Oggetti da collezione come risorsa decorativa

9 Ottobre 2019
Che siano accuratamente esposti in vetrine, armadietti, scaffali o disposti in modo originale nell'ambiente, gli oggetti da collezione sono risorse decorative che non passano mai inosservate.

Gli oggetti da collezione sono svariati quanto lo sono le loro storie, pertanto non tutti riescono a trasmettere lo stesso fascino. A seconda delle caratteristiche e del modo in cui vengono esposti, contribuiranno o conferire un certo carattere alla decorazione.

Vi sarà sicuramente capitato di visitare una casa in cui erano esposti degli oggetti da collezionismo e probabilmente vi hanno anche particolarmente incuriosito. L’ordine con cui erano disposti descrive un interesse particolare o meglio un valore e, nell’insieme, lascia trapelare il riflesso di una personalità.

Oggetti da collezione come risorsa decorativa

Quando si pensa a una collezione, in genere, viene in mente l’esposizione in una vetrina o in una credenza in salotto. Tuttavia, questo non è l’unico ambiente nel quale esporre gli oggetti da collezione. Si possono esporre un po’ dappertutto in casa; persino sulle cornici delle porte o delle finestre.

Non è nemmeno necessario che debba comporsi di una gran quantità di esemplari. Spesso, le collezioni sono costituite da pochi elementi. D’altro canto, va anche chiarito che non necessariamente devono essere costituite da oggetti uguali.

Collezione di chiavi

Una collezione di bottiglie può avere come elemento comune il vetro, ma esse possono differire per forma, dimensioni, ecc. Lo stesso vale per pezzi come i dipinti, che, sebbene possano appartenere a uno stesso stile artistico, non devono rappresentare la stessa scena.

Ovviamente esistono anche collezioni di pezzi, in apparenza uguali; come nel caso delle monete o delle chiavi. C’è varietà per tutti i gusti. C’è anche chi colleziona macchine da cucire antiche.

Aspetti da considerare nell’esporre una collezione

1. Quantità e disposizione

Il numero di oggetti da collezione ci aiuta a determinare, in larga misura, il luogo in cui esporli. Pertanto, è importante prestare attenzione a questo dettaglio. Organizzare una piccola collezione è diverso da organizzarne una grande.

Se la collezione è composta da pochi oggetti, essi si possono facilmente distribuire in più punti dello stesso mobile, come ad esempio  un tavolino da caffè o una libreria. Gli “spazi vuoti” consentiranno all’occhio di concentrare l’attenzione su ciascuno dei pezzi e, naturalmente, sulle sue peculiarità.

Tuttavia, se la collezione è estesa, i pezzi non dovranno essere sparpagliati. Al contrario, andranno tendenzialmente raggruppati nello stesso spazio per sfruttarlo al massimo.

Collezione di teiere

2. Pezzi d’epoca

In genere, la collezione tende a rispecchiare un’epoca in particolare. E cosa significa? Che più sono antichi i pezzi, maggiore sarà il contribuito in termini di valore alla decorazione.

In tal senso, un set di chiavi antiche contribuirà a rafforzare significativamente uno stile vintage o rustico. Mentre un set composto da caraffe di vetro, liscio e semplice, può conferire un tocco senza tempo.

Le collezioni possono anche essere mischiate; ovvero, si possono mescolare pezzi di diversi tipi ed epoche. Un chiaro esempio sono le raccolte di libri, di souvenir, di francobolli e fotografie di famiglia.

3. Il concetto di contrasto

Per mostrare al meglio una collezione, è fondamentale creare del contrasto tra i pezzi esposti e il materiale del mobile in cui verranno posizionati, affinché possano completarsi a vicenda e conferire armonia alla decorazione. In questo modo, i mobili non offuscheranno le caratteristiche degli oggetti. Ad esempio, degli oggetti da collezione in porcellana o terracotta stanno benissimo su una mensola di legno.

Tuttavia, non sempre è necessario creare contrasto. Negli ambienti più raffinati, le collezioni di swarovski, cristallo e affini vengono solitamente collocate all’interno di vetrine, spesso esse stesse di cristallo. In tal modo, sia la vetrina che la collezione diventano un punto d’attrazione all’interno della stanza.

Alcune idee

Collezioni di conchiglie

  • Le scatole da esposizione in legno, con diversi scomparti e copertura in vetro, sono perfette per mostrare una collezione di piccoli oggetti su un tavolo. Vale la pena acquistarle.
  • In bagno, una raccolta di saponi o sali da bagno può essere sistemata all’interno di uno o più vasetti di vetro. Questo è uno spazio in cui potete anche esporre conchiglie, contenitori con sabbia o altri souvenir a tema marino.
  • Nella cameretta dei bambini è possibile posizionare una piccola libreria dove esporre diversi oggetti da collezione. Va ricordato che le collezioni dovranno essere separate dai giocattoli di uso normale, in particolare per la cura che viene dedicata all’esposizione e che deve risultare ben in vista.
  • Se possedete cristalli o minerali, potete disporli in ogni angolo, per rafforzare il “tono” naturale di una decorazione con le piante.
  • Raggruppate diversi oggetti o accessori che hanno in comune un colore. Questa è un suggerimento per una collezione molto appagante per la vista, data la sua vivacità.

Infine, tenete in considerazione che, se avete bambini in casa, è necessario prendere delle misure aggiuntive in merito all’ubicazione e alla cura delle collezioni per prevenire eventuali incidenti.