Idee per una Art Zone in casa

· 26 ottobre 2018
Volete avere una Art Zone in casa? Ora potrete dipingere, disegnare, scolpire o comporre senza muovervi di casa, in una zona comoda e indipendente che potrete decorare secondo i vostri gusti. 

Nel prossimo articolo vi diamo alcune idee per creare un’Art Zone in casa. Potremmo intendere questa parola come un sinonimo di studio artistico o atelier.

Come vedrete, avere una Art Zone in casa presenta diversi vantaggi:

  1. Risparmierete tempo: in molte occasioni non è possibile avere la propria Art Zone in casa. Per questo siamo obbligati ad affittare uno spazio o un locale fuori casa, a volte più lontano di quanto vogliamo. Avendo questo spazio dentro casa non dovremo più perdere tempo inutilmente tra andate e ritorni.
  2. Disponibilità totale: potrete utilizzarla 24 ore su 24. Inoltre, è uno spazio soltanto per voi e non dovrete essere obbligati a rispettare degli orari o alcun tipo di turno. In questo modo avrete senza dubbio molta più indipendenza.
  3. Meno costi: non dovendo pagare un affitto extra, ovviamente risparmierete denaro. Inoltre, non è necessario utilizzare alcun mezzo di trasporto, quindi non spenderete soldi nemmeno per questo.

Questo tipo di spazio è molto comune negli ambienti come i loft. Non dimentichiamo che, in origine, i loft furono utilizzato soprattutto dagli artisti e dagli studenti.

Al giorno d’oggi, oltre ad essere usati come abitazioni, i loft si usano anche come negozi, ristoranti, gallerie d’arte o studi fotografici. Possiamo vedere come queste ultime due funzioni sono più in relazione con l’idea di Art Zone che andremo a presentare.

Pittrice all'opera nella sua Art Zone

Caratteristiche di una Art Zone

In primo luogo, dovete pensare su quale attività o disciplina vi concentrerete: pittura, scultura, cucito, scrittura, fotografia, design, architettura. Le Art Zone sono gli spazi in cui l’arte nasce davvero.

Si dà ogni volta più importanza al fatto di avere un proprio spazio e un proprio contesto per essere creativi. Un esempio di ciò è il saggio intitolato “Una stanza tutta per sé”, scritto da Virginia Woolf già nel 1929. In questo caso ci si concentra sulla pratica della scrittura nel caso delle donne. Si arriva alla conclusione che hanno bisogno di una stanza tutta per loro, vale a dire di un’indipendenza economica e personale.

Tornando alle caratteristiche che deve avere una Art Zone, non dobbiamo dimenticare (ovviamente) l’importanza della luce naturaleanche se dovrete sempre utilizzare la luce artificiale.

D’altra parte, dovete approfittare di tutto lo spazio disponibile. In alcuni casi, in abitazioni piccole a volte dovrete utilizzare una stanza per più usi. Ad esempio potete avere nella stessa stanza la vostra Art Zone e l’ufficio, o la stanza da letto.

Per questo è importante che teniate tutto molto in ordine, per cercare di non confondere e mescolare gli ambienti. Se vi dedicherete alla pittura, è molto importante avere un corretto sistema di ventilazione. Per questo vi consigliamo di scegliere un’abitazione con finestre.

Un’ultima cosa: questi spazi devono emanare la sensazione di comodità. Pensate che dovrete passarci molte ore al giorno.

Una parte di stanza diventata Art Zone

Come ammobiliare e decorare la vostra Art Zone

Qui di seguito vi lasciamo alcuni consigli per realizzare la vostra Art Zone perfetta.

  • Date importanza agli spazi di deposito: per fare ciò potete posizionare armadi o scaffali, preferibilmente molto profondi, in quanto devono contenere molte cose.
  • È indispensabile avere una scrivania: vi consigliamo di usarne una di grandi dimensioni, in modo da metterci le cose che usate di più, inclusi computer, riviste, libri. È molto carino farne una mettendo una tavola di legno sopra due cavalletti.
  • Usate oggetti per mantenere l’ordine: come schedari, vasi, scatole… Questi varieranno un po’ a seconda del tipo di materiali di cui avrete bisogno e a seconda della disciplina in cui siete specializzati.
  • Create il vostro muro dell’ispirazione: per questo potete usare una grande tavola di sughero o un moodboard. Su di essi è possibile posizionare fotografie, disegni, campioni di tessuti.È uno strumento per poter presentare chiaramente un progetto, di qualunque tipo sia. Inoltre, potete anche posizionare una lavagna o un cavalletto (come supporto per le tele).
  • Mettete uno specchio: questo sarà un elemento imprescindibile se vi dedicate alla moda. Anche se così non è, questo oggetto si consiglia per aumentare la sensazione di ampiezza dello spazio, soprattutto se è piccolo.
Tavolo da lavoro con muro dell'ispirazione

Ovviamente potrete adattare tutte queste idee ai vostri gusti e ai vostri stili, pur sempre facendo attenzione affinché gli spazi non risultino troppo pieni.

Inoltre, ricordate che potete decorare con l’aiuto delle piante, dando così un tocco più naturale.

Conclusione

Speriamo che con queste idee otteniate la vostra Art Zone ideale. Ricordate che molti grandi artisti (come Paul Cézanne, Georgia O’Keeffe, Laurie Lipton o Pablo Picasso) e designer (come Massimo Dutti, Betto García o Stefania Borras) hanno avuto le loro zone di lavoro, che fossero o meno nelle loro abitazioni abituali. Pertanto vi incoraggiamo ad avere il vostro studio o la vostra zona di lavoro.

Come ultima cosa, vogliamo insistere sull’importanza di avere uno spazio proprio dove essere creativi, dove poter essere sé stessi.

L’arte non è un modo per guadagnarsi da vivere. È più un modo molto umano di rendere la vita più sopportabile. Praticare un’arte, bene o male, è un modo di far crescere l’anima. 

-Kurt Vonnegut-