Piante naturali o artificiali: come scegliere quelle giuste?

· 8 Marzo 2019
Se volete decorare la casa con degli elementi naturali, non sempre è facile decidere tra piante naturali o artificiali. In questo post vi diremo come fare.

Decorare la vostra casa con piante naturali o artificiali è un’ottima idea. Ma come si fa a sapere quale di queste due alternative è quella più appropriata? Come spesso accade, infatti, entrambe le soluzioni hanno pro e contro. Per aiutarvi nella scelta, in questo articolo vi parleremo delle caratteristiche di queste due tipologie di piante, in modo che possiate decorare gli ambienti della casa nel modo più adeguato.

Se state pensando di arredare il salotto, l’ufficio o la vostra cucina usando piante naturali o artificiali. occorre tenere in considerazione alcuni aspetti che miglioreranno l’aggiunta di questi elementi decorativi nei vari spazi dell’appartamento.

Le piante naturali sono certamente belle e profumate ma, inevitabilmente, richiedono maggiori cure e attenzioni. Quelle artificiali, al contrario, non richiedono alcuna manutenzione ma forse non bastano a dare quel tocco di freschezza che cercate. Per poter decidere in modo corretto, vediamo assieme tutti i vantaggi e svantaggi di scegliere delle piante naturali o artificiali per decorare la vostra casa.

Rose finte

Differenze e uso di piante naturali o artificiali

Piante artificiali

Questi elementi decorativi sono realizzati in materiali diversi e spesso hanno un aspetto e dei colori così realistici da sembrare vere. Le piante artificiali sono la soluzione migliore per coloro che non passano molto tempo dentro casa o che viaggiano spesso, dal momento che non dovrete innaffiarle, né potarle, cambiarle di vaso o spostarle per favorire l’esposizione ai raggi solari.

Tuttavia, ciò non significa che non abbiano bisogno di “manutenzione”. Infatti, tanto per fare qualche esempio, dovrete eliminare la polvere che si accumula su foglie e fiori, usando un panno umido, uno spolverino o anche un aspirapolvere.

Le piante artificiali possono simulare specie esotiche che sono molto difficili da trovare in Italia ma con un effetto estetico davvero unico, come le orchidee, che riescono a sopravvivere solo in determinate condizioni climatiche. Anche se hanno il vantaggio di non crescere, né di gettare nuovi rami, tenete presente che non profumano, non fioriscono in primavera e non cambiano di aspetto. Potrete dunque spostarle dentro casa senza difficoltà.

Se non sapete se scegliere piante naturali o artificiali, ricordate che queste ultime non danno maggior calore, non profumano l’ambiente né fanno troppa compagnia. Inoltre, alcune possono persino essere pericolose, per esempio se realizzate in materiali facilmente infiammabili o tossici. Ovviamente, però, se non vate il tempo o la pazienza di occuparvi delle piante naturali, quelle artificiali vi aiuteranno a risolvere il problema di decorare casa, evitando di avere problemi con insetti, parassiti o funghi.

Piante naturali

La bellezza delle piante e dei fiori naturali supera di gran lunga quella delle piante artificiali, anche se hanno un aspetto assolutamente realistico. Essendo “vive”, certamente daranno un tocco diverso agli ambienti. Forniscono originalità e colore a seconda del periodo dell’anno e, allo stesso tempo, purificano l’aria, assorbendo l’anidride carbonica e rilasciando ossigeno.

Le piante naturali profumano l’aria, sono ornamentali, possono essere usate come medicinali e, in alcuni casi, producono frutti o foglie commestibili. Anche se è logico pensare che richiedano una gran quantità di attenzioni e cure, tenete presente che alcune specie sono in grado di crescere e vivere in modo indipendentemente, senza dover essere annaffiate continuamente né essere esposte ogni giorno al sole.

La prima cosa a cui pensare, quando vi interrogate se mettere dentro casa delle piante naturali o artificiali, riguarda il tempo che avete a disposizione da dedicare a questi organismi. Sapete che attività come potare, innaffiare o concimare fiori e piante sono molto rilassanti? Il contatto con la natura è molto importante per il benessere psico-fisico, specialmente se vivete in una grande città.

Balcone con piante naturali o artificiali

Come prendersi cura delle piante naturali

Per iniziare, vi consigliamo di scegliere una pianta naturale facile da gestire e di posizionarla vicino ad una finestra. Fate attenzione, però, che il sole non la colpiscano in modo eccessivamente diretto, dato che i raggi potrebbero far appassire o bruciare le foglie.

Potete utilizzare un allarme sul vostro cellulare per ricordarvi di innaffiare le piante naturali di casa. O, in alternativa, vi consigliamo di installare un sistema di irrigazione domestica, per esempio del tipo “a goccia” (detta anche “irrigazione localizzata”). Esistono molte altre tecniche per mantenere umida e sana le piante, basterà chiedere consiglio al negozio in cui comprerete la pianta, in modo che possa sempre crescere e stare in salute anche quando vi allontanate da casa per qualche giorno.

Una buona idea è anche quella di scegliere delle piante che non hanno bisogno costantemente di acqua, come cactus o piante grasse. Hanno dimensioni generalmente più ridotte ma sono ugualmente belle e danno un tocco di naturalezza agli ambienti, specialmente se le posizionerete in vasi colorati.

Ancora non sapete se comprare delle piante naturali o artificiali per decorare casa? Se siete indecisi, potete acquistarne una per ogni tipo e fare una prova. In pochi giorni riuscirete a capire quale soluzione è quella che davvero fa al caso vostro.