Separare cucina e soggiorno: 4 fantastiche idee

· 28 novembre 2018
Vi piacerebbe separare gli spazi in casa ma non sapete come fare? In questo articolo vi proponiamo alcune idee per separare cucina e soggiorno.

Attualmente, nella maggior parte delle case moderne, alcuni degli spazi comuni costituiscono un ambiente unico. Separare cucina e soggiorno è una prassi comune, già in fase di progettazione. In questo modo si ottiene un maggior ampiezza, si visiva che fisica degli spazi.

A volte, però, la separazione degli ambienti risulta necessaria per ottenere più autonomia e isolare gli ambienti.

In questo articolo vi suggeriamo 4 idee pratiche per separare cucina e soggiorno. Inoltre, vi parleremo anche dei vantaggi che si ottengono dalla divisione degli spazi comuni.

Vantaggi della suddivisione degli spazi

Cucina americana

Sebbene disporre di uno spazio ampio per attuare una suddivisione sia la condizione ideale, è possibile farlo anche in spazi ridotti. I vantaggi principali che si ottengono dal separare cucina e soggiorno sono i seguenti:

  • Maggiore autonomia e intimità in ogni spazio.
  • Differenziare le attività per ogni ambiente.
  • Cucinare liberamente senza impregnare il resto della casa con gli odori.
  • Delimitare e identificare ogni ambiente come spazio differente.

A breve vi mostreremo alcune soluzioni originali e pratiche per separare questi due ambienti.

Come separare cucina e soggiorno

Vi mostriamo i diversi sistemi esistenti per separare gli ambienti della vostra casa. Potete utilizzare porte, vetrate, pareti, mobili e molto altro ancora. Inoltre, potrete chiudere totalmente o parzialmente gli spazi e scegliere tra una soluzione definitiva oppure conservare la connessione tra gli ambienti.

1. Montare delle porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono elementi sempre più utilizzati negli interni delle abitazioni.  In questo modo potrete facilmente separare cucina e soggiorno, con un gesto semplice come far scorrere una porta. Scegliete l’alternativa che si adatta meglio al vostro spazio. Potrete optare per un’ampia varietà di materiali e modelli.

Secondo l’estetica del vostro spazio potete montare delle porte in legno nello stile “fienile”. Questa tipologia metterà in risalto gli ambienti dallo stile rustico o classico. D’altro canto, le porte in metallo saranno l’ideale per gli spazi moderno, arredati con lo stile industriale nel quale questo materiale è il vero protagonista.

Porte scorrevoli

2. Separate la cucina con le vetrate

Un’altra valida alternativa è separare parzialmente la cucina con una vetrata. Questa è la soluzione ideale per delimitare gli spazi non integralmente. In questo modo avrete la vista sul soggiorno attraverso il vetro. Se lo desiderate potete scegliere di di chiudere parzialmente la cucina a “L”. Inoltre, se disponete di un’isola potrete montare sul lato anteriore, delle finestre a ghigliottina. In questo modo manterrete un pieno contatto visivo con il soggiorno.

3. Bancone per la colazione

I banconi per la colazione sono un’altra delle alternative validissime per separare parzialmente la cucina dal soggiorno. Inoltre, sono elementi dalla doppia funzionalità: dividono lo spazio e allo stesso tempo fungono da mobilio. In questo modo, potrete efficacemente collegare e separare parzialmente la cucina dal soggiorno.

4. Separare gli spazi ridotti

Le abitazioni con gli spazi ridotti sono indubbiamente gli ambienti più difficili da gestire, quando si devono separare cucina e soggiorno. Questo perché ovviamente saranno disponibili meno alternative, se per esempio sceglierete di utilizzare le porte scorrevoli. A questo proposito vogliamo darvi alcune idee pratiche per farlo.

Pannelli divisori

Potete montare dei pannelli divisori in qualsiasi spazio della vostra abitazione. Ne esistono di diverse forme, materiali anche originali e decorazioni. Potete scegliere sia per una soluzione fissa, che mobile, da spostare all’occorrenza.

Isola cucina

Separare con i mobili

L’altra alternativa è quella di separare i piccoli spazi con dei mobili divisori. Ad esempio potete inserire un mobile scaffale, che assolverà alla funzione sia di divisorio che di contenitore. In questo modo avrete creato una parete originale dove custodire i vostri oggetti.

Come avete visto, esistono tantissime alternative per separare cucina e salone. Dovrete soltanto tenere conto della vostra disponibilità economica, dello spazio disponibile e del tipo di ambiente da separare. Con i nostri consigli, potrete creare stanze indipendenti e godere degli spazi dedicati alle diverse attività.