4 modi creativi per decorare le pareti con i piatti

· 9 Febbraio 2019
Se volete dare un tocco originale al vostro appartamento, potete decorare le pareti con i piatti. In questo articolo vedremo come farlo in modo creativo.

Forse a qualcuno questa idea potrà sembrare strana o superata… Ma, decorare le pareti con i piatti è una delle tendenze del momento. Nonostante si tratti di uno stratagemma decorativo piuttosto antico, oggi sta tornando di moda, superando il preconcetto che lo considerava superato e obsoleto.

Reinventare l’uso dei piatti per integrarli nella decorazione domestica è una grande idea, dato che permette di ottenere risultati molto creativi. I muri non servono solo per appendere quadri o foto. Se imparerete a decorare le pareti con i piatti, potrete dire addio alle noiose pareti di casa vostra.

Potete giocare con molte trame e colori, scegliendo quelle che vi piacciono di più. Quello che bisogna tenere a mente è seguire sempre lo stile di base della casa. Ma non preoccupatevi. Nel post di oggi, vi mostreremo una serie di idee ispiratrici da cui potrete partire per cambiare il volto al vostro appartamento. Rendere la casa più originale non è mai stato così facile!

Come decorare le pareti con i piatti?

1. Da dove cominciare

Piatti rustici appesi al muro

Il primo obiettivo di decorare le pareti con i piatti è quello di creare una combinazione bella ed esteticamente coerente. Può succedere, però, che vi risulti complicato visualizzare correttamente la posizione e i colori dei piatti. Ma non preoccupatevi troppo: vedrete che sarà più facile di quanto possa sembrare. Basta scegliere uno stile e posizionarli seguendo le linee e i colori suggeriti dagli elementi già presenti nella vostra casa.

Vi suggeriamo, anzitutto, di fare un disegno con la disposizione dei piatti: sarà molto utile per avere una prospettiva d’insieme. Così, sarete in grado di scoprire l’effetto che faranno ed eviterete di commettere errori grossolani.

Per questo, una buona idea è prendere un foglio e disegnare il contorno del piatto. Dopo averli ritagliati, potrete appenderli sulla parete usando uno scotch di carta, in modo che non lasci alcun segno sul muro.

Così facendo, avrete una visione d’insieme molto fedele alla realtà. Potrete modificare la posizione dei piatti tutte le volte che vorrete, fino a trovare la disposizione migliore.

2. Materiale del piatto

Nelle vecchie case di campagna o nelle ville al mare, era molto comune decorare le pareti con i piatti, sopratutto su terrazze o portici. Normalmente venivano usati piatti di ceramica poiché è il materiale più resistente. Per quanto riguarda il modello, la maggior parte rappresentava paesaggi rurali o anche motivi geometrici e, più spesso, floreali. Ovviamente, si tratta di stili un po’ passati di moda.

Tuttavia, se avete una casa arredata in stile vintage, potrete prendere ispirazione da questi elementi e dare un tocco originale alla vostra casa. Scegliete quelli più in linea con le trame e i colori già presenti e fate le prove necessarie.

Idea per decorare le pareti con i piatti blu

A prescindere che vogliate decorare le pareti con i piatti, dentro o fuori,  vi consigliamo di scegliere sempre quelli di ceramica. Sono molto più colorati e dureranno per decenni. Se le ceramiche vi sembrano un po’ troppo classiche, sono disponili piatti anche in altri materiali. Ad esempio in legno, vetro o rame: tutti vanno benissimo, purché manteniate una certa coerenza con il resto della casa.

La creatività è fondamentale quando si decide di decorare le pareti con i piatti. Tutto vi sarà permesso, basta che i nuovi elementi siano in linea con un unico stile decorativo. Pertanto, potrete personalizzare i piatti e appenderli a vostro piacimento. Se siete bravi con il fai-da-te, è una buona idea abbellire e decorare ogni piatto: lascerete a bocca aperta i vostri ospiti.

3. Forme geometriche

Ci sono molte opzioni per la disposizione dei piatti sulle pareti. Una di quelle che vi suggeriamo è la creazione di forme geometriche. Ad esempio, potrete decorare le pareti con i piatti creando dei triangoli, un rettangolo o persino comporre una forma a diamante. Fidatevi: il risultato sarà davvero sorprendente.

Potrete giocare con tanti colori, dimensioni e forme, scegliendo se lasciare i piatti insieme o mantenerli più separati. La disposizione e il tipo di ordine può essere anche casuale. Se cercate un tocco più moderno, userete materiali e colori di ultima generazione. Se la casa presenta uno stile shabby chic o vintage, privilegerete qualcosa di più classico.

4. Distribuzione per colore e dimensione

Esempio per decorare le pareti con i piatti rossi

Un’altra idea di disposizione è in base alle dimensioni dei piatti. Potete decorare le pareti con i piatti più grandi in alto e quelli più piccoli che scenderanno in basso, gradualmente. O anche al contrario. Va bene anche posizionarli mescolandoli a caso, senza alcun ordine apparente (come nella prima foto).

Un’altra opzione è quella di posizionarli in base al colore. Potrete giocare con toni chiari e scuri, riuscendo a generare un simpatico contrasto, un modo semplice per ravvivare le pareti. Se amate la fantasia, potete mescolare assieme piatti di più colori, creando un effetto volutamente caotico.

Se state cercando un modo per abbellire la casa e dare vita a muri che vi sembrano noiosi, vi consigliamo di decorare le pareti con i piatti. Come avete visto è davvero facile e, oltretutto, anche molto divertente.