Consigli su come ottenere una cucina all’americana

· 13 ottobre 2018
Per avere una cucina all'americana bisogna utilizzare lo spazio al meglio, oltre a mantenere l'armonia tra cucina e salotto. È necessario che vi sia una continuità visiva. Vi proponiamo delle idee che vi possano ispirare.

In questo articolo vi daremo consigli per ottenere una bella cucina all’americana di buona qualità.

In primo luogo, non ci dimentichiamo il tipo di cucina all’americana va di pari passo con il concetto di spazio aperto.

Generalmente, questo tipo di spazio consiste in solo ambiente per la cucina e il salotto.

Originariamente, questo veniva associato a case di ridotte dimensioni, come appartamenti, monolocali, mini case, studi e attici. Senza dubbio, questo concetto è cambiato molto fino ad essere usato anche in case molto grandi.

Da quello che possiamo vedere, questo tipo di cucina ha raggiunto un tale successo che, in varie occasioni, si cominciano lavori in casa per rimodellarla ai fini di ottenere  questo tipo di cucine.

Qui di seguito, vi diamo alcuni accorgimenti da sapere prima di procedere alla costruzione di una cucina all’americana.

cucina con superficie in marmo

Osservate lo spazio disponibile

Naturalmente, ogni cucina all’americana sarà diversa, adotterà forme diverse. Dobbiamo misurare lo spazio disponibile correttamente, sopratutto quando si tratta di uno spazio piccolo. Così, sarà possibile sfruttarlo al massimo.

Inoltre, dobbiamo pensare al disegno che abbiamo in mente affinché sia possibile realizzarlo al meglio. Sfruttate al meglio le risorse disponibili.

Trattandosi di spazi generalmente piccoli, non c’è possibilità di metterci molti mobili. Per questo, dovrete sceglierli con molta cura, pensando sopratutto alla loro funzionalità.

Mantenete una continuità visiva

Avendo un solo ambiente per cucina e salotto, bisogna assicurarsi che vi sia una continuità e che non vi siano cambiamenti drastici da un ambiente all’altro.

Per questo, in concordanza con il concetto di cucina all’americana, dovrete eliminare tutto quello che costituisca una barriera visiva, come per esempio muretti divisori e pareti.

Per ottenere facilmente questa continuità visiva bisognerà scegliere lo stesso tipo di pavimento in entrambi gli ambienti. In modo che sembri molto più omogeneo. Lo stesso vale per le pareti.

La soluzione ideale è una integrazione perfetta e naturale tra le due zone.

cucina con divano e sgabelli

Normalmente si posiziona un bancone allungato nella zona che delimita i due spazi. Vicino al bancone, vengono messi degli sgabelli alti. Con questo tipo di accorgimenti il passaggio da una zona all’altra è naturale, senza cambiamenti bruschi.

In alcuni casi, si può optare per una porta scorrevole o un finestrone panoramico nella zona tra i due spazi. In questi casi, vi consigliamo di usare il vetro in modo da assicurare la continuità tra gli spazi e la penetrazione della luce, preferibilmente naturale.

Ovviamente, malgrado ciò, gli utensili della cucina devono essere riposti nella cucina e i libri e le riviste devono collocarsi nel salotto. È importante mantenere una separazione sia per quanto riguarda la decorazione che il posizionamento degli oggetti specifici di ogni zona.

L’importanza degli spazi per riporre oggetti

Dal momento che questi tipi di cucine si trovano in case piccole, è necessario sfruttare lo spazio al massimo. Per questo, dovreste usare meno mobili e scegliere solo quelli pratici e funzionali.

Perciò, vi consigliamo l’utilizzo di carrelli ausiliari, scaffali e credenze, oltre a casse e barattoli per gli alimenti e piccoli utensili.

Se decidete di posizionare un’isola, accrescerete di molto lo spazio disponibile per riporre gli oggetti che non usate spesso. Bisogna ricordare che, generalmente, si tratta di uno spazio piccolo, quindi bisogna metterci solo gli oggetti che realmente andremo ad usare in modo da non conservare il superfluo.

Nel caso in cui lo spazio sia sufficiente, potrete metterci un tavolo grande.

cucina con scaffali e sgabelli

Vantaggi e svantaggi della cucina all’americana

Prima di fare l’ultimo passo e cominciare la costruzione della cucina, dovrete tener presente che non avrete solo vantaggi. Dovrete anche ponderare i possibili inconvenienti:

  • Fumo e cattivo odore: è normale che arrivino fino al salotto, però bisognerebbe evitarlo ad ogni costo. Perciò, è totalmente opportuno spendere per una buona cappa, con una ventilazione potente. Si può anche usare un pannello per evitare i cattivi odori.
  • Rivestimento delle pareti: precedentemente abbiamo parlato di omogeneità stilistica tra gli ambienti, pavimenti e pareti inclusi. Senza dubbio, le pareti della cucina saranno molto più esposte alle macchie e schizzi. Per questo, dovrete prendervi cura dei rivestimenti, optando per pareti come il granito, cemento e ceramica.
  • Rumori: la cucina diventerà uno spazio più frequentato, se la gente si sofferma a chiacchiere nella cucina, chiaramente non vi sarà silenzio assoluto per vedere la televisione sul divano. A questo dovremo aggiungere gli elettrodomestici naturalmente, quindi, così come per la cappa, dovrete assicurarvi che siano di qualità prima di comprarli.

Tutto questo si riassume in una mancanza di indipendenza dei due ambienti.

Conclusione

Speriamo che questi consigli vi siano utili. Ricordate che in quanto allo stile, potrete optare per quello che preferite, fermo restando la continuità stilistica tra gli ambienti.

In ultimo, non vi dimenticate che è anche possibile giocare con la luce, assicurandosi che la luce naturale entri il più possibile nel salotto. Per accentuare, potrete far uso della luce in linea con la forma del bancone. In questo caso, potrete scegliere delle lampade basse che scendano dal tetto, ciò creerà un effetto carino e originale.