Guadagnare spazio nelle camere da letto condivise

· 25 Marzo 2019
L'ingrediente principale della formula magica per ottenere un buon uso dello spazio nelle stanze condivise è l'ordine.

Indipendentemente dalle dimensioni della casa, massimizzare lo spazio per ottenere più benefici è una pratica comune nell’arredamento d’interni. Soprattutto nelle case in cui il numero di abitanti è maggiore dello spazio disponibile, è ancora più necessario guadagnare spazio nelle camere da letto condivise.

In generale, a prescindere dallo spazio, le stanze condivise vengono considerate sinonimo di fraternità. Questo perché in casa è molto comune per i fratelli e le sorelle condividere la camera da letto.

Tuttavia, molte persone condividono la camera da letto senza essere una famiglia o una coppia. Questo è il caso ad esempio degli studenti che soggiornano nelle residenze durante l’anno accademico. Questo fenomeno dipende spesso da condizioni economiche, poiché il costo di una stanza singola non è sempre conveniente, quindi, per risparmiare si sceglie di condividerla.

Nelle stanze condivise è essenziale che tutto sia in ordine, per ottenere il massimo comfort possibile. Ma come si fa a raggiungere questo scopo? In questo articolo, vi sveliamo alcuni trucchi per guadagnare spazio nelle camere da letto condivise.

La chiave del successo: l’ordine

In una camera da letto condivisa, la prima cosa che deve essere presa in considerazione è l’ordine. Questo è un elemento che consente non solo di organizzare tutto con facilità, ma anche di apportare modifiche intelligenti (se necessario).

Mobili stanza condivisa

D’altra parte, l’ordine consente a ogni persona di identificare e distribuire i propri oggetti personali e sistemarli comodamente, senza togliere spazio all’altro. Questo è strettamente correlato a una disposizione efficiente dei diversi pezzi di arredamento e persino degli accessori, al fine di ottenere benefici e, naturalmente, l’equilibrio visivo.

I mobili per le camere da letto condivise

I mobili per le camere da letto condivise sono solitamente realizzati su misura e hanno, come caratteristica principale, la loro versatilità. Cioè, hanno diversi usi. Ad esempio, una superficie può estendersi e funzionare come una scrivania, ma poi, una volta ripiegata, diventa una porta.

Questo tipo di arredamento è molto pratico e, in alcuni casi, include pezzi portatili (con ruote), per garantire maggiore dinamismo e libertà all’utente. Un esempio di questo sono le sedie e le librerie rotanti.

Per quanto riguarda i letti, di solito, si opta per i letti a castello, nella loro ampia varietà di modelli. In questo senso, molti mobili di design sfruttano gli spazi tra letto e letto per distribuire cassetti, mensole o altri elementi.

Gli accessori per le camere da letto condivise

Ovviamente, gli accessori chiave nelle camere da letto condivise sono gli organizer (scatole, ceste, borse). Questi possono essere collocati in qualsiasi angolo, libreria, guardaroba e persino sotto i letti.

Talvolta non è neppure necessario nasconderli dalla vista, poiché possono funzionare come parte della decorazione. Nel caso in cui la camera da letto sia molto piccola, sarà più conveniente mantenerla sempre in ordine con questi accessori senza esibirli troppo, in modo da non saturare il bilanciamento visivo.

Ceste camera da letto

D’altra parte, è meglio inserire più elementi che possono essere collocati “in aria” poiché consentono di conservare più spazio libero nella stanza. Ad esempio lampade e mensole.

Per quanto riguarda gli scaffali, i più convenienti sono quelli semplici, senza porte, poiché “chiudono” meno spazio a livello visivo. Certo, dovete cercare di non riempirli con troppi oggetti.

Gli scaffali possono essere molto utili anche come comodino, quindi è chiaro che sono una buona soluzione per varie situazioni, non solo per quanto riguarda la sistemazione dei libri.

Alcuni trucchi per guadagnare spazio nelle camere da letto condivise

  • Per mascherare un po’ il fatto che la stanza è piccola, potete posizionare un accessorio particolare che attiri l’attenzione. Può essere un oggetto decorativo, un mobile, ecc.
  • Le pareti dovrebbero preferibilmente essere di colori chiari e neutri, per fornire un maggiore senso di spaziosità e luminosità.
  • In questo stesso senso, le tende devono essere poco fitte, in modo da non “restringere” la stanza. Molte persone scelgono di fare a meno delle tende e optano direttamente per tapparelle e persiane.
  • Sebbene questo sia uno dei nemici del Feng Shui, si può includere uno specchio nella camera da letto per “ingrandirla”.
  • È essenziale evitare tutti quegli accessori esagerati che possono ostacolare il passaggio, i movimenti e la praticità di accesso in qualche modo. Un esempio di questo sono i peluche giganti: da evitare assolutamente!

camere da letto condivise
Altre considerazioni

Oltre a quanto visto sopra, ricordate che è necessario occuparsi delle aree di passaggio. Cercate di mantenere l’essenziale sia per quanto riguarda i mobili che gli oggetti decorativi.

Prendersi cura dell’equilibrio visivo vi aiuterà a fare un uso efficiente dello spazio. Cercate sempre di trovare delle soluzioni intelligenti e non abbiate fretta di prendere una decisione per quanto riguarda l’arredamento.