Decorazione orientale: scoprite la tendenza del 2018

· 6 settembre 2018
La decorazione orientale è una tendenza di gran moda, anche per la sua comodità e praticità.
Quest’anno, la tendenza della decorazione orientale sta vivendo un vero e proprio boom.

Lo stile orientale nella decorazione e nel design d’interni è uno dei più interessanti e senza tempo, perché anche con il passare degli anni rimane sempre in voga. Questo stile non è solo proprio di paesi come la Cina o il Giappone ma è arrivato a poco a poco anche in Occidente e sembra che anno dopo anno vada rafforzandosi.

Molte persone temono questo stile perché hanno in mente l’immagine dei negozi cinesi o dei ristoranti giapponesi. La decorazione orientale è molto più di questo, di fatti, non ha niente a che vedere con la decorazione che vediamo in locali di questo tipo.

Nell’articolo di oggi vi raccontiamo tutto sulla tendenza della decorazione orientale per questo 2018.

In cosa consiste la decorazione orientale?

A differenza di ciò che molti possono pensare, lo stile orientale non è quello cinese o giapponese. Al contrario, è uno stile unico, che nelle varie zone dell’oriente ha le sue peculiarità.

decorazione orientale

Tuttavia, queste particolarità si mischiano e si sovrappongono. Per questo parliamo di stile orientale in generale e non di stile cinese o giapponese in particolare. 

Lo stile orientale si distingue per essere uno stile che trasmette molta tranquillità e serenità. Questo è dovuto all’importanza che danno in oriente alla parte spirituale dell’essere umano.

Per questo, la decorazione si focalizza sulla ricerca dell’armonia dell’anima dell’uomo, in modo tale che l’interazione di quest’ultimo con la natura sia pacifica.

Da qui l’importanza conferita a elementi della natura come l’acqua, le pietre e le piante.

Un altro dei segni dell’identità dello stile orientale è la sua semplicità. Questo ha molto a che vedere con il Feng Shui e anche con il minimalismo.

In qualche modo, gli spazi decorati con questo stile finiscono per essere minimalisti. Per la cultura orientale è molto importante usare solo il necessario e che ogni elemento abbia il suo posto.

Potremmo dire che oltre che essere uno stile di decorazione, è anche una questione di mentalità e spiritualità.

Tendenze nella decorazione orientale

Colori

Per quanto riguarda i colori nella decorazione orientale, spesso si utilizzavano i toni rossi o arancioni con il nero.

Tuttavia, una delle tendenze nella decorazione orientale è utilizzare colori in tonalità neutre come il beige, il bianco e i marroni chiari. Possiamo vedere inclusi anche dei verdi chiari.

camera orientale

Senza dimenticarci dei colori citati precedentemente (rosso, arancione e nero) che questa volta appaiono, però, nei piccoli dettagli e non come colori predominanti.

Materiali

Uno dei materiali più utilizzati nello stile orientale era il legno. E continua ancora ad esserlo però questa volta nella sua tonalità naturale.

Altri materiali utilizzati sono il bambù, la pietra, la carta di riso, il vimini o la seta. Questi sono elementi naturali importanti storicamente nella cultura dei paesi da cui questo stile proviene.

Una delle tendenze nella decorazione orientale è utilizzare i tronchi di bambù come giardino verticale. Consiste nel creare aperture nei tronchi in maniera tale da poter collocare la pianta al loro interno. Il risultato è davvero spettacolare.

Altezza

La cultura orientale è una cultura che si sviluppa, principalmente, ad un’altezza bassa. 

I rituali più importanti si svolgono completamente a terra, quindi non c’è da sorprendersi che molti dei mobili siano di bassi.

Stili come il moderno o il minimalista hanno adottato la tendenza orientale nell’utilizzo di mobili bassi, come ad esempio i tavolini.

Elementi decorativi

Dimenticatevi degli addobbi dello stile cinese o del gatto che ti saluta ogni volta che entri al ristorante cinese.

salone bambu

Gli elementi che sono di tendenza nella decorazione orientale e che non devono mancare in uno spazio decorato con questo stile sono:

  • Le piante: le piante apportano luminosità e un’atmosfera di relax. Se in più avete dei fiori colorati ancora meglio. Le orchidee sono perfette.
  • Pietre: se alle piante aggiungete le pietre, avrete subito un rilassante giardino orientale. Senza alcun dubbio vi rilasserete solo a guardarlo.
  • Paraventi: per separare gli ambienti si utilizzano i paraventi, se questi sono di carta di riso ancora meglio. Sono un elemento molto decorativo ma anche funzionale.
  • Tappeti e cuscini: dato che lo stile orientale si sviluppa in basso, utilizzate tappeti e cuscini per stare più comodi ogni volta che fate delle attività sul pavimento.

Conclusione

La tendenza della decorazione orientale nasce da piccoli cambiamenti che ha fatto lo stile orientale per rinnovarsi e adattarsi ai nuovi tempi e ai nuovi seguaci.

È uno stile semplice e facile da ottenere. Gli aspetti difficili sono altri, come mantenere ogni cosa al suo posto, essere ordinati ecc. Ma anche in questo l’oriente può venirci in aiuto!