Arredare in stile classico moderno: l’armonia in casa

· 13 agosto 2018
Arredare in stile classico moderno vi permette di inserire elementi innovativi in un ambiente in stile più classico, e creare così uno spazio armonioso.

Cosa significa arredare in stile classico moderno? Questo stile vi permette di utilizzare e applicare le innovazioni attuali ad altri tipi di stile, mantenendo un aspetto omogeneo ed equilibrato.

Se vi piace la raffinatezza e l’eleganza, scegliete di arredare in stile classico moderno la vostra casa. È semplice: basta seguire le regole dell’arredo classico ed inserire dettagli moderni o in altri stili.

Arredare in stile classico moderno è un’ottima scelta sia per le case nuove che per quelle antiche. In quest’ultimo caso probabilmente sarà più facile adottare questo stile, sia per il tipo di spazio che per gli elementi già esistenti.

In questo articolo troverete alcune regole da seguire per combinare alla perfezione le novità più attuali con stili differenti, e ottenere così un ambiente molto interessante.

Anche se con il passare del tempo questo stile ha subito alcuni cambiamenti e adattamenti, si tratta comunque di un tipo di arredo che non è mai stato messo da parte completamente. È proprio questa la sua caratteristica che lo rende così semplice da ricreare.

Un primo consiglio: ispiratevi alla decorazione francese e rubate alcune idee agli stili barocco, neoclassico e perfino rococò.

Caratteristiche dello stile classico

Prima di passare alla presentazione dello stile classico moderno, vediamo le caratteristiche principali dello stile d’origine: l’arredamento classico puro.

Innanzitutto, gli elementi più rilevanti sono l’equilibrio e il comfort, comuni a tutti gli spazi della casa. Gli ambienti dovranno essere ampi e molto luminosi. D’altra parte anche la simmetria ha la sua importanza, anche perché spesso gli oggetti vanno in coppia. Si tratta di una particolarità che aiuta a creare una sensazione di equilibrio e armonia.

Altri aspetti importanti:

  • Gamma cromatica. Predominano le tonalità crema, ma anche i verdi, il grigio, il giallo chiaro e, ovviamente, il beige. In pratica, tutti colori neutri.
  • Mobili. Normalmente presentano gambe sagomate. Sono molto comuni le poltrone con spalliera alta e avvolgente, tavolini, omini appendiabiti, poltroncine…
  • Soffitti e pareti. Potenziato dall’altezza dei soffitti, l’effetto grandiosità è ciò che caratterizza gli ambienti classici. A volte le pareti sono rivestite con carta da parati, altre dipinte con motivi floreali. Sono frequenti le stuccature, le cornici, le sagomature e le rifiniture.
  • Piante. Questi ambienti presentano una grande quantità di piante, anche come motivi decorativi (arabeschi), sugli oggetti, le tende, i tappeti e le tappezzerie.
  • Oggetti decorativi. Enormi lampade a forma di ragno, specchi con cornici eleganti, quadri, candelabri, lampade, sculture…
Casa stile classico moderno

  • La simmetria. Un elemento tipico è la presenza di oggetti disposti in maniera lineare e sovrapposta, come fossero pannelli, per creare la sensazione che si riflettano uno nell’altro.
  • Materiali. I più usati sono il legno (mogano, rovere…) e la porcellana. Ma non dimenticate il cristallo, soprattutto per gli oggetti decorativi.
  • Tende. Lunghe e realizzate con tessuti pesanti. Alcune delle tele più utilizzate sono il velluto e il broccato, entrambe presenti anche nelle tappezzerie dei mobili o nei tappeti.

Anche se i salotti e le camere da letto sono le stanze in cui è più comune vedere questo stile, lo potete estendere alla cucina e al bagno. Piccoli oggetti come i rubinetti, i pomoli e le serrature rivelano molto del vostro stile.

Seguendo queste regole darete alla vostra casa un’atmosfera raffinata e lussuosa.

Arredare in stile classico moderno

Ora vedremo come combinare i vari elementi con altri di stile più moderno. Attualmente è facile vedere lo stile classico combinato con il design contemporaneo, pur mantenendo l’essenza autentica.

Perciò, se desiderate arredare in stile classico moderno, definito anche come classicismo rinnovato, vi consigliamo di considerare alcune delle idee innovative che vi proponiamo a continuazione:

  • Gamma cromatica. Partendo dalle pareti dipinte di bianco, potete giocare abbinando a questo colore il blu o il nero, creando così un contrasto fra i mobili e le pareti. Ultimamente vengono utilizzati anche i colori metallizzati.
  • Arredi. Sempre più si impongono le linee essenziali. Potete introdurre alcuni elementi moderni caratterizzati da una determinata forma, design o tipo di materiale. Un’idea vincente: puntate sulle testiere in ferro battuto.
  • Pareti e soffitti. In questo caso vengono mantenute le sagomature, gli zoccolini, le cornici e i pannelli dipinti per creare superfici con textureApprofittate di tutti gli elementi già esistenti, comprese le travi, le colonne e gli stucchi.
  • Materiali nuovi. Normalmente in questo stile i mobili sono molto pesanti, ma attualmente è possibile notare l’utilizzo di materiali più leggeri, come le superfici brillanti o l’acciaio inossidabile.
  • Tessuti. Esistono due opzioni principali: i tessuti a tinta unita e gli stampati. Questi ultimi saranno essenziali e non troppo vistosi. Unica eccezione, le fantasie con animali.

Un ultimo suggerimento: cercate di creare una continuità visiva. Ciò significa che anche gli spazi di passaggio, come le scale, l’ingresso, i corridoi e il giardino, dovranno mantenere lo stesso stile.

Conclusioni

Seguendo questi consigli, sicuramente otterrete uno stile molto diverso da quello “tradizionale”. Infatti, le opzioni per combinare gli arredi classici con altri stili sono varie e le potete personalizzare. Dal design industriale allo stile nordico, apporterete un tocco di innovazione alla casa pur mantenendo il carattere classico degli ambienti. Perché non provate a sperimentare con piccoli tocchi e dettagli?

Inoltre, ricordate l’opzione sempre valida di riutilizzare e restaurare oggetti e mobili antichi in disuso. Otterrete un effetto unico e originale.