fortuna di avere delle grandi finestre a muro assicuratevi di trarne il massimo vantaggio. Come? Certamente usando delle tende leggere o semitrasparenti che permettano alla luce di filtrare in qualsiasi momento della giornata. In questo modo l’ambiente sembrerà molto più spazioso.

Se le finestre sono di piccole dimensioni o se, per via della loro posizione o della posizione della stanza, non sono esposte al sole dovrete cercare un modo per illuminare la stanza con luce artificiale. Dicendo ciò non vi stiamo consigliando di usare lampade in ogni angolo, dovrete, infatti, posizionare delle lampade solo su alcune zone strategiche, come ad esempio il tavolo della sala da pranzo o al lato del divano.

2. Scegliete un divano a L

Se scegliete di creare un salotto a L, tutto dovrà avere questa forma. Incluso il modello del divano dovrà avere una forma ad L. La scelta di un divano di questo tipo sarà la più azzeccata e si abbinerà perfettamente all’ambiente. Un vantaggio di questo modello di divano è che è  molto comodo e vi permetterà di poter comodamente guardare la televisione anche quando  avrete molti invitati in casa.

3.Ogni cosa a suo posto

Seguendo il concetto della disposizione dell’arredamento a L, dovrete pensare a dove collocare la sala da pranzo e dove posizionare il salotto. Tutto di pende dai vostri gusti e dalle attività che svolgete in casa.

Per esempio, se la vostra famiglia è numerosa, o avete spesso un gran numero di invitati a cena il fine settimana, vi raccomandiamo di posizionare il tavolo da pranzo nella parte più ampia dell’ambiente del salotto.

Salotto con mura colorate e arredamento in bianco e legno

Se il punto focale dell’ambiente è il divano (se siete cinefili, se preferite sdraiarvi per leggere tutta la notte, eccetera), quindi scegliete di posizionare il salotto nello spazio più largo e il tavolo nello spazio più piccolo.

In qualsiasi caso, dovrete differenziare gli spazi in modo molto metodico: scegliendo delle mattonelle diverse per il pavimento, usando un tappeto nel salotto, dipingendo le pareti di colore diverso, eccetera.

4. Stessa decorazione?

Ambienti con un design molto specifico vanno sempre più di moda. Per esempio lo stile giapponese per decorare la stanza, lo stile mediterraneo per la cucina, minimalista per il salotto e moderno per l’ufficio.

Nel salotto a forma di L dovrete fare molta attenzione ad usare stili diversi in ambienti diversi poiché, non essendovi delle pareti divisorie, l’ambiente della cucina e del salotto sono pur sempre uniti. Quindi vi consigliamo di dividere gli ambienti ma di mantenere gli stessi colori o lo stesso stile dell’arredo.

5. Separate gli ambienti

Se non volete che il salone a L rimanga “aperto” e volete separare nettamente la sala da pranzo potete sempre usare un elemento di separazione. Ciò non vuol dire che dovete costruire pareti. Esistono altre alternative per separare gli ambienti a L.

Come dividere gli ambienti con elementi fai da te

Per esempio, se non siete certi su come organizzare il salotto a L e poter efficientemente dividere gli spazi potete optare per un separé di vetro oscurato o per un paravento di legno (magari in stile orientale). Molti scelgono di  usare  i famosi cubi di legno che si possono disporre a piramide e servono per decorare e separare allo stesso tempo.

Avrete anche l’opzione di usare la biblioteca come mobile divisorio, facendo attenzione a non bloccare la vostra fonte di luce naturale, a seconda di dove le vostre finestre siano posizionate. Se mettete un oggetto molto grande davanti alla vostra fonte di luce il risultato sarà pessimo.

Come avrete notato i nostri consigli su come organizzare il salotto a L vi danno degli spunti per pianificare come predisporre gli spazi secondo le vostre attività quotidiane.