Decorate il balcone con vasi da fiori pensili

20 Marzo 2019
I vasi da fiori pensili sono perfetti quando non si ha molto spazio nel balcone. Scegliete tra i diversi modelli disponibili e le piante più adatte da coltivarci.

Non c’è bisogno di un giardino di centinaia di metri quadrati per avere fiori e piante in casa. Ogni luogo con un po’ di luce sarà sufficiente se utilizzate i vasi da fiori pensili ormai disponibili in tantissimi negozi.

In questo articolo vi parleremo di come decorare il balcone con vasi pensili, per sfruttare al massimo gli spazi e crogiolarsi tra gli aromi ed i colori che donano i fiori.

Consigli per decorare con vasi da fiori pensili

I vasi pensili sono perfetti quando non si dispone di molto spazio in casa, sia negli ambienti interni che in quelli esterni. Permettono di aggiungere un tocco di natura, colore e profumo senza occupare spazio vitale.

Sfruttando al massimo le pareti del balcone, avrete la possibilità di metterci tavoli e seggiole per osservare le vostre piantine crescere, quando volete prendere un po’ di sole e di aria senza uscire di casa.

diverse tipologie di vasi pensili per il balcone

L’unico inconveniente di questo tipo di vasi è che quando si annaffia bisogna fare attenzione a cosa c’è sotto, per evitare di bagnare o macchiare. Ma c’è di buono che si trovano in una vasta gamma di design e non tolgono spazio al balcone.

Ci sono diverse specie di piante che stanno molto bene in questo tipo di vasi, principalmente quelle che ricadono giù come la felce ed il potos. Vi consigliamo di scegliere anche i gerani, le petunie o le begonie. Non hanno bisogno di molto spazio per crescere e staranno benissimo.

Inoltre, a seconda della grandezza del vaso, potrete combinare una pianta che ricade giù ed un’altra che no. Così sfrutterete maggiormente lo spazio, armonizzerete il balcone ed avrete più colori e profumi. Scegliete la parete con più luce solare ma fate attenzione che non sia troppa per evitare che marciscano.

Per poter piantare nei vasi pensili, avrete bisogno di terriccio e fertilizzante, circa per i tre quarti della capacità del contenitore. Con una piccola pala o con la mano fate un buco al centro del vaso e mettete la pianta. Poi chiudete e fate un po’ di pressione per evitare che si smuova. Mette acqua fin quasi al bordo.

Le piante sistemate in vasi pensili devono sviluppare le radici in uno spazio ridotto,

quindi hanno bisogno di fertilizzante ed annaffiature frequenti.

Diversi tipi di vasi pensili per il balcone

fiori adatti ad un balcone

Nei negozi di giardinaggio si trovano molti modelli di vasi pensili. Però al momento di scegliere, non dovete considerare solo il fattore estetico. Per esempio, considerate che alcune piante non possono svilupparsi in questo tipo di contenitori perché le loro radici hanno bisogno di una maggior profondità.

Il materiale più comune per i vasi pensili è la plastica, per la sua leggerezza e resistenza. Si devono appendere con dei supporti o strutture speciali che possono essere anche queste di plastica, anche se è consigliabile scegliere materiali più robusti per evitare che il peso faccia cascare a terra la pianta.

Senza dubbio, i vasi più belli sono quelli di legno e di ceramica che, anche se sono più cari, decorano benissimo il balcone. Nel primo caso è fondamentale che il legno sia trattato per evitare le conseguenze delle intemperie (sole, pioggia, caldo, freddo, ecc.).

Non sono invece consigliati i vasi di metallo, specialmente per gli esterni dove c’è molto sole, perché il calore brucerebbe le radici seccando la pianta. Però si possono utilizzare per coprire il vaso interno che protegge la pianta.

Materiali innovativi ed originali

Ultimamente si vendono vasi pensili di altri materiali più naturali, come per esempio la corda, un grazioso disegno in macramè o fatti di erbe secche sostenute da una struttura di metallo, come se fossero il nido di un uccello.

vasi da fiori pensili in stile mediterraneo

Potete anche sfoderare le vostre doti artigianali e riciclare quei recipienti che avete in casa: fiaschi di vetro, contenitori di plastica, recipienti di legno, ecc. Scegliete una parete per sistemare i vasi e non esagerate con la quantità di piante, perché, anche se sono belle, caricheranno troppo l’ambiente dando una sensazione di chiusura e di piccolezza.

Infine potete disporre i vasi pensili in modo tale che, quando annaffiate quelli più in alto, automaticamente ricevano acqua anche quelli più in basso. Usate in modo efficiente le risorse che avete!