Come scegliere le finestre di casa in 4 passi

· 25 Maggio 2019
Scegliere le finestre in modo corretto è indispensabile per assicurarsi un buon isolamento termico e acustico della casa, nonché una buona illuminazione. Ecco come fare.

Se state costruendo la vostra casa da zero o la state ristrutturando in modo serio, non perdetevi questo articolo. Infatti, oggi vi daremo una serie di consigli utili che vi aiuteranno a non sbagliare con uno degli elementi chiave di ogni appartamento. Sapere come scegliere le finestre bene e senza commettere errori, garantirà maggiore comfort e vivibilità alla vostra casa.

Oltre a fermare e lasciar passare la luce e l’aria, questi elementi sono in grado di isolare i rumori e limitare la perdita di calore. Possono avere vari sistemi di chiusura ed apertura e oggi il mercato vi offre vari tipi di modelli, con dimensioni, forme e materiali che rendono ancora più complicato scegliere le finestre. Vediamo allora come farlo, partendo da quattro punti che sono assolutamente cruciali.

4 trucchi per scegliere le finestre di casa senza sbagliare

1. Scegliete la posizione in base a luce e condizioni meteorologiche

Finestre trasparenti con store

Nel caso in cui state costruendo la vostra casa da zero, potrete posizionare le finestre negli spazi che desiderate, più facilmente. Questo è il motivo per cui dovreste scegliere le posizioni che offrono maggiore luce naturale che, entrando negli ambienti di casa, sarà un valore aggiunto per la vostra decorazione. Tenete presente poi, che la luce artificiale è assai più dannosa per l’occhio umano.

Se avete la possibilità di posizionare le finestre su entrambi i lati della stessa stanza, non esitate a farlo. Avrete una maggiore ventilazione e una gran quantità di luce naturale (risparmiando notevolmente sulla bolletta).

Oltre alla quantità di luce, dovreste considerare anche la posizione del sole. Se una stanza è rivolta verso sud, le finestre dovrebbero essere più larghe, in modo da catturare tutta l’energia solare possibile durante il giorno.

Il principale vantaggio delle stanze rivolte a sud sta nel fatto che questi ambienti godranno di maggiore temperatura. Pertanto, i costi di riscaldamento saranno inferiori. I problemi, semmai, arriveranno durante i mesi più caldi, in estate per esempio. Nelle stanze situate a nord, se ne avete la possibilità, vi consigliamo di scegliere le finestre di minor ampiezza.

2. Dimensione e tipo delle finestre

Alcune finestre in fila

La dimensione è un altro aspetto da tenere in considerazione quando dovete scegliere le finestre. Questa misura dovrebbe essere sempre coerente con lo spazio della stanza e anche con la facciata dell’edificio.

Se avete degli spazi grandi e soffitti alti, l’alternativa migliore è quella di posizionare le finestre più grandi possibile. In questo modo, otterrete molta luminosità e aprirete un corridoio visivo verso l’esterno che vi permetterà di rilassarvi e rendere più dinamico l’ambiente interno.

Per quanto riguarda il tipo di finestra, quelle verticali sono l’opzione migliore, dal momento che il loro disegno favorirà un maggior ingresso di illuminazione naturale. Inoltre, allo stesso tempo, daranno una sensazione di maggior estensione del panorama di fronte a voi.

3. Scegliere le finestre in base al sistema di apertura

Sapete come scegliere le finestre

Una volta che avrete stabilito la posizione di ciascuna finestra, in base all’esposizione solare e le condizioni climatiche, scegliendole con una dimensione e forma adeguata agli ambienti e all’edificio, non vi resterà altro che scegliere il sistema di apertura e chiusura delle vostre nuove finestre.

Sebbene all’inizio possa sembrare un scelta semplice da fare, non è affatto così. Il sistema di apertura sarà quello che consentirà di gestire le finestre in modo efficace. Non solo servirà per aprirle e chiuderle comodamente, ma influirà anche sulla capacità di questi elementi di isolare dal freddo e dai rumori.

Di seguito, vi mostriamo una piccola lista con i più comuni sistemi di apertura delle finestre, in modo da poter scegliere l’opzione più comoda in base alle vostre esigenze:

  • Apertura a battente: è una buona alternativa per spazi limitati. Dovrete scegliere se preferite l’apertura a destra o a sinistra.
  • Apertura a ribalta (Vasistas): va bene se avete uno spazio ampio e privo di oggetti, poiché hanno un’apertura totale che può essere ingombrante.
  • Apertura scorrevole: queste finestre sono l’ideale per spazi con ostacoli e ampi spazi. Ci sono dei modelli misti (come l’apertura scorrevole con vasistas) e traslante (un tipo che blocca meglio il calore interno).
  • Apertura a bilico: ideale per soffitte o tetti. L’intero vetro ruota attorno all’asse centrale.
  • Apertura fissa: la migliore soluzione per camere con aria condizionata o per stanze che non hanno bisogno di ventilazione.

Materiali per finestre

Due finestre di legno classiche

Ci sono tre materiali usati per il design delle finestre. Legno, alluminio e PVC.

  • Il materiale più utilizzato è l’alluminio, poiché è quello che offre più possibilità e, inoltre, la sua manutenzione non richiede eccessivi sforzi. Ha il vantaggio di essere uno dei materiali più resistenti al fuoco.
  • Le finestre in legno sono efficaci in termini di isolamento acustico e termico, oltre ad offrire uno stile naturale e caldo e una manutenzione che richiede maggiori cure, specialmente per colpa degli agenti atmosferici.
  • Le finestre realizzate in cloruro di polivinile, più noto come PVC, possiedono l’enorme vantaggio che funzionano efficacemente come isolanti naturali.